I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Consigli dell'esperto
Clienti privati
Abitazione & Proprietà

Infortuni dovuti a incendio durante una grigliata: chi paga?

Posso usare la griglia sul balcone del mio appartamento? E chi risponde dei danni da incendio?

13 luglio 2015, testo: Fabian Weidmann, foto: istock

Barbecue
Durante i caldi mesi estivi per molti le grigliate con gli amici sono un must.

L’estate è il tempo delle grigliate. E se il vicino ci suona il campanello e si lamenta del fumo? Inutile cercare nel diritto di locazione specifiche regolamentazioni sull’utilizzo dei balconi. L’Associazione svizzera degli inquilini dice: «I divieti tanto per fare violano i diritti della personalità degli inquilini». Eventuali clausole in proposito nei contratti di locazione o regolamenti interni sono prive di valore. Non è quindi ammesso un divieto generale di grigliare. Gli inquilini hanno tuttavia un obbligo di riguardo.

Griglie a carbone: potenziale di conflitto e di pericolo

Particolare attenzione è quindi richiesta specialmente con le griglie a carbone: Queste causano un fumo denso e pungente e possono disturbare i vicini anche a grande distanza. Se una griglia produce troppo fumo o odore, il locatario può protestare.

Smaltire la cenere in modo non corretto

La griglia non dovrebbe mai essere lasciata incustodita per molto tempo, infatti sia un difetto tecnico sia il grasso che cola possono causare un incendio. Una causa frequente di incendi è anche lo smaltimento non corretto della cenere. Quando si svuota la cenere presumibilmente raffreddata in secchielli di plastica o sacchi dell’immondizia spesso ci si dimentica che questa può essere pericolosa anche giorni dopo che ha finito di ardere in senso stretto. La cenere deve quindi essere sempre collocata in contenitori di metallo chiudibili. Particolare attenzione è inoltre necessaria quando si utilizzano acceleranti (ad esempio alcol): questi sono la causa più frequente di ustioni.

Attenzione: sensibili riduzioni delle prestazioni

Se nonostante tutte le precauzioni si genera un incendio che danneggia l’appartamento ovvero la casa, i costi vengono sostenuti dall’assicurazione incendio stabili (in alcuni cantoni dall’assicurazione stabili cantonale). I danni all’arredamento sono assicurati con l’assicurazione economia domestica e quelli all’appartamento in affitto con l’assicurazione responsabilità civile privata.

In caso di grave negligenza l’assicurazione può ridurre o persino negare completamente le prestazioni. Esempi di grave negligenza sono ad esempio lo smaltimento non corretto della cenere o l’assunzione di altri rischi non necessari.

Incendio boschivo a causa di disattenzione: chi paga?

Lo stesso vale quando scoppia un incendio durante una grigliata all’aperto. Anche qui in linea di principio sussiste una copertura assicurativa con l’assicurazione responsabilità civile privata. Per ogni caso di sinistro tuttavia si verificherà individualmente se il contraente dell’assicurazione debba essere ritenuto responsabile per l’evento per grave negligenza o uso improprio (ad esempio grigliare nonostante il divieto di accendere fuochi disposto dalle autorità). Anche in questo caso si può incorrere nella riduzione delle prestazioni o nel rifiuto di erogare le stesse.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli