Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto





La previdenza all’epoca delle modalità di lavoro flessibili

La previdenza è una tematica che tutti noi dovremmo affrontare per tempo e, soprattutto, a intervalli regolari. Questo perché le modalità di lavoro stanno diventando più flessibili, le interruzioni significative dell’attività lavorativa diventano sempre più frequenti e i pensionamenti parziali, anticipati e tardivi sono in aumento. In che modo tutto ciò influisce sulla previdenza?

26 ottobre 2020, testo: Mirjam Arnold, foto: Deposit

La previdenza all’epoca delle modalità di lavoro flessibili

Prima viene effettuata la pianificazione per tutelarsi dai rischi, proteggere il partner o la famiglia e garantirsi una certa sicurezza finanziaria una volta andati in pensione, tanto più accuratamente ci si potrà organizzare. La vita di ciascuno di noi è caratterizzata da un susseguirsi di cambiamenti e di conseguenza variano anche i rischi associati a queste evoluzioni. Che si tratti della tutela della famiglia al momento dell’acquisto di un’abitazione di proprietà, del/della convivente in una famiglia patchwork o del partner commerciale nell’ambito di una determinata società, ciascuno di noi ha bisogno di una copertura adeguata per tutelare le proprie esigenze.

Occorre essere consapevoli dei risvolti della flessibilità a livello di soluzioni previdenziali

Le evoluzioni nell’ambito della propria attività/carriera professionale o il processo di lavoro influiscono sulla quantità di denaro che sarà disponibile una volta andati in pensione. La crescente varietà delle modalità di lavoro e le differenti opportunità di plasmare il proprio futuro professionale conferiscono un’importanza sempre maggiore alla pianificazione anticipata della propria soluzione previdenziale in vista della vecchiaia. Perché, indipendentemente dal fatto che si inizi una nuova carriera professionale all’età di 50 anni, che si voglia ridurre il proprio grado di occupazione in veste di padre o che ci si voglia concedere un anno sabbatico, tutte queste decisioni influiscono sulla situazione previdenziale e di solito hanno un impatto sulle prestazioni previdenziali. È quindi fondamentale essere consapevoli degli effetti di tali decisioni e informarsi su quali conseguenze quest’ultime possono sortire sulle prestazioni previdenziali e di vecchiaia. Anche il fatto di non andare in pensione alla data «prevista» si ripercuoterà ulteriormente sulle prestazioni a cui si avrà diritto dopo il pensionamento.

Come stanno cambiando le soluzioni previdenziali in vista della vecchiaia

La società sta cambiando e le soluzioni previdenziali in vista della vecchiaia devono adeguarsi a questi mutamenti. L’AVS e la previdenza professionale, da cui dipendono le nostre prestazioni di vecchiaia, attualmente si trovano in un’impasse per quanto concerne la loro riforma. Per la maggioranza delle persone residenti in Svizzera, tuttavia, queste prestazioni rappresentano la maggior parte del loro reddito una volta andate in pensione. Ognuno deve quindi riflettere in merito alla propria situazione previdenziale, effettuando le relative valutazioni sulla base della propria situazione e degli obiettivi personali.

Cosa comporta tutto questo per me?

Da un lato, è importante considerare gli ambiti sui quali si può influire personalmente: come posso organizzare la mia vita privata e professionale? Con quali conseguenze attuali per la mia copertura e più tardi per la mia previdenza?

Dall’altro, dobbiamo essere consapevoli del fatto che anche le assicurazioni sociali e l’offerta della previdenza privata si adattano costantemente ai cambiamenti sociali in atto. Ciò comporta dei cambiamenti in termini di prestazioni. È quindi molto importante rivalutare regolarmente la propria situazione previdenziale, eventualmente anche come coppia o nei riguardi dell’intera famiglia.

È necessario prendere l’iniziativa

Per quel che concerne la previdenza professionale per uomini e donne valgono le medesime regole: più breve è il periodo in cui è stata svolta un’attività lavorativa e minore è il reddito, e ancora inferiore sarà il capitale o la rendita una volta andati in pensione. Proprio per questo motivo, a cui si aggiungono i tassi d’interesse ai minimi storici, è ancora più importante risparmiare di propria iniziativa in vista della vecchiaia. Da giovani non è sempre facile e nemmeno quando si ha una famiglia, perché spesso alla fine del mese rimane poco da mettere da parte. Le donne che si assentono dal lavoro per periodi prolungati a causa della maternità sono interessate in maniera ancora più marcata da questa problematica. Ciononostante, chi desidera garantirsi una certa indipendenza finanziaria dopo il pensionamento, dovrebbe sforzarsi di mettere da parte qualcosa. Prima si comincia e meglio è.

Richiedere una consulenza

I consulenti dell’Helvetia saranno lieti di aiutarvi a prescindere dalle vostre esigenze previdenziali, dagli obiettivi di risparmio e da come desiderate strutturare la vostra soluzione previdenziale personale.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet