Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

Tempi burrascosi

Ondate di canicola, piogge intense, grandine e uragani: raramente abbiamo assistito a così tanti fenomeni meteorologici estremi come quest’anno. Quali possono essere le conseguenze, lo vediamo tutti i giorni al telegiornale. Ma come possiamo prepararci al meglio a eventuali danni provocati dal maltempo?

3 agosto 2021, testo e foto: Helvetia

Nella foto si vede una donna che cerca di ripararsi con un ombrello. Ma il forte vento le rompe l’ombrello.
Quando sta per scoppiare una tempesta è meglio adottare subito le misure di sicurezza prima di correre al riparo.

Quando è in arrivo una tempesta, la tendenza è quella di ritirarsi tra le proprie quattro mura per proteggersi. Il piano è sempre il medesimo: stare in sicurezza fino a quando il tempo migliora. Nel frattempo, però, fuori tegole staccate e altri oggetti non fissati costituiscono un pericolo: a seconda della forza del vento, anche la caduta di alberi può diventare un problema. La tempesta, questo il termine quando i venti soffiano a una velocità pari o superiore ai 75 km/h, fa parte degli eventi naturali assicurati.

Ben preparati alla tempesta

Un allarme meteo sul cellulare avvisa se sono previsti forti venti e tempeste. In tal caso, per evitare danni e infortuni, bisognerebbe prendere alcune precauzioni di sicurezza. Basandovi sulla seguente lista di controllo, rendete casa e giardino a prova di tempesta e intemperie anche all’ultimo minuto.

Proteggere la casa dai danni causati dall’acqua, dalla grandine e dalla tempesta

  • Chiudere porte e finestre
  • Riavvolgere le tende parasole e le veneziane
  • Fissare o smontare listelli, assi e altri oggetti non fissati alla facciata
  • Posteggiare i veicoli in garage
  • Chiudere ermeticamente le aperture di porte e finestre
  • Tenere pronta la pompa idrovora in caso di allagamento all’interno dell’edificio
  • Scollegare gli apparecchi elettrici dalla rete
  • Staccare la corrente elettrica in cantina (rischio di cortocircuito in caso di inondazione)

Proteggere il giardino dai danni

  • Fissare oggetti, mobili da giardino, grandi vasi o fioriere, appesantirli con dei pesi o coprirli con un telo protettivo
  • Riporre le piante in vaso, i giochi e gli attrezzi da giardinaggio nonché gli elementi decorativi in casa
  • Legare alberi e arbusti
  • Smontare i trampolini

Comportamento corretto durante la tempesta

In caso di tempesta o di forti temporali, le persone possono restare facilmente ferite da alberi, tegole che cadono o oggetti portati dal vento. Ecco perché, oltre a proteggere la nostra proprietà, è importante pensare anche a se stessi. Vanno osservate le seguenti regole di sicurezza:

  • Se possibile, entrare rapidamente in casa e restarvi
  • Se la casa è circondata da alberi alti: evitare di stare in soffitta e nelle zone in prossimità delle finestre
  • Evitare impalcature, alberi alti e tralicci elettrici
  • Tenersi lontano da parchi, boschi, laghi e fiumi
  • Iniziare con il lavori di sgombero e pulizia solo una volta che la tempesta è finita

Provvedimenti dopo la tempesta

A intervalli regolari, ma in ogni caso dopo un forte temporale, dovreste controllare se la vostra casa e il vostro giardino hanno subito danni, al fine di prevenire i difetti. Solitamente, il tetto e la facciata sono i più colpiti. Pertanto, il tetto andrebbe controllato da un professionista che può sostituire eventuali tegole staccatesi. Occorre verificare il fissaggio dei pannelli solari e delle antenne paraboliche, come pure la stabilità di tettoie e aggetti. Controllare il dispositivo di fissaggio di tende parasole e gelosie e sostituire i materiali ammaccati. Se vi sono rivestimenti e fissaggi danneggiati sulla facciata, questi devono essere sostituiti da professionisti.
All’esterno della casa occorre verificare gli alberi e i rami che vanno potati o rimossi in caso di pericolo. Provvedere anche a una manutenzione regolare del sistema delle acque di scarico. A tale scopo, è necessario rimuovere le foglie dalle grondaie e controllare i deflettori e le pompe di scarico. Con queste misure, sarete ben preparati per la prossima tempesta.

Assicurazione mobilia domestica

Se nonostante tutto dovesse verificarsi un sinistro, l’assicurazione mobilia domestica copre i danni causati alla mobilia domestica da eventi naturali. Ne fanno parte tutti i beni personali mobili e gli animali domestici. La mobilia domestica è assicurata nel luogo specificato al momento della stipulazione del contratto d’assicurazione e indicato sulla polizza. I singoli oggetti possono essere in casa, nella casetta per gli attrezzi da giardinaggio che si trova sullo stesso sedime o nel garage.

Buono a sapersi: la copertura assicurativa è in vigore anche al di fuori del luogo assicurato. Per esempio, se avete lasciato la bicicletta alla stazione e questa viene danneggiata durante una tempesta, l’assicurazione mobilia domestica copre il danno.

Complemento per ambiente esterno dello stabile

L’ambiente esterno dello stabile (per esempio piante, piscine o una casetta per gli attrezzi da giardinaggio sullo stesso sedime) può essere incluso nell’assicurazione mobilia domestica tramite un’aggiunta. È importante sapere che il contenuto della casetta per gli attrezzi da giardinaggio è assicurato assieme alla mobilia domestica. La casetta, tuttavia, deve essere inclusa nell’assicurazione complementare «ambiente esterno dello stabile». Se si trova su un altro sedime, occorre stipulare un’assicurazione separata.

Danni allo stabile

I cantoni di Ginevra, Ticino, Appenzello Interno e Vallese sono gli unici quattro cantoni in cui l’assicurazione stabili non è obbligatoria. Nei cantoni di Uri, Svitto e Obvaldo, l’assicurazione stabili è prescritta, ma non viene stipulata tramite l’assicurazione cantonale per stabili, bensì presso assicuratori privati Se si verifica un danno allo stabile stesso, nella maggior parte dei cantoni interviene l’assicurazione cantonale per stabili. In gergo tecnico, la copertura si chiama «danni causati da eventi naturali». Ciò include anche i danni da tempesta. L’assicurazione danni della natura si assume i costi dei danni. È importante che i proprietari facciano valutare regolarmente lo stabile, per evitare di ritrovarsi in una situazione di sottoassicurazione.

Si prega di verificare la connessione a Internet