I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Consigli dell'esperto
Clienti privati
Abitazione & Proprietà

Furto: quando e cosa paga l’assicurazione?

Lo shock è grande quando si torna a casa e si constata che c’è stato un furto. O quando improvvisamente ci si accorge di non avere più il cellulare o il portafoglio. Cosa bisogna fare perché in caso di scasso o furto almeno il danno materiale sia coperto?

25 settembre 2015, testo: Jan Söntgerath, foto: iStock

Un uomo ruba qualcosa dalla borsetta di una donna.
Chi include il furto nell’assicurazione mobilia domestica o ha un’assicurazione degli oggetti di valore è ben coperto.

Oltre al danno emotivo e alla rabbia per tutte le incombenze che fanno perdere tempo, dopo un furto si deve fare i conti anche con i danni materiali. Perché almeno i danni finanziari siano coperti dall’assicurazione, è necessario ricordare alcuni punti.

Nessun furto è uguale a un altro

Ma qual è la definizione di furto? L’Helvetia nell’assicurazione di base mobilia domestica distingue tra tre diversi tipi di furto:furto con scasso, rapina e furto semplice. Si ha furto con scasso quando gli autori si introducono in uno stabile o accedono mediante scasso a un contenitore che si trova all'interno. Non è considerato furto con scasso il furto commesso in aeromobili, natanti o veicoli a motore. La rapina è un furto commesso con atti o minacce di violenza; vi rientra anche lo scippo. Il furto semplice comprende i reati che non possono essere classificati come scasso o rapina. Vi rientrano ad esempio i furti commessi dai borsaioli o i furti con raggiro, la sottrazione di oggetti da veicoli posteggiati o da stabili senza l’uso della violenza.

Cosa paga l’assicurazione mobilia domestica?

L’assicurazione mobilia domestica dell’Helvetia risarcisce alle vittime di furto il valore a nuovo delle cose rubate o distrutte, quindi l’importo che è necessario per acquistare un nuovo oggetto di pari valore. Inoltre si assume i costi per le riparazioni, ad esempio in caso di finestre rotte, e in seguito a uno scasso o una rapina anche i costi, fino a 2’000 franchi, per la consulenza psicologica delle vittime.

Una situazione particolare si viene a creare se sono stati rubati valori pecuniari, quindi ad esempio denaro contante, carte di credito o carte di debito. In caso di scasso e rapina queste perdite sono coperte nell’assicurazione di base mobilia domestica dell’Helvetia fino al 20 percento della somma d’assicurazione concordata, al massimo tuttavia 5’000 franchi. In caso di furto semplice, al contrario, i valori pecuniari non sono assicurati.

Per ogni evento di furto è prevista una franchigia che viene dedotta dall’ammontare del danno. Di norma, la franchigia ammonta a 200 franchi; nel caso dell’assicurazione gioventù a 100.

Caso speciale «Furto semplice fuori casa»

Spesso i furti non avvengono tra le pareti di casa, ma quando si è fuori. I più diffusi sono i furti di biciclette, i furti con raggiro o il furto di oggetti da veicoli parcheggiati. In inverno le attrezzature da sci o snowboard sono gli oggetti prediletti dai ladri. Includendo una somma d’assicurazione adeguata per «furto semplice fuori casa» nell’ambito dell’assicurazione mobilia domestica ci si può tutelare in modo efficace. Pertanto, se ad esempio ci rubano il cellulare mentre viaggiamo in treno o in viaggio subiamo uno scasso dell’auto, l’assicurazione mobilia domestica risarcisce i danni fino all’ammontare della somma indicata nella polizza.

Una copertura assicurativa estesa conviene

Chi possiede gioielli particolarmente costosi, può stipulare nell’ambito dell’assicurazione mobilia domestica una assicurazione complementare «Rischi speciali gioielli». L’importo massimo del risarcimento per caso di sinistro ammonta a 20’000 franchi. Per oggetti particolarmente preziosi, ad esempio opere d’arte, strumenti musicali o apparecchiature tecniche, suggeriamo di stipulare un’assicurazione degli oggetti di valore. Oltre al furto e alla rapina, gli oggetti di valore sono assicurati anche contro danneggiamento e distruzione imprevisti e improvvisi e contro perdita o smarrimento in altro modo.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli