I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
work@helvetia

«L’assistente d’assicurazione è quasi un tuttofare.»

Joscha Homeberger ha svolto la formazione come assistente d’assicurazione presso l’Helvetia. Durante l’intervista ci spiega perché ha optato per una formazione dall’Helvetia, quanta flessibilità gli offre il suo lavoro e cosa significa &Vai per lui in veste di Innovation Manager.

6 settembre 2018, testo: Employer Branding, foto: Helvetia

Un uomo è in piedi in un vestito e con una corda da arrampicata in una stanza bianca.
Dopo aver concluso la formazione come assistente d’assicurazione Joscha Homeberger ha iniziato a lavorare con impegno e autonomia nel reparto Sviluppo aziendale.

Chi sei e cosa fai presso l’Helvetia? Come sei arrivato fin qui e dove ti trovi oggi?

Sono Joscha Homeberger. Dopo la maturità ho frequentato la scuola reclute e in seguito ho studiato giurisprudenza per un anno. Tuttavia, all'epoca gli studi universitari mi sembravano troppo teorici. E quindi ho cercato qualcosa che fosse più orientato alla pratica. Poco dopo ho scoperto l'esistenza della «formazione di assistente d’assicurazione» che si può svolgere sia in banca che in assicurazione. Ho visto che l’Helvetia offriva questa opportunità e che c’era un posto libero. Mi sono candidato e, dall’autunno 2016 fino all’inizio di quest’anno, ho svolto la formazione di 18 mesi. Dapprima presso la Fondazione collettiva per la previdenza professionale Swisscanto. Dopo mi sono spostato per tre mesi presso l’Agenzia generale Liestal, dove ho imparato a conoscere le mansioni del supporto alla vendita e del Servizio esterno. Successivamente ho avuto l’opportunità di lavorare per tre entusiasmanti mesi nei reparti Product Management & Claims, Specialty Lines CH & International a Basilea. Assieme ai rispettivi responsabili di settore mi sono occupato della rielaborazione e della nuova struttura dei processi. Per concludere, sono tornato per tre mesi laddove ho iniziato, ossia alla Fondazione collettiva Swisscanto.

Perché hai scelto l’Helvetia?

In qualità di uno degli assicuratori globali leader in Svizzera, l’Helvetia gode di un’ottima reputazione per quel che concerne l’affidabilità. Inoltre, ho sentito parlare molto bene dell'Helvetia come datore di lavoro. E poi si tratta di una vera assicurazione svizzera che ha mantenuto il suo carattere elvetico e trasmette valori svizzeri, tutte caratteristiche che mi hanno convinto. Ritengo inoltre che la reputazione e l’immagine aziendale che la società per cui lavoro trasmette all’esterno siano molto importanti.

Potresti descrivere in poche parole il tuo lavoro e le attività che svolgi?

Ogni giorno, nel reparto Business Innovation mi occupo di qualcosa di diverso. Attualmente il mio compito principale consiste nell’elaborazione dell’Innovation Controlling, uno strumento di gestione ausiliario per l’Innovation Management. Collaboro anche nell'ambito della gestione della blockchain. Disponiamo anche di nuove tecnologie non ancora utilizzate, per le quali stiamo valutando specifici ambiti d’applicazione all’interno dell’Helvetia e che promuoviamo in tale direzione. In altre parole sviluppiamo all’interno della Compagnia start up, idee innovative e modelli aziendali che poi elaboriamo e promuoviamo e, possibilmente, realizziamo. Incentiviamo poi lo spirito innovativo dei collaboratori dell’Helvetia tramite il progetto Kickbox. Da un lato diamo a ogni collaboratore la possibilità di realizzare la sua propria idea aziendale. Dall’altro investiamo in collaborazione con l’Helvetia Venture Fund in start up esterne che sono già un passo avanti.

Che cosa significa per te &Vai nello svolgimento delle tue attività quotidiane presso l’Helvetia?

Equivale a non restare in attesa che ti arrivi del lavoro e poi darsi da fare. &Vai significa saper anticipare, ossia prendere l'iniziativa. Cogliere attivamente l’opportunità di lavorare nei settori che maggiormente interessano. In tale ambito, il mio settore mi offre molte opportunità interessanti. Interpreto &Vai soprattutto come iniziativa propria: prendere in mano la situazione senza indugio, rimboccarsi le maniche anziché stare a guardare.

Quale livello di flessibilità ti consente il tuo ambito lavorativo?

In alcuni momenti posso tranquillamente lavorare da casa o in treno. Viaggiando molto, lavoro spesso in treno senza alcun problema. Credo comunque che non tutti si trovano a loro agio con questa modalità.

Perché ti sei deciso per una formazione di assistente d’assicurazione?

Volevo una formazione generica nell'ambito del settore assicurativo. Ho veramente imparato a conoscere ogni singolo ambito dell’economia assicurativa, soprattutto dal punto di vista delle conoscenze tecniche. Durante la formazione ho assistito anche corsi di economia aziendale, contabilità ecc.. grazie ai quali ora posso dire di conoscere il core business della mia azienda. Nel frattempo lavoro per un settore in cui questo tipo di know-how non riveste un’importanza strategica. A differenza di un consulente della clientela non devo conoscere alla perfezione ogni singolo prodotto dell’Helvetia e tutte le rispettive clausole della polizza. Si tratta indubbiamente di una formazione generica che permette di integrarsi in qualsiasi altro settore aziendale.

A chi consiglieresti questa formazione? Chi invece non sarebbe adatto?

La consiglio vivamente a coloro che dopo la maturità desiderano meno nozioni teoriche e più autonomia. Contrariamente a un apprendistato, durante la formazione di assistente d’assicurazione si percepisce un salario di buon livello. che permette di condurre una vita perlopiù indipendente dal punto di vista finanziario. Al contempo si è a diretto contatto con il mondo del lavoro, fattore oggi sempre più richiesto. Ciò nonostante si ha la possibilità di continuare a studiare.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet