I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Consigli dell'esperto
Clienti privati
Abitazione & Proprietà
Previdenza & Salute

12 domande sulle ipoteche dell’assicurazione

Molti acquirenti di immobili non sanno che anche le assicurazioni concedono ipoteche, le quali hanno condizioni vantaggiose, soprattutto per lunghe durate. Le seguenti 12 domande e risposte offrono una panoramica degli aspetti più importanti relativi al finanziamento delle proprie mura domestiche.

12 giugno 2017, testo: Hansjörg Ryser, foto: iStock

Davanti all’entrata aperta di una casa c’è un tappetino con la scritta «Welcome».
Spesso le ipoteche delle assicurazioni, in particolare se di lunga durata, sono più convenienti che presso una banca.

Devo essere un cliente dell’assicurazione per poter ottenere un’ipoteca?

No, non è necessario. Però i clienti godono di ulteriori agevolazioni.

Come si calcola la sostenibilità?

Il calcolo avviene secondo gli stessi criteri applicati dalle banche: con un onere degli interessi del 5 percento, un ammortamento dell’1 percento e spese di manutenzione dell’1 percento all’anno, l’onere non dovrebbe superare un terzo del reddito lordo.

Qual è il livello dell’onere massimo?

Nel caso di abitazione per uso proprio, ci deve essere almeno il 20 percento di capitale proprio. Almeno il dieci percento deve essere finanziato con i propri risparmi e non deve provenire dalla previdenza professionale.

Le assicurazioni offrono anche seconde ipoteche?

Sì. La prima ipoteca viene concessa fino a un limite del 65 percento del valore dell’immobile. La differenza, sottratto il finanziamento con mezzi propri, viene finanziata con una seconda ipoteca.

Perché le ipoteche delle assicurazioni spesso sono più convenienti di quelle delle banche?

Le assicurazioni finanziano le ipoteche con le somme dei premi assicurativi che hanno le stesse durate. Così il rischio di variazione dei tassi d’interesse è ampiamente eliminato e le spese relative sono molto inferiori.

Perché le ipoteche sono così interessanti per le assicurazioni?

Le assicurazioni devono investire le somme dei premi assicurativi dei loro clienti in modo sicuro e a lungo termine, generando i necessari profitti, ad esempio per assicurare le remunerazioni garantite. Mentre le obbligazioni federali e altri investimenti altrettanto sicuri non danno alcuna rendita o addirittura rendite negative, le ipoteche fruttano ancora ricavi stabili nel lungo periodo, a fronte di rischi paragonabili.

Che tipi di durate offre l’Helvetia?

Oltre a ipoteche variabili, presso l’Helvetia si possono concludere ipoteche con durate tra i 2 e i 20 anni.

È possibile un ammortamento indiretto?

Anche per le ipoteche delle assicurazioni è possibile un ammortamento indiretto, ad esempio attraverso un’assicurazione sulla vita.

Vige l’obbligo di ammortamento?

Sì. La seconda ipoteca deve essere ammortizzata prima del pensionamento.

Le assicurazioni concedono anche ipoteche per gli appartamenti di vacanza?

Sì. L’Helvetia concede anche ipoteche per seconde case, le quali però non devono essere date in locazione e il limite in questo caso è del 50 percento del valore dell’immobile. Inoltre, anche la prima casa deve essere finanziata dall’Helvetia.

Vengono finanziati anche immobili da locazione o immobili commerciali?

In casi particolari l’Helvetia concede ipoteche anche per tali immobili, fino a un limite del 65 percento del valore dell’immobile.

Anche con l’Helvetia posso fissare gli interessi ipotecari in anticipo?

Sì, se prevede un aumento degli interessi e vuole beneficiare delle condizioni più vantaggiose, presso l’Helvetia può prenotare il tasso d’interesse senza costi supplementari con un anticipo di massimo dodici mesi.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri Articoli