Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Comunicati stampa
Impegno & sponsoring
Svizzera

Helvetia dona 10‘000 alberi al Canton Friburgo

Con la donazione di 10'000 alberi l'Helvetia Assicurazioni contribuisce alla salvaguardia dei boschi di protezione del Cantone di Friburgo. Oltre alla Consigliera di Stato statale Marie Garnier hanno piantato i primi alberelli il prefetto Patrice Borcard, Jean-Pierre Doutaz, sindaco di Gruyère e deputato del Gran Consiglio, Dario Cologna, campione olimpico e LizAn Kuster, moderatrice e imprenditrice.
18.09.2015
schutzwald_fribourg20151.jpg
Assieme all’ufficio forestale del Canton Friburgo e del servizio forestale locale l’Helvetia Assicurazioni ha presentato nella popolare meta escursionistica Moléson il suo nuovo progetto di bosco di protezione. Nei prossimi mesi saranno piantati complessivamente 10'000 alberi nei territori comunali di Gruyère, Jaun e Plaffeien. Le abbondanti piogge e le susseguenti inondazioni verificatesi nell’ultima estate sono un'ulteriore conferma dell’importanza dei boschi di protezione, che offrono una protezione efficace trattenendo mediamente circa il 30 percento delle precipitazioni.

Il bosco di protezione non è gratuito
Jean-Pierre Doutaz, sindaco di Gruyère deputato del Gran Consiglio friburghese, ritiene indispensabile mantenere l'integrità dei boschi di protezione e intervenire con misure edili e pertanto ha affermato: «Accogliamo con grande riconoscenza l'aiuto fornitoci da istituzioni private come l'Helvetia.»

Per Philipp Gmür, CEO di Helvetia Svizzera, l'impegno profuso dalla compagnia assicurativa in favore dei boschi di protezione non ha bisogno di essere spiegato: «La nostra attività e la vita degli alberi, infatti, si misurano nell'arco di tempi molto lunghi». Thierry Schaerer, agente generale dell'Helvetia a Friburgo, individua un altro diretto collegamento con l'attività assicurativa: «Proprio come gli alberi, anche noi contribuiamo attivamente a scongiurare i danni alle persone e ai loro beni».

Oltre ai rappresentanti delle autorità forestali del cantone e della regione, anche i due ambasciatori dell'Helvetia per il bosco di protezione, il campione olimpico di sci di fondo Dario Cologna e la moderatrice nonché imprenditrice LizAn Kuster, hanno piantato i primi alberelli nelle zone boschive al disopra di Gruyère.

Dieci franchi per "adottare" un albero
Chiunque desideri sostenere i boschi di protezione può acquistare presso l'Helvetia un passaporto dell’albero al costo di dieci franchi. Ogni passaporto venduto finanzierà un albero in più che sarà piantato in un lotto appositamente prestabilito. Sul sito www.helvetia.ch/bosco-protezione sono disponibili le informazioni a riguardo e ai relativi progetti di boschi di protezione dell’Helvetia.


Didascalie delle foto:
Foto 1: Thierry Schaerer, agente generale Helvetia Friburgo, Jean-Pierre Doutaz, sindaco di Gruyère e deputato del Gran Consiglio, Dario Cologna, LizAn Kuster, Philipp Gmür, CEO Helvetia Svizzera, Patrice Borcard, prefetto del distretto della Gruyère e Willy Eyer, capo del settore Pericoli naturali del Ufficio bosco cantonale (da sin.)

Foto 2: Thierry Schaerer, agente generale Helvetia Friburgo, Dario Cologna, LizAn Kuster, Philipp Gmür, CEO Helvetia Svizzera (da sin.)

In allegato sono disponibili il factsheet e le attuali immagini. Ulteriori informazioni figurano al sito www.helvetia.ch/bosco-protezione.

Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito web www.helvetia.ch/media.

Informazioni di contatto
Helvetia Svizzera
Jonas Grossniklaus
Media Relations
St. Alban-Anlage 26
4002 Basilea
Telefono: +41 58 280 50 33
media.relations@helvetia.ch
www.helvetia.ch
Raccomandare questa pagina