Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

A 53 anni, dalla gestione del personale alla consulenza

Nell’agosto del 2020 ha deciso di passare al Servizio esterno e lo ha fatto a 53 anni. Nel seguente articolo Ildiko Carisch-Borda ci racconta come, nonostante le sue molte perplessità, abbia colto questa occasione e perché talvolta vale la pena spingersi oltre.

19 gennaio 2021, testo: Michèle Schaub, foto: Ildiko Carisch-Borda

Una donna fuori, davanti all’agenzia
Dopo 25 anni di attività nel settore della gestione del personale, Ildiko Carish-Borda ha dato una svolta alla sua carriera.

Ildiko Carisch-Borda ha studiato psicologia economica. Dopo aver concluso gli studi a Vienna è rimasta nella capitale austriaca dove ha lavorato per molti anni nell’ambito della gestione del personale. Nel 2011 ha avuto l’opportunità di cambiare sede e venire in Svizzera. «All’inizio, ambientarmi a Zurigo è stato molto difficile. Avevo difficoltà con la lingua. Inoltre ero molto sola, i miei amici erano tutti in Austria e i miei genitori lontano, in Ungheria. Volevo tornare a Vienna e stavo quasi per ripartire», ricorda Ildiko e racconta di aver ricevuto di lì a breve l’incarico di cercare una persona da impiegare come consulente alla clientela. Nel corso delle sue ricerche ha poi conosciuto il suo attuale marito, grazie al quale è rimasta in Svizzera. Otto anni fa ha trovato un impiego presso l’Helvetia nel settore della gestione del personale: «Mi piace molto lavorare con le persone ed ero molto felice in questo ambito». Inoltre ci confessa che poco dopo anche suo marito sarebbe approdato all’Helvetia come collaboratore del Servizio esterno.

Candidatura per il posto del marito

Nonostante fosse molto soddisfatta della sua situazione professionale, le giornate di Ildiko non erano tutte rose e fiori al lavoro. «Il luogo in cui abitiamo nel Canton Grigioni è piuttosto isolato e ne risentivo parecchio in termini di qualità di vita, considerato il fatto che un reclutatore deve spesso viaggiare per lavoro. Sentivo di dover cambiare qualcosa a livello professionale». Quasi nello stesso momento suo marito aveva ricevuto un’offerta di lavoro da un’altra azienda. In seguito quindi Ildiko, in qualità di reclutatrice, si è ritrovata a dover reclutare un successore che sostituisse il marito in qualità di consulente nell’agenzia generale Coira. «Mio marito era molto perplesso e temeva che non sarebbe stato possibile trovare qualcuno in grado di svolgere il suo «vecchio» lavoro in maniera ottimale. Aveva instaurato ottime relazioni con i suoi clienti», spiega Ildiko. E più pensava a cambiare lavoro e più si convinceva del fatto che lei stessa avrebbe potuto candidarsi per quel posto. «Conoscevo bene quel lavoro e non solo dal punto di vista della reclutatrice, a casa ne parlavamo spesso.Sapevo che un cambiamento del genere a 53 anni non sarebbe stata una passeggiata. Ma dopo 25 anni nello stesso settore, avevo voglia di qualcosa di nuovo e volevo assolutamente sfruttare l’occasione per cambiare prospettiva dal punto di vista professionale», racconta Ildiko.

«Nutrivo un grande timore reverenziale nei confronti di questo lavoro».

«Il processo di candidatura ha rappresentato una vera sfida per me. Ovviamente anch’io ho dovuto seguire l’iter di tutti gli altri candidati. Nutrivo un grande timore reverenziale nei confronti di questo lavoro. Temevo inoltre che per i clienti la mia età, l’essere donna, le mie origini e il fatto che non parlassi romancio potessero costituire un problema». Tuttavia Ildiko non si è lasciata intimidire da queste insicurezze: «sono sempre stata un’ottimista e una combattente. Sono molte le cose che è impossibile cambiare; di alcune, invece, possiamo modificare il corso, con molta dedizione e un atteggiamento positivo», afferma.

Il consiglio di Ildiko: avere coraggio e dare il massimo

I superiori di Ildiko si sono resi conto di quanto lei desiderasse quel lavoro e della sua voglia di confrontarsi con quel settore e con quell’agenzia. «Chi intende cambiare lavoro (e settore) deve credere in sé stesso, essere determinato a raggiungere il successo e dare il massimo a tal scopo», afferma Ildiko con grande convinzione. Il riscontro positivo ricevuto le ha fatto naturalmente un immenso piacere: «Non mi pento affatto di aver colto l’occasione di cambiare lavoro e al contempo settore. A 53 anni ci vuole ovviamente anche un po’ più di coraggio rispetto a quando si ha qualche anno in meno», ammette sorridendo. «Ma chi non risica non rosica, giusto?».

Vorreste lavorare anche voi per l’Helvetia?

Qui potete dare un’occhiata ai posti vacanti all’interno della nostra azienda.

Si prega di verificare la connessione a Internet