Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Consigli dell'esperto
Responsabilità & diritto
Veicoli & Viaggi
Clienti privati

Come si può risparmiare sull’assi­curazione auto?

Quando si cambia assicurazione auto non bisogna badare solo al prezzo. L’esperto Helvetia Peter Plachel svela nell’intervista come mantenere bassi i premi e perché spesso la fedeltà conviene.

21 gennaio 2018, testo: Jan Söntgerath, foto: iStock

Come è possibile risparmiare sull’assicurazione auto? L’esperto Helvetia Peter Plachel ha dei consigli utili.
Come è possibile risparmiare sull’assicurazione auto? L’esperto Helvetia Peter Plachel ha dei consigli utili.

Signor Plachel, quest’anno in molti stanno rivedendo la propria polizza di cassa malati e valutano la possibilità di cambiare. Lo stesso vale anche per l’assicurazione auto?

Per la cassa malati una copertura dell’assicurazione di base è prescritta per legge. I premi vengono stabiliti ogni volta annualmente e gli assicurati possono semplicemente cambiare fornitore, ma per l’assicurazione auto le cose sono diverse. Dato che sul mercato sono presenti prodotti assicurativi molto diversi, non è opportuno fare un semplice confronto dei prezzi. Oltre al prezzo il cliente deve confrontare sempre anche il volume delle prestazioni del prodotto e, in particolare, il servizio offerto in caso di sinistro.

Quindi, la fedeltà di anni nei confronti della stessa assicurazione auto alla fin fine ripaga?

A seconda della compagnia, per una durata più lunga del contratto il cliente riceve premi più vantaggiosi contrariamente ai contratti annui e quindi anche premi che restano invariati in un periodo contrattuale più lungo. Per questo motivo, spesso la polizza non è rescindibile annualmente. Da non dimenticare poi che l’Ufficio della circolazione stradale, in caso di passaggio ad un’altra assicurazione, esige dei diritti.

Come si può risparmiare allora sull’assicurazione auto?

La copertura di responsabilità civile per i veicoli a motore è obbligatoria. Oltre a ciò l’assicurato deve decidere in quale misura desidera assicurare i danni al veicolo e fino a quale importo riesce a sostenere per conto proprio i rischi finanziari. Se desidero assicurare il mio veicolo soltanto contro i rischi previsti dall’assicurazione casco parziale quali incendio, furto, grandine o rottura vetri, ciò avrà naturalmente un costo inferiore rispetto al caso in cui la polizza includa anche danni derivanti da collisione.

E le assicurazioni complementari?

Al giorno d’oggi tutte le assicurazioni offrono un numero sempre maggiore di prestazioni complementari quali Assistance, rinuncia al regresso in caso di colpa grave o protezione del bonus. Si tratta, quindi, di decidere quali rischi si desidera correre per conto proprio e quali, invece, debbano essere coperti da una prestazione d’assicurazione.

E come posso ridurre concretamente l’importo del mio premio?

Mediante l’accordo sulla franchigia o la rinuncia a determinate coperture anche se c’è il rischio che, in caso di sinistro, debba accollarmi l’onere dello stesso in parte o per intero. Anche se il conducente abituale ha effetuato un corso per la guida di sicurezza si può ridurre l'importo del premio. Inoltre, nell’assicurazione responsabilità civile o casco collisione Helvetia vi accorda un eco-sconto se avete scelto un’auto ecologiche.

Quasi nessuno guida la stessa auto per tutta la vita. Di che cosa bisogna tenere conto in caso di cambio dell’auto?

È importante chiarire per tempo quale dovrà essere la nuova copertura assicurativa e richiedere un’offerta. Oggi la maggior parte delle compagnie di assicurazione riesce ad inserire nelle proprie condizioni in breve tempo una copertura previdenziale che, però, si orienta all’entità della copertura assicurativa precedente. Se si cambia da un veicolo vecchio ad uno nuovo, ci si deve sempre chiedere se la copertura assicurativa è ancora sufficiente o se necessiti un adeguamento.
Oltre a ciò, per lo svincolo del veicolo nuovo occorre presentare all’Ufficio della circolazione stradale una prova dell’assicurazione in formato elettronico da richiedere per tempo alla propria assicurazione.


Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli