I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Impegno
Clienti aziendali

Galleria di base San Gottardo: un progetto unico

Il 1° giugno 2016 sarà inaugurata la Galleria di base del San Gottardo, lunga 57 chilometri. Ad assicurare il progetto NTFA è un consorzio, mentre la gestione del contratto è affidata all’Helvetia Assicurazioni.

4 maggio 2016, testo: Jonas Grossniklaus, foto: AlpTransit San Gottardo SA

Anche il lavori di implementazione della tecnica ferroviaria rientravano nella copertura assicurativa.
L’Helvetia assicura la Galleria di base del San Gottardo che sarà inaugurata a giugno, collegando la Svizzera tedesca al Ticino.

La nuova galleria del San Gottardo è una pietra miliare nella storia dell’arte ingegneristica. Anche per il settore assicurativo il progetto ha rappresentato una sfida epocale. Responsabile dell’assicurazione del progetto NTFA è stata fin dall’inizio la Nationale Suisse che nel frattempo si è unita all’Helvetia Assicurazioni. Il pacchetto assicurativo comprendeva polizze per i lavori di costruzione, il montaggio e contro gli infortuni dei visitatori, nonché polizze di responsabilità civile per danni agli oggetti, le persone e patrimoniali. L’Helvetia ha condiviso in parti uguali con l’Allianz Suisse il rischio assicurativo che comportava l'opera edile del secolo.

Un progetto di tale portata implicava svariate sfide. «Dall’emissione della polizza nel 2000 lo stato della tecnica e gli aspetti del rischio si sono costantemente modificati, per non parlare delle immense problematiche di carattere geologico, le cui conseguenze non erano sempre facilmente calcolabili», spiega Harald Scheer che segue il progetto assicurativo NTFA dai tempi della Nationale Suisse. Prima di concludere il contratto con l’Alptransit San Gottardo SA, durante la fase d’appalto occorreva comprendere a fondo i particolari rischi derivanti dall'attuazione del progetto e far confluire tutti gli aspetti e le valutazioni in un’interessante offerta da sottoporre alla committente.

Rischi all’interno e al di sopra della galleria

Il core business di una assicuratore di gallerie è costituito dall’assicurazione lavori di costruzione che si assume le spese risultanti dal ripristino di opere edili distrutte. Se ad esempio a causa di un evento geologico inaspettato, si verifica un «colpo di montagna» con il distacco improvviso di blocchi di roccia che danneggiano il tratto di galleria già costruito, l’onere supplementare per il ripristino risulta coperto. Non rientrano invece nelle prestazioni assicurative le spese supplementari causate da rischi prevedibili. La committente deve pertanto predisporre in qualsiasi momento le misure precauzionali necessarie e ragionevoli atte ad evitare tali eventi.

La copertura di responsabilità civile tutela la committente da pretese di terzi in caso di danno. In seguito a cedimenti della superficie sovrastante il portale del tunnel si possono ad esempio verificare danni a costruzioni stradali o dighe. Durante i lavori di costruzione della galleria del San Gottardo tale rischio avrebbe in concreto potuto pregiudicare le mura della diga Nalps, a sud di Sedrun. Non si è però sono verificato alcun danno.

Vent’anni di continuità nel management assicurativo

Nel frattempo nella Galleria di base del San Gottardo si stanno eseguendo i lavori conclusivi. Per gli assicuratori il mandato NTFA volge lentamente al termine. Le assicurazioni per i lavori di costruzione, montaggio e contro gli infortuni dei visitatori scadranno il 30 giugno di quest’anno. L’assicurazione di responsabilità civile resta invece in vigore fino alla fine del 2016. Dopodiché il traffico ferroviario inizierà ad attraversare la galleria secondo i tempi previsti. Per il Monte Ceneri il mandato assicurativo manterrà la propria validità fino al 2019. Per quanto riguarda la Galleria di base del San Gottardo la committente e gli assicuratori possono considerare il progetto conclusosi con successo, anche grazie al costante impegno nella gestione del rischio assicurativo durante due decenni.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli