I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Herzliche Gratulation!

    Mi interessano
    ?
    Si prega di verificare la connessione Internet
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Comunicati stampa
Arte

«Tief verwurzelt – Weit verzweigt»: excursus artistico attraverso il bosco

Il bosco è l’argomento attorno a cui ruota «Tief verwurzelt – Weit verzweigt» (Profondamente radicato - Ampiamente ramificato), la mostra allestita attualmente nell’Helvetia Art Foyer. Attingendo alla collezione d’arte dell’Helvetia, l’esposizione propone diverse opere di Julian Charrière, Alain Huck, Michael Günzburger, Claudio Moser, Marianne Engel, Yves Netzhammer e altri artisti. L’Helvetia Art Foyer è aperto ogni giovedì dalle 16:00 alle 20:00, l’ingresso è gratuito.
17.10.2018
marianne_engel_stammbaum2009.jpg
Il bosco è uno spazio vitale, ed essendo una risorsa naturale, l’uomo sfrutta le sue funzioni a fini ecologici e, perché no, anche economici. In un certo senso l’uomo «addomestica» il bosco, in modo da poter sfruttare le sue risorse. Allo stesso tempo, il bosco rappresenta un po’ l’espressione della natura, che nell’arte e nella letteratura, Romanticismo in primis, è assurta immancabilmente al ruolo di scenario di trame e racconti nonché di luogo magico. L’essere umano vi trova pace ed equilibrio interiore, ma come viene rappresentato il bosco nell’arte contemporanea? L’esposizione in corso all’Helvetia Art Foyer presenta opere della collezione d’arte del nostro Gruppo assicurativo che mostrano prospettive diverse su questo tema. 
 
Profondamente radicato e ampiamente ramificato
Il disegno a carboncino di grande formato «Twin Roots II» di Alain Huck mostra il possente e impenetrabile groviglio formato dalle radici di due alberi. Nella foto di Claudio Moser «Howland Hill» lo sguardo è proiettato all’interno di una foresta, tra una selva di rami. Nelle opere fotografiche di Julian Charrière e Julius von Bismark si riflette nell’occhio di un cervo la boscaglia che attornia Chernobyl, un luogo abbandonato dall’uomo e costellato da rovine e ruderi. La mostra è arricchita da un prestito dell’artista Marianne Engel: un albero fosforescente brilla nel buio, misterioso e magico allo stesso tempo.
 
Il progetto dell’Helvetia dedicato ai boschi di protezione
Per l’Helvetia i boschi rivestono da diversi anni un’importanza particolare. La nostra Compagnia si impegna per mantenere «vivi e vegeti» i boschi di protezione, contribuendo così al rimboschimento e quindi proteggendo il territorio e i suoi abitanti da frane, cadute di sassi, smottamenti, valanghe e colate detritiche. L’attuale mostra accosta così due impegni molto diversi: l’entusiasmo per l’arte e il sostegno alle misure preventive legate ai boschi di protezione.
 
Impegno a favore dell’arte
L’Helvetia Art Foyer è uno spazio espositivo accessibile al pubblico situato presso la sede basilese della stessa compagnia d’assicurazioni. Nell’ambito di esposizioni monografiche, dialogiche e tematiche, l’Helvetia presenta al pubblico opere d’arte della propria collezione. Con circa 1800 opere di circa 400 artisti, la collezione d’arte del nostro Gruppo assicurativo internazionale è una delle più importanti per quanto concerne l’arte contemporanea svizzera. Inoltre all’Helvetia Art Foyer vengono invitati a organizzare mostre personali anche artisti selezionati. L’impegno dell’Helvetia a favore dell’arte comprende anche il premio artistico assegnato ogni anno ai giovani talenti.
 
Date della mostra «Tief verwurzelt – Weit verzweigt»
Dal 18 ottobre 2018 al 31 gennaio 2019
Ogni giovedì, dalle ore 16.00 alle ore 20.00
Helvetia Art Foyer, Steinengraben 25, 4051 Basilea
Ingresso gratuito
 
Indicazione per la stampa
I giornalisti possono visitare la mostra «Tief verwurzelt – Weit verzweigt» anche al di fuori degli orari di apertura. Per usufruire di questa opportunità, si prega di contrattare l’ufficio stampa dell’Helvetia.
 
Telefono: +41 58 280 50 33
media.relations@helvetia.ch
 

Marianne Engel, «Stammbaum» (Albero genealogico), 2009
pittura fluorescente su bonsai
 
 
Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito web www.helvetia.ch/media.

Informazioni di contatto
Helvetia Assicurazioni
Jonas Grossniklaus
Media Relations Manager
St. Alban-Anlage 26
4002 Basilea
LinkedIn: linkedin.com/in/jonasgrossniklaus
 
Telefono: +41 58 280 50 33
media.relations@helvetia.ch
www.helvetia.ch
Downloads & Links
Raccomandare questa pagina