Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

Ecco come le aziende assicurano il loro parco veicoli

A seconda della loro dimensione e del tipo di attività, le aziende necessitano di svariati tipi di veicoli. E altrettanto diverse sono le loro esigenze in materia di assicurazione. È per questo motivo che vale la pena richiedere una soluzione su misura agli esperti del settore.

12 marzo 2021, testo: Hansjörg Ryser, foto: Depositphotos

Flotta di veicoli
L'assicurazione della flotta riduce il lavoro amministrativo. Questo permette alle aziende di concentrarsi completamente sul loro core business.

I veicoli aziendali vengono utilizzati per gli scopi più disparati: Il parco veicoli di un’impresa di costruzioni ad esempio comprende camion, escavatori, rulli compressori o autofurgoni. Gli architetti si spostano da un cantiere all’altro utilizzando l’auto aziendale. Un’azienda elettrica trasporta con i suoi veicoli diverso materiale. Spesso i collaboratori usano i veicoli aziendali anche per motivi privati. Dal punto di vista assicurativo si tiene perciò conto dei rischi più disparati per i quali occorre valutare la soluzione più adatta alle esigenze dell’impresa.

Una polizza per parchi veicoli riduce l’onere amministrativo

Pertanto, nella scelta di un’assicurazione per flotte aziendali non si dovrebbe in primo luogo tener conto del ribasso di quantità, ma piuttosto della complessità di un tale prodotto e del suo grado di efficacia e sicurezza. In caso di nuove immatricolazioni o qualora dei veicoli vengano messi fuori servizio, l’assicurazione viene automaticamente adeguata e i veicoli inclusi o esclusi direttamente nella polizza. In caso di necessità l’assicurazione deve funzionare senza alcun intoppo affinché lo stipulante e i collaboratori che utilizzano il veicolo siano assicurati al meglio; perché, in fin dei conti, una polizza per parchi veicoli riduce gli oneri amministrativi.

Copertura di base e moduli assicurativi

I moduli assicurativi più importanti, oltre all’assicurazione di responsabilità civile obbligatoria, sono l’assicurazione casco parziale e totale nonché la copertura per passeggeri in caso di infortunio. La scelta di altri moduli, come ad esempio i danni arrecati a veicoli parcheggiati o l’assicurazione cross liability, che copre i danni conseguenti alla collisione fra i propri veicoli aziendali, consente inoltre di adeguare il prodotto alle esigenze individuali.

La copertura Assistance, che in molti casi garantisce il mantenimento della catena di fornitura e altri processi aziendali, può anche essere stipulata per veicoli a motore pesanti. Pertanto l’Helvetia organizza l’intervento e fornisce il proprio supporto ad esempio anche in caso di un camion in panne. I danni agli pneumatici vengono direttamente riparati in loco e indennizzati dall’Helvetia.

L’assicurazione flotte aziendali dell’Helvetia – copertura orientata al cliente e personalizzata, in ogni situazione.

In viaggio con un veicolo aziendale

I collaboratori dovrebbero considerare che la clausola di «guida occasionale di veicoli di terzi» prevista dalla loro assicurazione RC privata non sarebbe sufficiente se, in caso di danni alla vettura, il datore di lavoro richiedesse un risarcimento per eventuali perdite di bonus o franchigie. L’utilizzo dei veicoli aziendali deve essere esplicitamente elencato nella polizza di RC privata.

Regolamentare anche l’uso privato

Se si utilizza regolarmente una vettura di servizio ad uso privato e professionale, i relativi diritti e i doveri dovrebbero essere sanciti in un contratto d’uso, in accordo con il datore di lavoro. Le condizioni per l’uso privato vanno preferibilmente stabilite in un regolamento. Nel caso in cui invece la vettura privata vega usata per viaggi d’affari, sarà l’azienda a dover coprire i costi di eventuali danni e pertanto dovrebbe stipulare un’assicurazione casco per viaggi d’affari se i veicoli privati vengono usati regolarmente.

Evitare i danni

Chi sottopone regolarmente i veicoli aziendali a interventi di manutenzione e impiega solo collaboratori sufficientemente qualificati per l’uso di veicoli speciali, come ad esempio macchine edili o carrelli elevatori a forca, può evitare danni o incidenti. In più, l’acquisto di modelli possibilmente simili di uno stesso tipo di vettura facilita l’uso corretto da parte dei collaboratori. Inoltre non si dovrebbe risparmiare sull’adozione di sistemi di assistenza alla guida e misure di sicurezza. Indubbiamente è sempre la/il conducente ad essere responsabile del rispetto delle regole del codice della strada, anche se sono i suoi superiori a metterle o mettergli fretta.

Si prega di verificare la connessione a Internet