Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

Allegati e-mail pericolosi

È sufficiente un attimo di disattenzione per aprire involontariamente un allegato a un’e-mail contenente un malware (software dannoso) in grado di bloccare tutte le attività. Proteggete la vostra azienda da un cyber attacco seguendo i nostri cinque consigli e sensibilizzate i vostri collaboratori tramite e-learning.

17 settembre 2018, testo: Natascha Fabian, foto: Helvetia

Un uomo è seduto su un muro con un computer portatile sulle ginocchia.
Pericolo nelle e-mail: Proteggete la vostra azienda seguendo i nostri cinque consigli.

Esempio: un collaboratore riceve un’e-mail contenente in allegato un malware, che apre per sbaglio. Il malware cripta l’intero contenuto del server della piccola impresa, bloccando ogni attività aziendale, poiché tutti i processi sono gestiti a livello digitale. L’interruzione si protrae fino a quando i sistemi sono stati installati di nuovo. 

Cosa è un malware?

Malware è un termine generico che comprende tutti i tipi di software dannosi, sviluppati con l'intenzione di arrecare danni agli utenti. Esistono diverse sottocategorie di malware, come ad esempio virus, trojan, rootkit o spyware. Per installare un malware i criminali informatici sfruttano una falla nella sicurezza del sistema. Ciò può accadere, come nell’esempio citato, tramite un allegato di posta elettronica, ma anche navigando sul web o aprendo un file scaricato. I malintenzionati riescono così ad accedere al sistema per rubare denaro o informazioni, oppure infettano il PC per poi ricattare l’azienda. 

Cinque misure preventive

Proteggete la vostra azienda adottando le cinque misure preventive elencate qui di seguito e sensibilizzate i vostri collaboratori quanto ai cyber rischi. 

  • Adozione di misure di protezione a livello tecnico come firewall, scanner antivirus, creazione di segmenti di rete dedicati, ecc.
  • Monitoraggio costante dei più importanti parametri funzionali e di protezione dei dati nonché backup quotidiano.
  • Applicazione a livello tecnico di una policy relativa alle password e alla gestione delle autorizzazioni.
  • Gestione e installazione regolare e frequente degli aggiornamenti e dei patch messi a disposizione dai produttori del sistema operativo e dei software.
  • Definizione di misure di ripristino. 

Inoltre, risulta particolarmente importante la formazione dei collaboratori, affinché siano in grado di riconoscere, nel limite del possibile, eventuali malware presenti nelle e-mail. Quale novità, l’Helvetia offre alle PMI e ai loro collaboratori corsi sulla sicurezza gratuiti. Informatevi sul comportamento corretto da adottare nel web e sul trattamento dei dati confidenziali.

In caso di attacco con malware, una cyber assicurazione copre i seguenti costi correlati a:

  • ripristino dei dati da un back-up
  • ricostruzione manuale di quei dati che per motivi tecnici non possono più essere ripristinati dal back up
  • costi supplementari per mantenere l’esercizio (ad es. straordinari effettuati dai collaboratori durante il fine settimana per ripristinare il sistema)
  • perdita di guadagno dovuta all’interruzione delle attività
  • analisi del sinistro, inclusa la perizia necessaria a determinare la causa e l’estensione del sinistro assicurato.

Inoltre, in caso di sinistro, l’Helvetia mette a disposizione una rete di esperti, composta tra l’altro da specialisti della sicurezza informatica. L’obiettivo consiste nel poter riprendere l’esercizio il prima possibile.

Si prega di verificare la connessione a Internet