I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Ritratti
Clienti aziendali
Video

Macelleria Felder: carne dalla regione – da generazioni

Alcuni «macellai di paese» oggi devono inchinarsi di fronte ai grandi distributori. I margini di guadagno sono bassi e la pressione esercitata dall’esterno – carne più conveniente – è alta. Un videoritratto dell’impresa familiare Felder, nella Svizzera centrale, ci dimostra che non è sempre così.

25 agosto 2014, testo: Michael Bolliger, video / foto: Katrin Meier, Michael Bolliger

Le nuvole basse avvolgono quasi interamente i Mythen, le montagne che sovrastano la città di Svitto. In questa giornata triste e piovosa se ne intravvede soltanto il profilo. Uno spettacolo ben diverso da quello offerto dai camion della macelleria Felder di Seewen, che entrano ed escono senza sosta dal parcheggio dell’azienda. Una fotografia a colori della catena montuosa orna la flotta aziendale, rappresentando la stabilità e il profondo radicamento dell’azienda nella regione. «All’epoca mio nonno trasformò una vecchia falegnameria in una macelleria», racconta Marcel Felder, uno dei tre fratelli oggi a capo dell’azienda.

Fondata a Svitto nel 1948, la macelleria rimase in città fino alla metà degli anni ’90. Manzi, vitelli e maiali che pascolano sui prati della Svizzera centrale vengono tuttora portati al macello a Svitto. «Ma non più per molto; in effetti presto ci occuperemo anche della macellazione presso i nostri stabilimenti di produzione», spiega il mastro macellaio indicando le modine sul parcheggio di fronte.

Nel corso degli anni la produzione è cambiata, ma è soprattutto aumentata. Gli impianti oggi sono più grossi e voluminosi. Le macchine fanno capo alle tecnologie più recenti e i circa 80 collaboratori trasformano la materia prima – la carne – in deliziose specialità del marchio Swiss Tell. Ma nonostante i continui cambiamenti, una cosa è rimasta: la famiglia, che continua a gestire la propria impresa di stampo artigianale. Oggi ai vertici dell’azienda troviamo la terza generazione, ossia i fratelli Marcel, René e Hans.

«Non ci sono quasi mai discussioni, poiché ognuno di noi gestisce un settore diverso» spiega Marcel, responsabile anche della produzione e dello spaccio aziendale. «Hans si occupa dell’acquisto del bestiame e René dirige il reparto vendita». I canali di distribuzione sono principalmente le macellerie, il commercio al dettaglio e i ristoranti, per i quali l’azienda prepara specialità di carne in base ai loro desideri.

La qualità dei prodotti artigianali della macelleria Felder è apprezzata non soltanto dai clienti locali, che vengono persino da Zugo o dal vicino canton Uri per acquistare queste delicatezze. Anche i grandi distributori regionali propongono i prodotti svittesi nel loro assortimento. «Le medaglie d’oro aiutano a combattere la pressione dei prezzi», constata Marcel Felder rivolgendo lo sguardo verso la collezione di diplomi e riconoscimenti esposta nell’atrio della zona amministrativa. In occasione dell’ultimo concorso svizzero di qualità della Fiera della carne MEFA, ben nove specialità si sono aggiudicate l’oro. Tra queste le salsiccette al formaggio, lo speck ai fiori di fieno e i mostbröckli di cavallo.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli