I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
Ritratti
Clienti aziendali

In ufficio con Sara – mobili svizzeri per l’ufficio

Un tempo Sara riparava macchine agricole, oggi produce mobili per uffici con personalità. L’azienda ticinese fa parte della rosa dei migliori fornitori di soluzioni per l’ufficio, oltre che della cerchia dei fedelissimi clienti Helvetia. In visita a Tenero.

22 aprile 2016, testo: Isabella Awad, foto: Fabian Unternährer, video: Gabriel Huber

Un tetto dentellato sormontato da pannelli solari: l’azienda è speciale, anche dall’esterno. La Sara SA di Tenero ospita un parco macchine che si estende su una superficie di ben 8500 metri quadrati. Luciano Ganavelli, direttore di Sara dal 2006, ci fa strada presentandoci con orgoglio lo stabilimento di produzione: «Quest’anno festeggiamo il nostro 55° anniversario». Anche i collaboratori sono orgogliosi del loro datore di lavoro e raccontano il loro profondo legame con l’azienda. La passione e la cura che investono nei loro prodotti è palpabile.

Una strada in salita

Giuseppe Cattori, fondatore della Sara SA, si specializzò nella riparazione di macchine agricole prima di sviluppare una vera e propria passione per i mobili. Nel 1961 fondò la Sara e avviò la produzione di mobili in metallo per l’ufficio. Un successo! «Gli anni della crisi – 2008 e 2009 – sono stati particolarmente difficili», ricorda Luciano Ganavelli. «Abbiamo dovuto ristrutturare completamente l’azienda». Sara ha investito nella tecnologia, nei processi computerizzati, nel settore del personale, ottenendo persino la certificazione ISO 9001. Una curiosità: ma perché la ditta si chiama Sara? Sembra essere un segreto di famiglia!

La qualità è il mantra di Sara

Qualità e funzionalità: ecco cosa cercano i clienti che si rivolgono a Sara. Funzionalità in particolare per gli uffici open space. «Ci sono mobili per l’ufficio firmati Sara che sono ancora perfetti dopo oltre 30 anni», afferma Luciano Ganavelli. «Noi puntiamo sulla qualità del prodotto, ma anche sul servizio; fa parte della nostra filosofia aziendale.» Il design diventa sempre più importante. Una tendenza riconosciuta da tempo anche da Sara, che collabora con architetti d’esterni e d’interni per progettare mobili di nuova concezione che riflettono flessibilità e apertura al design. «Design e funzionalità, questa è la ricetta vincente», spiega Ganavelli.

Seduti o in piedi?

Sara migliora costantemente i suoi prodotti, dal punto di vista tecnico, ma anche del design. L’azienda vuole intensificare la collaborazione con gli architetti per poter soddisfare anche i desideri individuali della clientela. Parallelamente sta cambiando anche la quotidianità in ufficio: meno carta significa meno spazi, quindi meno mobili. La stessa postazione di lavoro viene utilizzata da più collaboratori, che oggi vogliono poter lavorare seduti o in piedi. Questi sviluppi confluiscono nel lavoro di progettazione di Sara. «Il tavolo regolabile elettricamente in altezza è il prodotto più richiesto al momento», afferma Luciano Ganavelli.

Luciano Ganavelli (a sinistra), direttore del mobilificio ticinese Sara SA, con il suo consulente Tito Solari, agente generale dell’Helvetia di Lugano Centro, presso gli stabilimenti produttivi.

Il mobilificio ticinese Sara SA, con sede principale a Tenero (TI) è cliente di Helvetia. Per le questioni assicurative, Luciano Ganavelli (a sinistra) – direttore del mobilificio ticinese Sara – si affida al consulente Tito Solari, agente generale Helvetia Lugano Centro.

www.helvetia.ch/lugano

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli