I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Herzliche Gratulation!

    Mi interessano
    ?
    Si prega di verificare la connessione Internet
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Consigli dell'esperto
Clienti aziendali

Proteggere i dati confidenziali dagli attacchi di phishing

Attualmente le PMI sono vittima di numerosi attacchi di phishing particolarmente insidiosi e difficili da individuare. Tramite un’impercettibile manipolazione del software utilizzato per effettuare i pagamenti, i malfattori trasferiscono denaro su conti all’estero. I soldi spariscono rapidamente e non si possono più recuperare. Sensibilizzate i vostri collaboratori e proteggete la vostra azienda dagli attacchi di phishing seguendo i nostri cinque consigli.

7 ottobre 2018, testo: Natascha Fabian, foto: Helvetia

Una donna e un uomo guardano un cellulare.
Sferrando attacchi di phishing i malintenzionati riescono ad accedere ai dati confidenziali relativi ad account e-mail o conti bancari. Ecco cinque misure preventive.

Il caso: un hacker invia a uno dei vostri collaboratori un’e-mail fraudolenta, tramite la quale viene a conoscenza dei dati d’accesso al software che utilizzate per effettuare i pagamenti. Senza che ve ne accorgiate, il cyber criminale preleva CHF 25 000 dal vostro conto e li trasferisce su un conto all’estero. Nonostante venga dato immediatamente l’allarme, il denaro non può più essere recuperato.

Cosa significa «phishing»?

Utilizzando siti web, e-mail o messaggi fraudolenti, i truffatori tentano di accedere ai dati confidenziali di ignari utenti Internet. Tali dati possono essere ad esempio le credenziali d’accesso agli account e-mail, i dati di login di piattaforme (di vendita e aste) come eBay oppure i dati d’accesso al sistema di e-banking.

Cinque misure preventive

Proteggete la vostra azienda adottando le cinque misure preventive indicate di seguito e istruite i vostri collaboratori sul tema dei cyber rischi.

  • Adottate una procedura di doppio controllo in concomitanza con transazioni di una certa entità (p.es. verifica collettiva).
  • In presenza di sistemi critici, è consigliabile adottare una procedura di autenticazione a più livelli.
  • Installate strumenti tecnici di protezione come firewall, antivirus ecc. e definite una policy ad hoc in materia di password.
  • Effettuate sempre gli aggiornamenti necessari e gestite adeguatamente/installate di frequente le patch di sicurezza messe a disposizione dai produttori del sistema operativo e dei software. 
  • Definite e implementate i trigger (p. es. limiti e condizioni quadro) del caso con la vostra banca, al fine di bloccare i pagamenti fraudolenti.

Istruite con particolare attenzione anche i vostri collaboratori, affinché siano in grado di riconoscere le e-mail fraudolente. Ora l’Helvetia offre alle PMI e ai loro collaboratori corsi gratuiti dedicati alla tematica della sicurezza. Scoprite ulteriori dettagli su come comportarsi in maniera corretta in rete e come gestire i dati confidenziali.

Una cyber assicurazione si fa carico dei costi risultanti...

  • dall’analisi dei danni, incluse le perizie tecniche, per stabilire la causa e l’entità del sinistro assicurato.
  • dal danno patrimoniale subito in seguito alla truffa.

Inoltre, in caso di sinistro, l’Helvetia mette a disposizione dei propri clienti una rete di esperti, composta, tra gli altri, da specialisti in materia di sicurezza informatica.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet