Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Consigli dell'esperto
Sport

Assicurazioni per cavallo e cavaliere

Chi è responsabile in caso di infortuni a cavallo: il proprietario o chi lo cavalca? E come si assicura l’attrezzatura? Roland Bösch, esperto assicurativo dell’Helvetia, informa sull’equitazione e dà consigli sulle assicurazioni per proprietari di cavalli, chi fa equitazione e i loro beniamini.

28 febbraio 2017, testo: Sandra Biraghi, foto: iStockphoto.com / wundervisuals

Una cavallerizza accarezza dolcemente il collo del cavallo con la mano.
In Svizzera ci sono circa 75’000 cavalli e 23’000 pony. Esperti dell’Helvetia Assicurazioni danno consigli sulle assicurazioni relative all’equitazione.

I cavalli sono animali da fuga. Preso dal panico, con il suo peso di circa 500 chili, un cavallo può provocare non pochi sinistri. Se con lo zoccolo fa un’ammaccatura a un’auto parcheggiata, risponde chi lo cavalca, anche se non ne è il proprietario, con la propria assicurazione responsabilità civile privata. Sempre dando per scontato che sappia cavalcare e si attenga alle consuete regole (del traffico). Se succede qualcosa mentre galoppa in mezzo a una via commerciale molto frequentata, agisce invece con negligenza grave e in determinate circostanze deve accettare una riduzione della prestazione, a meno che non sia coperto con un’assicurazione complementare nella responsabilità civile privata.

Cavallo che si fa male: chi paga?

Se si fa male il cavallo, si distingue se chi lo cavalca è il proprietario o no. «Se il cavallo non è proprio, trova impiego il complemento Noleggio o prestito di cavalli altrui nella responsabilità civile privata di chi fa equitazione per hobby», afferma Roland Bösch, responsabile Assicurazioni clientela privata presso l’Helvetia. Si consiglia questo complemento a coloro che fanno equitazione senza un cavallo di proprietà. Helvetia sostiene le spese di cura per il cavallo (secondo la somma d’assicurazione concordata), come pure la perdita di guadagno a seguito d’infortunio (secondo l’indennità giornaliera concordata), purché dimostrata, che subisce il proprietario.

Assicurazione malattie per il cavallo

«I propri animali domestici, anche i cavalli, nelle condizioni d’assicurazione valgono come cose e si possono assicurare con l’assicurazione mobilia domestica», spiega Roland Bösch. Per le spese di cura per il cavallo, il proprietario stipula un’assicurazione complementare per le spese di cura in caso d’infortunio e un’assicurazione malattie per cavalli. Roland Bösch consiglia vivamente questo complemento: «Anch’io sono comproprietario di un cavallo e so per esperienza che questi animali si fanno male facilmente», afferma. «E si possono far male non solo durante le cavalcate, ma anche in scuderia, al pascolo o in viaggio nel van di trasporto.»

Malintenzionati in scuderia

Non sono solo gli infortuni a far perdere soldi, ma anche il furto o il danno materiale possono colpire gli amanti dei cavalli. Anche l’attrezzatura del loro beniamino, come le briglie o la sella realizzata su misura, è assicurata nell’assicurazione mobilia domestica. Chi cavalca per hobby può contare sul suo complemento d’assicurazione nella responsabilità civile privata, se durante il periodo di noleggio va smarrita l’attrezzatura noleggiata. Se un cavallo viene rubato, il proprietario viene rimborsato al prezzo di mercato.

L’assicurazione per le spese di cura in caso d’infortunio di cavalli sportivi si estende in parte anche a infortuni che si verificano durante tornei. Quali sinistri sono coperti e quali assicurazioni sono utili, lo si dovrebbe chiarire in modo personalizzato con un consulente assicurativo. Per chi ama i cavalli, quindi, che abbia ambizioni sportive o sia solo un amatore, vale sempre la pena ricevere un’ampia consulenza per andare sul sicuro, succeda quel che succeda.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli