L’Helvetia utilizza i cookie, per offrirvi il miglior servizio possibile e potervi presentare informazioni e offerte. Utilizzando la nostra pagina web dichiarate di accettarne l’uso. Ulteriori informazioni sulla protezione dei dati e sui cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto










work@helvetia
Responsabilità & diritto

Tom Straumann – cantante tra i vari stili musicali

Oltre al suo lavoro presso Helvetia, Tom Straumann ama anche esibirsi in concerto! Autodidatta con una voce da tenore, spazia con virtuosismo tra i vari stili musicali, dall’hard rock al jazz fino all’opera. Una passione nata ben 35 anni fa grazie a un’«esperienza magica».

18 gennaio 2016, testo: Andreas Notter, foto: Martina Bassista

Tom Straumann
Tom Straumann: «All’epoca tutti volevano suonare il rock, nessuno voleva cantare. A me non dispiaceva».

Sempre di buon umore, Tom Straumann lavora da dieci anni presso la sede principale di San Gallo quale specialista Danni alle persone/responsabilità civile. «Sono un sangallese doc», sottolinea il 50enne. Logico quindi che lo conoscano tutti in città, o perlomeno tutti coloro che lo hanno già visto e ascoltato dal vivo su un palco o nelle vie della città vecchia. Un’avventura iniziata da bambino, con l’orchestrina della scuola.

Solo davanti al microfono

«All’epoca tutti volevano suonare, nessuno voleva cantare. A me non dispiaceva stare in piedi da solo davanti al microfono», ricorda Tom Straumann. «È un’esperienza magica ». Autodidatta, Tom faceva affidamento solo sulla sua voce. In vista di un eventuale ingaggio presso il Teatro municipale, prima di sottoporsi al provino frequentò qualche lezione di canto da un cantante d’opera. Fu l’inizio di una brillante carriera, che lo vide protagonista di musical e operette sulle scene teatrali di San Gallo e altre città.

Gruppi rock e orchestre

Tom Straumann è un talento universale. Attualmente si divide tra le cover band «Red Cube» e «The Selfies» e le orchestre Melodia Goldach e Otmar St.Gallen. Passare da uno stile all’altro non gli crea alcun problema, anzi: «Mi interessano tutte le sfaccettature del canto. Mi sento a mio agio perlopiù quando sono vicino al pubblico e vedo che effetto fa la mia musica». Nel periodo prenatalizio, Tom Straumann si esibisce con i «Red Cube» nelle strade di San Gallo. La loro musica riesce persino a strappare qualche passo di danza e a far scaturire qualche timida nota tra il serissimo pubblico della Svizzera orientale. Il denaro raccolto viene interamente devoluto in beneficenza.

CD per le scuole

Le doti canore di Tom aiutano anche gli allievi delle scuole. Per un editore di materiale didattico, cinque volte all’anno il cantante registra la sua voce su un CD che viene allegato ai libri scolastici. «I ragazzi esercitano il canto con la mia voce, una bella idea», commenta Tom Straumann. Il tenore ha prestato la sua voce anche per diversi spot pubblicitari radiofonici e televisivi.

Presto salirà di nuovo sul palcoscenico: il 10 settembre 2016 canterà le canzoni di Frank Sinatra alla Lindensaal di Flawil, insieme alla Black Jacket Swing Big Band. E scherza: «Staremo a vedere se riuscirò a risuscitare il mitico Frankie Boy».

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli