I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Impegno
Clienti aziendali
Clienti privati

Swiss Media Forum: dibattito con i CEO sugli effetti della digitalizzazione

Quello della digitalizzazione è un argomento di grande rilevanza in ambito mediatico, ma non solo: come dimostrato dal dibattito tenutosi presso lo Swiss Media Forum, sono anche altri settori, tra i quali le assicurazioni, a dover affrontare queste sfide. Quattro CEO, fra cui Philipp Gmür per l'Helvetia, hanno discusso della problematica rispondendo alle domande poste da Susanne Wille.

28 settembre 2016, text: Christina Wahlstrand-Hartmann / Jonas Grossniklaus, photos: SwissMediaForum / Jean-Pierre Ritler

Dibattito con i CEO allo Swiss Media Forum: sotto la moderazione di Susanne Wille (al centro) Marcel Stalder (EY), Susanne Ruoff (Posta), Urs Schaeppi (Swisscom) e Philipp Gmür (Helvetia) discutono sugli effetti della digitalizzazione per il loro settore.
Dibattito con i CEO allo Swiss Media Forum: sotto la moderazione di Susanne Wille, Marcel Stalder (EY), Susanne Ruoff (Posta), Urs Schaeppi (Swisscom) e Philipp Gmür.

Il quotidiano tedesco «BILD» costituisce un chiaro esempio della trasformazione digitale in atto nel settore mediatico: la BILD continua a conseguire buoni guadagni sui propri prodotti stampati, ha affermato allo Swiss Media Forum Kai Diekmann, ex caporedattore e attuale editore della BILD Zeitung. Tuttavia il quotidiano registra attualmente oltre 300'000 abbonamenti digitali: «se la BILD non facesse concorrenza a se stessa con la propria edizione online, probabilmente soccomberebbe ai competitori».

Quattro CEO si esprimono in merito alla digitalizzazione

Ma l’effetto dirompente prodotto dalla digitalizzazione non riguarda soltanto il settore dei media. Gli esempi in tal senso sono molteplici e ampiamente noti: Amazon ha prodotto conseguenze di portata inimmaginabile nel commercio di libri, Facebook e Google per il mercato pubblicitario e Uber per il settore dei taxi. Nella successiva tavola rotonda, il punto è stato ribadito anche dai CEO Susanne Ruoff (La Posta), Urs Schaeppi (Swisscom), Marcel Stalder (EY) e Philipp Gmür (Helvetia). Tutti hanno infatti sottolineato la forza dirompente che la digitalizzazione comporta per il rispettivo settore.

Opportunità al di là della tradizionale visita ai clienti

Philipp Gmür ha evidenziato come gli elementi dirompenti si trovino spesso in collocazioni inattese: «Per questo l’Helvetia deve verificare la presenza di sbocchi innovativi nei propri modelli operativi e aprirsi a nuove possibilità di interazione con i clienti». Oggi i mercati sono più sfaccettati e diversificati anche per le assicurazioni, a fronte di catene di creazione di valore più integrali. Con frequenza sempre maggiore si delineano quindi opportunità che vanno ben oltre le tradizionali visite ai clienti da parte del consulente assicurativo. Gli offerenti potrebbero ad esempio vendere online un bene di consumo e, come parte del pacchetto, fornire anche una garanzia. «In ultima analisi, tale garanzia non è altro che un’assicurazione, anche se l’acquirente non la percepisce come tale».

Agilità e coraggio di osare

Affinché un’azienda come l’Helvetia sia ben attrezzata per il cambiamento digitale è necessaria tra l’altro un’adeguata agilità, ha spiegato Gmür. È peraltro opportuno operare sempre più a livello trasversale tra i gradi gerarchici, adottando una prospettiva «outside in». I collaboratori possono anzi devono sperimentare cose nuove, occorre però dare loro anche la possibilità di sbagliare. «Questo principio non vale ovviamente per tutti i settori operativi, e in particolare non per i prodotti previdenziali orientati al lungo termine, ma proprio nello sviluppo di nuovi modelli operativi e nel miglioramento dell’interazione con i clienti occorre anche avere il coraggio di osare», afferma con convinzione il CEO dell’Helvetia. Il cliente «ibrido» ha diverse esigenze: a volte vuole il servizio online, a volte cerca il contatto diretto con il consulente. La gestione delle sfide della digitalizzazione comporta inoltre anche la necessità di un cambiamento culturale in un settore altrimenti piuttosto compassato.

La Posta: soluzioni digitali e non

Un parere pressoché analogo è stato espresso da Susanne Ruoff della Posta. La CEO del gigante giallo non prevede infatti che in futuro la sua azienda opererà soltanto attraverso canali digitali, bensì il tutto correrà su binari paralleli; in altre parole, la Posta continuerà a svolgere un ruolo di primo piano anche per quanto concerne i trasporti fisici. Di pari passo con il cambiamento delle abitudini di acquisto – basti pensare all’e-commerce – già oggi la Posta è infatti chiamata a potenziare addirittura tali servizi in determinati settori.

Dirigenti come esempi di riferimento

Nel complesso, la tavola rotonda ha evidenziato in maniera lampante che la digitalizzazione comporterà profonde trasformazioni in tutti i settori. E non si tratta soltanto delle novità tecniche, bensì anche della gestione delle stesse. Le aziende sono inoltre chiamate ad adeguare la propria cultura a questi nuovi scenari. Urs Schaeppi di Swisscom ritiene che, a tale riguardo, ad essere chiamati in causa siano soprattutto i dirigenti, i quali devono farsi trovare in prima linea nel dare il buon esempio.

stories_swiss-media-forum-2016-01

Il congresso mediatico svizzero

Lo Swiss Media Forum riunisce ogni anno i rappresentanti di spicco del settore mediatico: editori, caporedattori e giornalisti di tutte le principali testate svizzere ed estere si incontrano per discutere sulle tendenze e gli sviluppi del proprio settore. Lo Swiss Media Forum si è svolto quest'anno dal 22 al 23 settembre presso il Kultur- und Kongresszentrum KKL di Lucerna ponendo l’accento sul tema della digitalizzazione.

www.swissmediaforum.ch

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri Articoli