I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
work@helvetia

«Buttarsi a capofitto, ma restando in piedi».

Dopo lo stage Kyra Walti ha deciso di restare nell’IT dell’Helvetia. Nel corso dell’intervista Kyra ci svela le sue passioni, come ha vissuto «il tuffo a capofitto» e cosa pensa di «&Vai».

6 settembre 2018, testo: Employer Branding, foto: Helvetia

Una donna si trova al centro di una stanza bianca, il cui pavimento è cosparso di pezzetti di carta accartocciata.
Per Kyra Walti la campagna che mette significa avere il coraggio di intraprendere qualcosa di nuovo, senza lasciarsi intimorire da eventuali difficoltà.

Chi sei e quale mansione svolgi all’Helvetia? Qual è stato il tuo percorso?

Mi chiamo Kyra Walti e lavoro nel team SAP CRM/PRM Solutions, quindi in una struttura dell’IT. Ho fatto uno stage in questo ambito e ho avuto la possibilità di restare una volta finito. Prima di lavorare all’Helvetia ho studiato economia, nell’IT sono capitata per caso, ma devo dire che mi piace molto questo settore.

Come mai sei arrivata all’Helvetia?

Mi ha fatto una buona impressione, ne ho avuto il sentore sin dal colloquio di presentazione. Mi sono piaciute anche le maniere usate nei miei riguardi dal superiore diretto e dai componenti del mio team, pensate che subito dopo il primo colloquio sono stata presentata a tutto il team e dopo la fine dello stage la mia convinzione è stata rafforzata dall'entusiasmo e dal vivo interesse che tutti mostrano per quello che facciamo.

Ci puoi spiegare succintamente in cosa consistono il tuo lavoro e le tue mansioni?

I miei clienti sono i collaboratori che lavorano con il CRM. Prendiamo nota delle esigenze che i reparti specialistici pongono al CRM, quindi sviluppiamo e implementiamo le soluzioni. Ad esempio, per il Centro servizi dell’Helvetia abbiamo integrato l’impianto telefonico nel CRM, in questo modo il sistema riconosce subito il chiamante in base al numero e non c’è più bisogno di cercarlo manualmente.

Qual è l’aspetto che più ti piace del tuo lavoro?

La collaborazione con i clienti e le possibilità date per creare una comprensione reciproca.

Quali risvolti ha &Vai nel tuo lavoro quotidiano presso l’Helvetia?

Per me significa prendere l’iniziativa, sapere che viene riposta fiducia in me e avere una certa libertà d’azione senza dover attendere l’approvazione dall’alto. Significa quindi avere il coraggio di avventurarmi in ambiti sconosciuti e forse anche non privi di rischi.

Secondo te, perché &Vai è la mossa giusta che l’Helvetia deve compiere?

Perché dobbiamo perfezionarci e imparare che i processi continuano a evolvere intorno a noi e che i nostri margini di miglioramento aumentano quando qualcosa non funziona.

Come viene vissuto &Vai nel tuo settore?

Ci si butta a capofitto e si affrontano compiti che forse potrebbero essere troppo ardui all’inizio. Bisogna acquisire familiarità, però sapendo che si è sempre liberi di chiedere e di ottenere aiuto.

Qual è stato l’aspetto che più ti è piaciuto dell’informatica applicata all’assicurazione?

L’ambito è in continua evoluzione, non ci si ferma mai e noi dobbiamo tenere il passo con i tempi e riconoscere le esigenze prima che appaiano al cliente.

Quali sono per te le future sfide?

I ritmi accelerati di certe tendenze, bisogna essere sempre in linea e talvolta non è facile.

Quali auspici hai per il futuro dell’Helvetia?

Spero che &Vai porti nuova linfa in azienda, è un’ottima opportunità per dimostrare che non siamo antiquati, ma al passo con i tempi.

&Vai

&Vai designa l’attuale campagna di branding dell’Helvetia. Informatevi sull’Helvetia come datore di lavoro.

Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet