Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

Stazione di ricarica per affitti e proprietà per piani

Una stazione di ricarica domestica in veste di locatari? L’Helvetia illustra come procedere con l’acquisto e come poterne ripartire i costi. Anche chi abita in una proprietà per piani troverà utili consigli.

12 ottobre 2021, testo: Torsten Schallmaier, foto: Getty Images

Wallbox per auto elettriche
Una propria stazione di ricarica nel garage condominiale? Se necessario, chiarite la questione con i vicini.

Ecco cosa dovrebbero sapere i locatari

Chi paga la stazione di ricarica?

I locatari non hanno il diritto di installare una propria stazione di ricarica. Consultate quindi il vostro locatore o l’amministrazione condominiale prima di installare una vostra wallbox. Se vi viene accordato il permesso, dovreste prima chiarire la questione della ripartizione dei costi. Nel migliore dei casi è il locatore a coprire tutte le spese. Oppure le include nel conteggio del canone di locazione. Di solito tuttavia i costi d’installazione sono in parte o, in base agli accordi presi, totalmente a carico del locatario interessato. Vi conviene quindi discutere preventivamente dei costi con il vostro locatore. Chiarite anche la questione di un’eventuale assicurazione della stazione di ricarica.

E se più affittuari sono interessati a usare la stazione di ricarica, converrebbe ripartire la spesa dell’acquisto. Discutete di questa possibilità con i vostri vicini.

E cosa fare in caso di trasloco?

Se avete partecipato come affittuari ai costi di una stazione di ricarica o ne avete pagato l’intero acquisto, se vi trasferite dovreste trattare la questione. Il locatore può ad esempio richiedere lo smantellamento dell’impianto. Se, dopo il vostro trasloco, la stazione di ricarica dovesse continuare ad essere utilizzata, avrete diritto a un’indennità per un aumento di valore. Affrontate quindi l’argomento per tempo se pianificate un trasloco.

Consigli per i proprietari per piani

È la comunità dei proprietari a decidere

Gli immobili facenti parte di una proprietà per piani dispongono di solito di un garage condominiale. Chiunque voglia installarvi una stazione di ricarica deve avere il consenso dell’assemblea dei comproprietari. I proprietari per piani conoscono le regole di deliberazione: una misura edile viene classificata come necessaria, utile o di lusso e deve in ogni caso essere approvata con diversi tipi di maggioranza. L’installazione di una stazione di ricarica è senz’altro considerata una misura edile utile, ma non necessaria.

Un consiglio: vale la pena affrontare la questione assieme a tutti i comproprietari. È molto probabile che anche altre persone siano interessate alla modifica e che quindi sia opportuno elaborare un progetto globale per l’intero immobile.

Conteggio e consumo effettivo di corrente

Conteggio equo del consumo

Chiunque, affittuario o proprietario che sia, utilizzi la stazione di ricarica deve poterne conteggiare separatamente il consumo. Se è solo una persona a usufruire della stazione di ricarica, il conteggio del consumo dovrebbe avvenire tramite il contatore del suo appartamento o quello della stazione stessa. Se invece sono diverse le persone interessate, è possibile ricorrere alle carte dotate di chip RFID che consentono di conteggiare separatamente il consumo di corrente per persona.

Gestione del carico elettrico

Un’erogazione intelligente di corrente può essere ottenuta con la cosiddetta gestione del carico elettrico che bilancia il consumo energetico tra stazioni di ricarica e il resto dello stabile. In tal modo si evita il sovraccarico della rete elettrica quando vengono ricaricate più auto in contemporanea nello stesso edificio. Il dispositivo per la gestione del carico elettrico dovrebbe essere installato solo da un esperto.

Viaggiare con un veicolo elettrico con Helvetia e MOVE: i vantaggi raddoppiano.

MOVE offre una delle maggiori reti pubbliche di ricarica per le auto elettriche. Se stipulate una nuova assicurazione per un’automobile ibrida plug-in o elettrica entro il 31 dicembre 2021, l’Helvetia vi regala la prima tassa annua dell’abbonamento MOVE comfort del valore di CHF 59.-, compreso un credito iniziale di CHF 20.-. Così potrete ricaricare il vostro veicolo a tariffe allettanti sia in Svizzera che all’estero.

Si prega di verificare la connessione a Internet