Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Consigli dell'esperto
Responsabilità & diritto

Protezione giuridica, consiglio #18: Se i campanacci pregiudicano la qualità di vita

Tranquilla e serena: la vita in campagna nell’immaginario di molti. Ma non è sempre così, come dimostra il caso di un cliente di Coop Protezione giuridica. I campanacci delle mucche al pascolo non lo fanno più dormire la notte. Coop Protezione giuridica prende posizione circa la possibilità di vietare i campanacci in una zona residenziale.

1 settembre 2017, testo: Petra  Huser, foto: iStock

Le mucche pascolano nei pressi dell’abitato.
La vita in campagna può essere davvero idilliaca. Ma se i campanacci delle mucche non fanno più dormire di notte?

Un assicurato di Coop Protezione giuridica chiede consiglio, perché ritiene che da qualche tempo la sua qualità di vita sia parecchio peggiorata. Non riesce più a riposare bene la notte e per questo motivo è sempre stanco sul lavoro. La colpa è delle mucche che pascolano vicino a casa sua. Il problema sono i loro campanacci. Un colloquio con il contadino non ha risolto la situazione: i campanacci sono necessari per localizzare le mucche, se si dovessero allontanare dal pascolo. Nemmeno il coinvolgimento del Comune è servito a qualcosa: casi del genere non sono oggetto di specifiche prescrizioni nell’ordinanza contro l’inquinamento fonico.

I proprietari dei fondi devono astenersi dai rumori molesti

Siccome il caso descritto rientra nei Rapporti di vicinato, si applicano le disposizioni del Codice civile. L’articolo 684 stabilisce che nell'esercizio del diritto di proprietà – e specialmente nell’ambito della gestione di un fondo – sono vietati gli «eccessi pregiudizievoli» a danno della proprietà dei vicini. Sono vietati in particolare gli effetti nocivi dovuti all'inquinamento dell'aria, ai cattivi odori, ai rumori, ai suoni, agli scotimenti o alla privazione della luce diurna». Pertanto, se il contadino fa pascolare le mucche sul suo terreno, è tenuto a prendere provvedimenti affinché ciò non arrechi danno ai proprietari dei terreni circostanti.

Effetto del rumore chiaramente documentabile

Per Coop Protezione giuridica è stato subito chiaro che il caso descritto rientra negli «eccessi pregiudizievoli» dell’inquinamento fonico: «Per l'irregolarità e l'alto volume, il rumore causato dai campanacci incide in modo molto negativo sulla qualità di vita dei vicini. In una lettera al contadino, il giurista incaricato ha citato l’articolo del Codice civile, facendo notare che in una zona residenziale non è indispensabile che le mucche portino i campanacci.

Un paio di settimane dopo il cliente ha contattato il giurista, per comunicargli che la situazione era notevolmente migliorata: solo due vitellini avevano ancora il campanaccio, una situazione che però non creava più disturbo al vicinato. Ora si poteva di nuovo dormire in pace tutta la notte.

Petra Huser

Petra Huser

Petra Huser ha iniziato la sua attività presso Coop Protezione giuridica nel novembre 1999, come assistente del Servizio giuridico. A partire dal 2008 è stata assistente di direzione. Oggi lavora per l’azienda come responsabile della comunicazione. È venuta a conoscenza di questa interessante vertenza nell’ambito di una ricerca interna di casi giuridici per la rivista per i clienti www.core-magazin.ch.  

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri Articoli