I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Consigli dell'esperto
Clienti privati
Abitazione & Proprietà
Previdenza & Salute

Ipoteca: criteri per il finanziamento

Avete trovato finalmente la casa ideale e concordato il prezzo d’acquisto. Ora si tratta di provvedere al finanziamento: quali sono i criteri da soddisfare per ottenere un’ipoteca? Gli esperti dell’Helvetia e di MoneyPark offrono una panoramica.

20 aprile 2018, testo: MoneyPark, foto: Helvetia / iStock

Un uomo e una donna stanno ridendo sul terreno. Caselle commoventi sono in background.
Finalmente avete trovato la casa dei sogni o l’appartamento ideale – gli esperti dell’Helvetia e di MoneyPark spiegano qual è l’ipoteca adatta.

Sono pochi gli acquirenti che possono finanziare completamente una casa o un appartamento con fondi propri. Generalmente, chi acquista una casa di proprietà ha bisogno di un credito, che in relazione agli immobili si chiama ipoteca. Per poter ottenere un’ipoteca, dal punto di vista degli istituti finanziari devono essere soddisfatti due criteri: il valore del credito ipotecario e la sostenibilità.

Il valore del credito ipotecario: il denaro ci dev’essere per davvero

Il valore del credito ipotecario descrive il rapporto tra il totale dell’ipoteca e il valore dell’immobile. Gli istituti finanziari concedono crediti fino all’80 percento del valore dell’immobile. Ciò significa che un acquirente deve disporre almeno del 20 percento di capitale proprio. Di questo 20 percento di capitale proprio, la metà deve essere disponibile in forma di cosiddetto «capitale proprio solido» e non deve provenire da fondi previdenziali prelevati anticipatamente. Il denaro ci deve quindi essere effettivamente e deve essere messo da parte dagli acquirenti.

Sostenibilità: finanziabile anche a lungo termine

Se l’acquirente ha risparmiato sufficiente capitale proprio, gli istituti finanziari verificano se l’immobile è finanziabile a lungo termine. La sostenibilità è data se non si deve utilizzare più di un terzo del reddito familiare lordo per le spese correnti dell’immobile. Queste, nel caso di un’ipoteca dell’Helvetia, corrispondono a un onere di finanziamento del 7%, costituito dai seguenti fattori: i costi di manutenzione ammontano all’1% del valore dell’immobile, a cui si aggiungono un ulteriore 1% per l’ammortamento e un tasso d’interesse teorico del 5%. Di regola la seconda ipoteca deve essere ammortizzata entro un termine prestabilito (nel caso di prodotti Helvetia entro il raggiungimento dell’età pensionabile).

Cercare offerte comparative

Oltre a questi criteri, possono variare la valutazione dell’immobile e la stima del reddito operate dai diversi offerenti. Per questo motivo per chi vuole accendere un’ipoteca è consigliabile procurarsi tre-cinque offerte di diversi operatori. Per poter fare dei confronti significativi, occorre contattare non solo banche, ma anche assicurazioni come l’Helvetia e casse pensioni.

Immagine di una divisione spaziale

L’Helvetia e MoneyPark, partner forti per le ipoteche

Nel dicembre 2016 Helvetia Gruppo ha acquisito il 70 percento del maggiore intermediario svizzero di ipoteche, MoneyPark. Con questa partecipazione di maggioranza, la compagnia d’assicurazioni investe in un nuovo modello aziendale e porta avanti la digitalizzazione. Nel Blog Helvetia esperti dell’Helvetia e di MoneyPark danno consigli su ipoteche e immobili.

Ipoteca dell'Helvetia

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli