Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Arte
Clienti privati

Opere di Francisco Sierra all’Helvetia Art Foyer

Con l’esposizione «Die Bese Flöht et al.», l’Helvetia Art Foyer presenta il pittore svizzero Francisco Sierra. Le sue opere sono dipinte magistralmente, ma allo stesso tempo audaci e irriverenti. L’esposizione è aperta fino al aprile 2017, ogni giovedì dalle ore 16.00 alle ore 20.00.

15 marzo 2017, testo: Margrith Mermet, foto: Viktor Kolibàl

Con il titolo «Die Bese Flöht et al.» l’Helvetia Art Foyer mostra nell’attuale esposizione le opere del pittore svizzero Francisco Sierra, nato nel 1977 a Santiago de Chile. «I suoi lavori riflettono l’impatto della pittura figurativa classica sul contesto contemporaneo: figure dipinte magistralmente, ma allo stesso tempo audaci e irriverenti», afferma compiaciuta Nathalie Loch, la curatrice della collezione d’arte dell’Helvetia.

Nell’esposizione si possono ammirare 23 dipinti a olio della serie «NewExBolígrafo». Nei quadri si incontrano il mondo interiore e quello esteriore, l’arte figurativa e quella astratta; esseri scaturiti da sogni surreali si muovono all’interno di paesaggi fantastici. Spesso i dipinti a olio in piccolo formato sono preceduti da disegni fatti con la penna a sfera. «In spagnolo bolígrafo significa appunto penna a sfera. Da qui il titolo della serie, che dal 2015 è in costante ampliamento», spiega Nathalie Loch.

Astrazioni cromatiche e lavoro da certosino

L’opera che conferisce il titolo all’esposizione, «Die Bese Flöht», sembra di primo acchito una semplice scopa di saggina. A rendere il pezzo un’opera d’arte è il flauto dipinto sul manico. La scopa rappresenta gran parte dell’universo artistico di Francisco Sierra. Un universo quanto mai variegato: l’illusione pittorica si fonde con l’apparenza surreale, e la realtà dell’oggetto quotidiano con l’ispirazione fantastica, la musica e la pittura.

Un altro dipinto esposto è l’«Ex Ronda Rüebli», che ritrae con dovizia di particolari una teiera dal gusto kitsch. Con sguardo fotografico Sierra ha dipinto questo bizzarro oggetto con acribia e ricchezza di dettagli, lasciandolo poi fluttuare sulla tela come una sorta di gigantesco UFO, estraneo e al contempo familiare.

Conoscenti fatti di plastilina

Nell’Art Café, accanto alla sala espositiva, si possono ammirare alcune opere dell’artista ospite Camillo Paravicini. La sua serie fotografica intitolata «Untitled Portraits» mostra piccole figure di plastilina disposte su modelli in miniatura di sedie di design, in pose che le fanno apparire quanto mai umane. Figure che spingono davvero a chiedersi se non si tratta di questo o quel conoscente. «Sono felice di poter esporre anche «Garra Rufa», l’ultima opera di Paravicini», aggiunge Nathalie Loch, facendo notare la complessa tecnica della pittura dietro vetro. L’opera rappresenta un paio di piedi immersi nell’acqua, con delle striscioline rosse. Chi è ferrato in zoologia o frequenta una spa, conosce i piccoli pesci della specie Garra Rufa che vengono utilizzati per la cura della pelle.

L’impegno dell’Helvetia in favore dell’arte

Dal 2015 l’Helvetia Assicurazioni ospita regolarmente esposizioni d’arte nel suo Art Foyer di Basilea. L’obiettivo è da un lato quello di rendere accessibile al pubblico la propria collezione d’arte, che con oltre 1’700 opere di circa 400 artisti è una delle più significative nel panorama dell’arte contemporanea svizzera. Dall’altro lato si offre così agli artisti in cartellone una piattaforma all’Art Foyer. Nell’ambito del suo impegno per l’arte, l’Helvetia assegna anche ogni anno un premio per la promozione di nuovi talenti artistici.

Informazioni sull’esposizione «Die Bese Flöht et al.»

Fino al 13 aprile 2017
Ogni giovedì, dalle ore 16.00 alle ore 20.00

Helvetia Assicurazioni, Art Foyer, Steinengraben 25, 4051 Basilea
Ingresso libero  


Francisco Sierra

Nato nel 1977 a Santiago de Chile, Francisco Sierra si è trasferito in Svizzera con la sua famiglia all’età di nove anni. Dopo la maturità ha studiato violino. Oltre alla musica, la sua passione, sin dall’infanzia, è stata la pittura, che ha imparato da autodidatta. Il suo talento artistico trova espressione soprattutto nella pittura e nel disegno. In quanto membro del collettivo Jetpack Bellerive, Sierra è però attivo anche nel campo delle performance. Per la sua attività artistica, Francisco Sierra è stato insignito di numerosi riconoscimenti.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli