Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

Il Musée d’art de Pully espone opere della collezione d’arte dell’Helvetia

La mostra «Perspectives» al Musée d’art de Pully (Vaud) esporrà fino al 6 dicembre opere della collezione d’arte dell’Helvetia. In concomitanza a questa iniziativa, il museo ha invitato i quattro artisti svizzero-tedeschi Albrecht Schnider, Monika Ursina Jäger, Andriu Deplazes e Beni Bischof a creare delle opere appositamente per la mostra.
25.09.2020
carl-liner_flueela1985.jpg
Il Musée d’art de Pully ha deciso di dedicarsi alla divulgazione e alla promozione dell’arte regionale e nazionale. Nella mostra «Perspectives», inaugurata lo scorso 11 settembre, sono esposte opere della collezione d’arte dell’Helvetia. Si possono ammirare i capolavori di artisti come Giovanni Giacometti, Thomas Huber, Olivier Mosset e Max Gubler. La mostra è suddivisa in quattro aree tematiche: architettura, paesaggio, geometria e figura umana. Per la prima volta in oltre 25 anni il pubblico della Svizzera occidentale potrà contemplare parte della collezione d’arte dell’Helvetia che copre oltre un secolo di arte svizzera. In occasione di questa mostra, il Musée d’art de Pully ha invitato quattro artisti svizzero-tedeschi a creare delle opere appositamente per la mostra. Con i loro lavori, Albrecht Schnider, Monika Ursina Jäger, Andriu Deplazes e Beni Bischof danno prova del proprio talento.
 
Nelle sale espositive è inoltre possibile ammirare opere di Miriam Cahn, Corsin Fontana, Silvia Bächli, Rudolf Maeglin, Andreas Christen e Claudia Comte.
 
Un grande impegno a favore dell’arte
La collezione d’arte dell’Helvetia, che attualmente comprende oltre 2000 opere di circa 400 artisti, è una delle più importanti nel campo dell’arte contemporanea svizzera. Le sue origini risalgono agli anni Quaranta. All’inizio dedicata principalmente a disegni e dipinti, la collezione aziendale dell’Helvetia si è gradualmente aperta ai nuovi media, alla scultura e alla fotografia. L’Helvetia fornisce i suoi servizi assicurativi anche in ambito artistico e devolve un grande impegno in questo settore. Con le mostre nell’Helvetia Art Foyer viene data agli artisti l’opportunità di presentare le loro opere a un vasto pubblico in uno spazio espositivo presso la sede principale di Basilea. Ogni anno vengono organizzate tre o quattro esposizioni. Tra le iniziative più rappresentative nell’ambito del nostro impegno a favore dell’arte possiamo citare il premio d’arte Helvetia, istituito per offrire un valido supporto a giovani artisti esordienti nonché vari progetti di digitalizzazione realizzati con alcuni musei svizzeri selezionati.
 
Indicazioni concernenti la mostra «Perspectives.La collection d’art Helvetia»: dall’11 settembre al 6 dicembre 2020
dal martedì al venerdì, dalle ore 14.00 alle ore 18.00;
sabato e domenica, dalle ore 11.00 alle ore 18.00;
Chemin Davel 2, 1009 Pully
www.museedartdepully.ch
 
Farbiger Saal
 
Thomas Huber, Farbiger Saal, 2006 © ProLitteris Zurich 2020
 
Il presente comunicato stampa è disponibile anche sul sito web www.helvetia.ch/media.

Informazioni di contatto
Media
Dominik Chiavi
Senior Manager Corporate Communications & PR
 
Telefono: +41 58 280 50 33
media.relations@helvetia.ch