I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    ?
    Si prega di verificare la connessione Internet
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Abitazione
Animali

L’assicurazione animali tutela dalle spese d’infortunio elevate

Il cane mangia un’esca avvelenata, un’auto investe il gatto: casi come questi sono già abbastanza gravi per chi ha un animale. Se non altro almeno i costi delle cure veterinarie non devono rappresentare un ostacolo alla loro guarigione. Ecco una panoramica delle coperture offerte dalle diverse assicurazioni.

28 gennaio 2019, testo: Katrin Meier, foto: istockphoto.com

Un cane
Nell’Helvetia Assicurazione mobilia domestica è possibile coassicurare anche gli animali domestici.

L’infortunio di un animale domestico può comportare notevoli spese: spesso, infatti, per chi ha un animale è impensabile ricorrere all’eutanasia veterinaria. La cosa migliore è non dover prendere decisioni come questa per motivi di costi: con l’assicurazione mobilia domestica, l’Helvetia offre dei moduli complementari perfettamente adeguati per gli animali domestici. In caso d’infortunio, ad esempio, l’assicurazione animale copre le spese veterinarie per cani, gatti e altri animali domestici.

«Si parla di infortunio anche quando l’animale viene ferito durante un trasporto», spiega Roland Bösch, esperto assicurativo dell’Helvetia. «Oppure quando viene avvelenato, ad esempio mangiando delle esche avvelenate che trova disseminate, cosa che purtroppo capita di frequente». In caso di sinistro l’Helvetia rimborsa le spese veterinarie e i costi dei trattamenti fisioterapici, oltre alle spese di eventuali operazioni e medicinali. Anche i trasporti d’urgenza con ambulanza veterinaria e i ricoveri ospedalieri sono coperti dall’assicurazione.

Lotte per la difesa del territorio e curiosità

Gli esperti sinistri dell’Helvetia registrano ogni anno circa 3’200 notifiche riguardanti animali e la tendenza è in aumento, come spiega Melanie Sauter, responsabile per il team Danni materiali dell’Helvetia. Le denunce di infortunio interessano spesso i gatti: «Ci vengono spesso segnalati ferite riportate in lotte per la difesa del territorio, infortuni della circolazione o incidenti di animali che saltando restano impigliati in un recinto e si tagliano il ventre». Non mancano neppure le segnalazioni più curiose: «Una volta è capitato che un cane rimanesse incastrato in un condotto fognario e dovesse essere tratto in salvo dai pompieri. Come fosse riuscito a entrarci, resta per tutti un mistero».

Trovare il veterinario giusto

Perché l’assicurazione animale paghi in caso di sinistro, occorre chiarire prima del trattamento quale formazione abbia conseguito il veterinario, come consiglia Roland Bösch: «Il veterinario deve essere un terapeuta diplomato, membro della Società dei veterinari svizzeri (SVS), o aver conseguito un diploma equivalente nel caso di un trattamento all’estero». Un’ulteriore condizione è che l’animale sia sano al momento della stipula dell’assicurazione.

Con l’assicurazione mobilia domestica il cliente può definire personalmente la somma massima per l’animale domestico, in base alla quale verrà calcolato il premio. Il limite previsto è di 2’000 o 5’000 franchi. «È bene valutare la situazione con lungimiranza», chiarisce Melanie Sauter: «Se ad esempio un cane si procura uno strappo al legamento crociato con un salto o una caduta, l’operazione può costare facilmente tra i duemila e i tremila franchi».

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli