Cookie Disclaimer

L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










Arte
Clienti privati

Giardino d’arte botanica temporaneo

Riunendo le opere di sette artisti i curatori della mostra «Hortus Botanicus», tuttora in corso, hanno creato nell’Art Foyer della Compagnia un giardino botanico del tutto speciale. Tra gli artisti vi è anche Andriu Deplazes, il vincitore del premio d’arte Helvetia di quest’anno.

29 maggio 2017, testo: Margrith Mermet, foto: Viktor Kolibàl  

La prima cosa che visitatori notano varcando la soglia dell’Art Foyer è la mostruosa «Monstera». Palesemente visibile, la grande nuvola formata da una massa di foglie nere si libra nell’alto spazio espositivo. La pianta ornamentale d’appartamento «Monstera», appartenente alla famiglia delle «Aracee», subisce una mutazione a dir poco inquietante nell’installazione omonima creata da Franziska Furter. «L’artista ha riprodotto le foglie di questa pianta con PVC annerito, le ha fissate a rami di plastica e quindi appese al soffitto con fili di nylon», spiega Andreas Karcher, responsabile servizio specialistico Arte dell’Helvetia.

Nell’Helvetia Art Foyer si celebra l’apoteosi della natura

La mostra che si tiene attualmente nell’Helvetia Art Foyer raccoglie con il titolo «Hortus Botanicus» una serie di piante dipinte, disegnate, fotografate e costruite. Le opere di sette artisti creano nello spazio espositivo un giardino botanico di durata limitata. Si possono ammirare quadri, disegni e fotografie provenienti dalla collezione d’arte Helvetia nonché alcune opere ricevute in prestito. «Gli artisti non sono naturalisti e le loro opere non intendono tematizzare un giardino botanico» dice Karcher illustrando l’idea che sta dietro alla mostra. «Il filo comune che li unisce sta piuttosto nell’interesse con cui gli artisti vogliono scoprire e mettere in luce il potenziale estetico del regno vegetale. Per far ciò, non occorre raffigurare fedelmente e in modo scientifico il mondo delle piante. «L’obiettivo di questa mostra consiste nel riunire in uno spazio le opere che nella loro totalità rappresentano un giardino botanico temporaneo».

Le opere in mostra sono di Franziska Furter, Marianne Engel, Tobias Nussbaumer, Lorenz Oliver Schmid, Annelies Strba, Andriu Deplazes, Helmuth Mahrer e altri artisti. L’esposizione è gratuita e si tiene fino al 24 agosto 2017 (vedi riquadro informativo).

stories_helvetia-artfoyer-hortus-botanicus-03

«Hortus Botanicus»

Dal 27 aprile al 24 agosto 2017
Ogni giovedì dalle 16 fino alle 20h
Helvetia Assicurazioni, Art Foyer, Steinengraben 25, 4051 Basilea
Ingresso gratuito

Ulteriori informazioni

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri Articoli