I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

Una tenda di perle nella tromba delle scale

Pipilotti Rist, una delle più note artiste contemporanee, ha allestito un progetto d’arte nell’architettura. La sua installazione è una tenda di perle nella tromba delle scale dell’edificio di sei piani che ospitava la Nationale Suisse di Basilea. L’opera è ben visibile anche all’esterno per via della facciata trasparente dell’edificio.
kab-perlenvorhang-pipilotti-rist

La tromba delle scale di sei piani, che unisce una struttura vecchia ad un’altra nuova, è stata impreziosita da un’opera di Pipilotti Rist, che trae ispirazione dalle caratteristiche architettoniche specifiche dell’edificio e crea un trait d’union tra architettura tradizionale e moderna.

Mille perle di plastica

L’installazione di Pipilotti Rist è composta da mille sfere colorate e sfaccettate appese a dei fili, che riproducono l’idea di un’immagine digitale a grandi pixel. Le perle di plastica compongono una tenda colorata. La luce esterna che colpisce le sfere traccia sulle pareti riflessi colorati, con forme e intensità diverse a seconda del momento della giornata e del periodo dell’anno. Pipilotti Rist la descrive come una «doccia di colori», che si diffonde per tutti i sei piani dell’edificio, collegandoli l’uno all’altro. L’opera s’intitola «aufgeweckter Rosenscheitel» (chiome di rose risvegliate). L’artista ha creato un rosone – una versione moderna delle vetrate a mosaico delle cattedrali che lasciano trapelare la luce esterna donando all’interno un’atmosfera suggestiva. Con l’opera di Pipilotti Rist, il percorso che unisce la stazione e il Reno, che sta diventando il «boulevard dell’architettura» si è arricchito di un’attrazione culturale molto importante.

«Il flusso di colori darà una ventata di freschezza agli occhi e ai pensieri»

Pipilotti Rist

La sua arte accompagna l’osservatore in mondi fantastici, lo seduce, lo segue in un viaggio dei sensi, lo lascia vagare tra i colori, attraverso il corpo e la natura. L’artista nata nel 1962 a Grabs vive e lavora a Zurigo.

www.pipilottirist.net

Anche questo potrebbe interessarvi
Raccomandare questa pagina