Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Consigli dell'esperto
Responsabilità & diritto
Previdenza & Salute

Protezione giuridica, consiglio #12: Trauma dentale

Se si battono i denti sul rubinetto e si ha bisogno di cure costose, l’assicurazione contro gli infortuni è tenuta a pagare? Grazie al loro intervento, gli esperti di Coop Protezione Giuridica hanno ottenuto una decisione positiva dall’assicurazione in un caso davvero controverso.

3 giugno 2015, testo: Tobias Mani, foto: iStock

Tobias Mani di Coop Protezione Giuridica chiarisce il controverso caso di un trauma dentale provocato dall’urto di un rubinetto e spiega chi deve pagare le cure.
Tobias Mani di Coop Protezione Giuridica chiarisce il controverso caso di un trauma dentale provocato dall’urto di un rubinetto e spiega chi deve pagare le cure.

A scuola, il figlio di una famiglia assicurata presso Coop Protezione Giuridica va in bagno durante l’intervallo per bere dell’acqua dal lavandino. Sfortunatamente batte gli incisivi sul rubinetto ed è costretto ad andare dal dentista. Per i genitori del bambino è chiaro che si tratta di un infortunio e quindi segnalano l’evento alla propria assicurazione contro gli infortuni.

Questa però si rifiuta di coprire i costi delle cure dentistiche. Secondo l’assicurazione, nella fattispecie non si tratterebbe di un caso assicurato. Ai sensi della Legge federale è considerato infortunio «qualsiasi influsso dannoso, improvviso e involontario, apportato al corpo umano da un fattore esterno straordinario che comprometta la salute fisica, mentale o psichica o provochi la morte» (art. 4 LPGA). In questo caso, quindi, mancherebbe il riferimento al «fattore esterno straordinario», che si avrebbe invece, per esempio, se il bambino fosse inciampato o avesse ricevuto una spinta. Rimane soltanto l’assicurazione malattie. Anch’essa però si rifiuta di risarcire i costi delle cure dentistiche, dato che la famiglia non ha stipulato un’apposita assicurazione complementare. Gli assicurati sono costretti così a farsi carico delle spese per le cure dentistiche. Per questo i genitori si rivolgono a Coop Protezione Giuridica.

Dopo aver esaminato i documenti, i due esperti in assicurazioni sociali di Coop Protezione Giuridica interpellati convengono su un fatto: in senso strettamente giuridico non si può effettivamente parlare di infortunio. Il rifiuto dell’assicurazione contro gli infortuni va dunque accettato.

Un incidente prevedibile?

Nonostante questo gli esperti di Coop Protezione Giuridica contattano l’assicurazione contro gli infortuni sostenendo per iscritto che il «fattore straordinario» sussiste anche quando una circostanza influisce in modo inconsueto (e quindi imprevedibile) sulla naturale esecuzione di un movimento del corpo. Si tratta di un ostacolo di questo tipo anche quando la persona infortunata urta contro un oggetto. In questo caso Coop Protezione Giuridica si basa su una sentenza del Tribunale federale che ha formulato questa tesi in un contesto diverso.

L’assicurazione contro gli infortuni risponde all’obiezione segnalando che la sentenza del Tribunale federale citata faceva riferimento a un urto contro un cartello stradale e non a un rubinetto, e che tale fattispecie non è paragonabile all’altra. L’azione che ha condotto all’incidente (ossia bere dal rubinetto) sarebbe stata compiuta intenzionalmente dal figlio. Dato che però nel caso di un bambino è possibile che i movimenti non siano sempre perfettamente coordinati, l’assicurazione contro gli infortuni si dice disposta a riconoscere il danno ai denti come infortunio.

La famiglia assicurata ha preso atto con sollievo della decisione e i costi delle cure dentistiche sono stati interamente coperti dall’assicurazione contro gli infortuni.

Tobias Mani

Tobias Mani

Tobias Mani è collaboratore del Servizio giuridico di Coop Protezione Giuridica SA dal 2013. È avvocato lic. iur. e guida un team di giuristi presso la sede principale di Aarau.

www.cooprecht.ch

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli