I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Herzliche Gratulation!

    Mi interessano
    ?
    Si prega di verificare la connessione Internet
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Consigli dell'esperto
Clienti aziendali
Previdenza & Salute

PMI Pianificazione previdenziale per successione aziendale

In veste di titolare di una PMI dovreste organizzare per tempo il cambio generazionale in azienda. A seconda della soluzione da voi prescelta, sia che optiate per la cessione a un membro della famiglia o per la vendita, occorre adottare una strategia differente. Pertanto è opportuno valutare con sufficiente anticipo le possibilità in materia di successione e previdenza.

27 settembre 2018, testo: Mirjam Arnold, foto: Helvetia

Sulla foto si vedono due uomini che discutono d’affari.
Un titolare dell’impresa dovrebbe pianificare per tempo la cessione della sua azienda per avere il tempo necessario a investire il denaro nella previdenza.

La successione aziendale è una questione che coinvolge la sfera emotiva dei titolari di un’azienda. Nella migliore delle ipotesi, l’azienda dovrebbe poter restare in famiglia. A tal riguardo sono diversi i quesiti da affrontare: Come può un giovane imprenditore finanziare l’azienda di famiglia? Quale tipo di indennità è garantita ai figli che non lavorano in azienda? E in che modo il proprietario o la proprietaria possono finanziare la meritata pensione? L’importante è poter affrontare per tempo tutte queste questioni.

Investire, investire, investire

All’inizio gli imprenditori investono di norma tutto il loro denaro nell’azienda. In un primo momento, per poter finanziare l’impresa, ma successivamente anche per ragioni fiscali. In quest’ottica l’impresa è quindi quasi equiparabile a una cassa pensioni. A partire da un determinato momento pertanto, non solo vale la pena di investire in azienda, ma occorre anche pensare alla previdenza.

Lungimiranza ed eventuale cambio di strategia

A partire dal 50° anno d’età al massimo, un titolare di un’azienda dovrebbe cominciare a pensare al futuro della sua PMI. Ha intenzione di venderla o di cederla a un membro della sua famiglia?

Vendita dell’azienda

Se il proprietario intende vendere la sua azienda può continuare ad investirvi direttamente gran parte del suo denaro, il che, al momento della vendita della PMI, andrà ovviamente a suo vantaggio.

Cessione a un membro della famiglia

Il titolare che invece voglia lasciare l’azienda in eredità al figlio dovrebbe pianificare per tempo questo provvedimento. Iniziando con sufficiente anticipo ad investire in una soluzione previdenziale, consentirà all’imprenditore di disporre successivamente di una somma di denaro maggiore. In tal modo il figlio dell’imprenditore che rileva l’impresa di famiglia non dovrà rimborsare nulla al padre o, per lo meno, non il valore reale dell’azienda in quanto quest’ultimo è garantito dalla sua cassa pensioni. Gli altri eventuali fratelli che non partecipano all’azienda possono eventualmente beneficiare di una compensazione decennale. In tal modo la situazione sarebbe regolarizzata per tutti i membri della famiglia.

Successore alla guida


Il figlio che rileva l’azienda dovrebbe considerare i seguenti punti e prendere consapevolmente le necessarie decisioni:

  • Relazioni con le persone che occupano posizioni chiave: Gli impiegati compartecipano al successo di un’impresa e spesso il legame che li unisce all’imprenditore è piuttosto forte.  Il futuro responsabile dell’azienda deve valutare attentamente in che modo accogliere i suoi collaboratori, che tipo di relazione instaurare con loro e come poter tenere conto delle loro esigenze.
  • Infrastruttura: Il nuovo titolare dell’azienda deve decidere quali processi, già in uso ed efficaci, poter mantenere e dove invece è necessario introdurre eventualmente delle novità.
  • Concezione del rischio: A seconda dei piani occorre elaborare una nuova concezione del rischio e probabilmente adeguare di conseguenza le assicurazioni cose.

Assicurazione integrale

Eseguire in proprio la previdenza professionale richiede un notevole know-how specialistico e comporta un grande lavoro sul piano amministrativo. L’Helvetia rende la vostra previdenza del personale flessibile, trasparente e poco costosa; e il modello assicurativo integrale vi garantisce la massima sicurezza.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet