L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










work@helvetia
Clienti aziendali
Clienti privati
Abitazione & Proprietà

Maurizio Spagnol: «I miei preferiti sono i grandi incendi»

Quale responsabile degli esperti sinistri ticinesi Helvetia a Lugano, Maurizio Spagnol conosce tutta la gamma dei casi assicurativi. Egli confida nell’onestà dei suoi clienti. Un esperto sinistri può provare emozioni, ma non avere pregiudizi.

21 dicembre 2016, testo: Isabella Awad, foto: Michael Sieber

Prepararsi per il successivo colloquio con la clientela: Maurizio Spagnol, responsabile del Centro Sinistri Ticino dell’Helvetia a Lugano, conosce tutti i possibili casi assicurati.
«La cosa che mi rende più felice è poter aiutare la gente.»

«Sono cresciuto nel settore Sinistri e oggi, presso il Centro sinistri di Lugano, dirigo un team di quattro ispettori. I casi di furto non sono la mia passione. Recentemente ho incontrato un cliente che aveva notificato un furto con scasso di oltre 30'000 franchi dalla propria cassaforte. Questi casi sono difficili, soprattutto quando il cliente non può dimostrare il furto. È brutto da dirsi, ma preferisco i danni causati dai grandi incendi.

Aiutare la gente

La cosa che mi rende più felice è poter aiutare la gente. Nella maggior parte dei casi i clienti sono onesti e riconoscenti. Rispetto le decisioni prese, talvolta a favore del cliente, talvolta no. Dal politico al panettiere, passando dalla ballerina… il mio lavoro rappresenta uno spaccato dell’intera società. Tratto i casi di sinistro dalla semplice economia domestica all’industria chimica. Sono di indole buona, sono aperto e diretto. Con me il cliente sa subito con chi ha a che fare.

Momenti toccanti

Il mio caso più eclatante è stato un grave danno causato da un incendio nella Svizzera centrale. Improvvisamente il cliente aveva deciso di comunicare soltanto con il CEO. Un anno dopo, il direttore mi chiamò: voleva incontrarmi per chiarire la situazione. Al termine del colloquio ci siamo stretti la mano e ha firmato altri tre contratti. Sono esperienze che lasciano il segno. Un ispettore sinistri può provare emozioni, ma non può avere pregiudizi.»

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli