I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
work@helvetia
Clienti aziendali

Rolf Schleiss: non ogni ammaccatura è un danno!

L’esperto sinistri Helvetia Rolf Schleiss di Ueken (AG) ispeziona ogni anno fino a 1700 veicoli incidentati. Al suo occhio attento non sfuggono i tentativi di truffa. Nemmeno quando il proprietario dell’auto simula un danno della grandine usando dei cubetti di ghiaccio.

19 dicembre 2016, testo: Isabella Awad, foto: Michael Sieber

L’esperto sinistri dell’Helvetia Rolf Schleiss ha già visto simili auto incidentate. La esaminerà con grande precisione.
L’esperto sinistri Helvetia Rolf Schleiss ama il suo lavoro. «Ciò che invece mi risulta difficile è occuparmi degli incidenti che hanno causato un decesso.»

«Io mi occupo di tutti i danni Cose ai veicoli: automobili, moto, biciclette, camion, di tanto in tanto anche un tram. Tra le mie attività c’è anche la perizia di stima del valore di roulotte e auto d’epoca. Ogni giorno percorro circa 100 km ed effettuo circa sei perizie. Totale annuale: 1000 perizie e 1700 ispezioni di veicoli.

Non tutti i danni vengono risarciti!

Le cose si complicano quando sono costretto a respingere una richiesta di risarcimento. Di solito lo faccio al telefono. Metto il cliente a confronto diretto con i fatti, ad esempio «non è un danno di parcheggio» e con argomenti oggettivi. Nascono spesso discussioni. 17 anni di perito veicoli mi hanno insegnato a non prendere nulla sul personale. Ben diverso è il mio sentimento quando devo occuparmi di un veicolo danneggiato in un incidente nel quale c’è stato un decesso.

«Danni della grandine» creativi

Le descrizioni dei sinistri mi fanno spesso sorridere. Ad esempio il cliente che scrive di essere sceso dall’auto e, voltandosi, di non averla più ritrovata… se n’era andata da sola! O il cliente che lascia cadere dal balcone dei cubetti di ghiaccio sul tetto dell’auto e annuncia un danno della grandine… peccato che alla finestra della casa di fronte ci fosse un vicino indiscreto! Sicuramente tutti gli ispettori sinistri saranno d’accordo con me: tutto può succedere!»

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet

Altri articoli