Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Comunicati stampa
Svizzera
Arte

Apre all’Helvetia Art Foyer l’esposizione «Assemblage Bricolage Collage»

Il filo conduttore della mostra «Assemblage Bricolage Collage» –  attualmente visitabile all’Helvetia Art Foyer di Basilea fino a metà dicembre 2016 – è la manualità in tutte le sue sfaccettature. Tra gli artisti in cartellone figurano nomi quali Thomas Hirschhorn, huber.huber, Bernhard Luginbühl, Jean Tinguely e Beat Zoderer. L’Helvetia Art Foyer è aperto ogni giovedì sera. L’entrata è gratuita.
08.09.2016
kuehne_klein-schaetzwert2985000dollar.jpg
Nella terza mostra aperta al pubblico, l’Helvetia Art Foyer ospita presso il proprio spazio espositivo nella sede di Steinengraben, a Basilea, opere provenienti dalla collezione d’arte dell’Helvetia Assicurazioni e singoli prestiti, tutti con un denominatore comune: una tecnica di esecuzione che può essere definita con i termini «assemblage», «bricolage» o «collage». Da ciascuna delle espressioni artistiche esposte, in cui la manualità svolge un ruolo di primo piano, trasuda infatti la voglia di creare con le proprie mani, il desiderio di scoprire le qualità sensoriali dei materiali e, non da ultimo, la volontà di abbinare le più disparate realtà «quotidiane», cercando di inserirle in un nuovo contesto.

I collage di rovine di Thomas Hirschhorn
Tra i pezzi esposti ne figura ad esempio uno di Thomas Hirschhorn (*1957). Questo artista, noto per i suoi collage, ama raccogliere ritagli di giornale e stampe di fotografie tratte da internet per poi costruirci intere installazioni. Per mettere a punto l’opera «A Ruin is a Ruin», facente parte dell’ultima serie tra quelle finora realizzate, l’artista si è ispirato alla distruzione del sito archeologico della città siriana di Palmira, combinando immagini di rovine grandi e piccole, vecchie e nuove. Mettendo a confronto diverse epoche nella storia dell’umanità, si pone così l’eterno interrogativo del perché qualcosa cada in rovina.

Beat Zoderer e i suoi cocktail di arte e quotidianità
La mostra comprende anche cinque opere di Beat Zoderer (*1955), il quale ne ha supervisionato personalmente la collocazione. Nei suoi lavori, l’artista unisce arte e quotidianità. Quello che a prima vista viene percepito come geometrico e sistematico, ad uno sguardo più attento si rivela essere un insieme di fondi di bottega o materiali appartenenti alla vita quotidiana che l’artista ha assemblato osservando canoni estetici e strutturali ben precisi.

«Assemblage Bricolage Collage» annovera inoltre opere di Beni Bischof, Franziska Furter, huber.huber, Joos Hutter, Bernhard Luginbühl, Hendrikje Kühne e Beat Klein, Lutz & Guggisberg, Gerda Steiner e Jörg Lenzlinger, Hugo Suter nonché Jean Tinguely. La mostra è visitabile gratuitamente fino al 15 dicembre 2016 ogni giovedì dalle ore 16 alle ore 20. Grazie alle esposizioni nel suo Art Foyer, l’Helvetia fa conoscere al grande pubblico la propria collezione d’arte, che con oltre 1700 opere di circa 400 artisti è una delle più significative nel panorama dell’arte contemporanea svizzera.


Informazioni sulla mostra «Assemblage Bricolage Collage»
Dall’8 settembre fino al 15 dicembre 2016
Helvetia Assicurazioni, Art Foyer, Steinengraben 25, 4051 Basilea

Orari d’apertura dell’Helvetia Art Foyer
Ogni giovedì, dalle ore 16.00 alle ore 20.00

Ingresso libero


Nota per i professionisti dei media
I giornalisti possono visitare la mostra «Assemblage Bricolage Collage» al di fuori degli orari d’apertura. Per farlo sono pregati di contattare il Servizio Media Relations dell’Helvetia:

Telefono: +41 58 280 50 33
media.relations@helvetia.ch





Hendrikje Kühne/Beat Klein «Schätzwert $ 2,958,000» (valore stimato $ 2,958,000)


Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito web www.helvetia.ch/media.

Informazioni di contatto
Helvetia Svizzera
Jonas Grossniklaus
Media Relations
St. Alban-Anlage 26
4002 Basilea
Telefono: +41 58 280 50 33
media.relations@helvetia.ch
www.helvetia.ch
Raccomandare questa pagina