I cookie e i cookie di terze parti sono attivati su questa pagina per offrirvi il miglior servizio possibile e per fornirvi informazioni e offerte. Utilizzando i siti web di Helvetia voi accettate e acconsentite il trattamento dei dati da parte di Helvetia. Per ulteriori informazioni, incluso come disabilitare i cookie, consultare l'Informativa sulla privacy.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
    La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto

Impegno - boschi di protezione nel Engadina (GR)

Boschi di protezione nel Engadina

Il bosco di protezione a St. Moritz

Circa il 50% della foresta di St. Moritz è bosco di protezione. Le condizioni in alcune aree sono critiche. Il patrimonio forestale ha una struttura molto uniforme, con una forte diminuzione in atto nella presenza di larici. Abeti rossi e pini crollano in misura sempre maggiore, ribaltati dal peso della neve o a causa di smottamenti. In alcune zone si trovano le sorbe. Abeti rossi e pini possono rigenerarsi naturalmente, mentre per il cembro occorre protezione contro i danni causati dalla selvaggina. Il larice potrebbe rigenerarsi naturalmente, ma contro i tronchi di questi alberi si sfregano molto spesso le corna i caprioli maschi.

Serve pertanto prevedere un’apposita protezione. L’attuale percentuale del 2% di larici nel bosco giovane conferma l’andamento negativo. Nelle categorie di età maggiori (fustaia) la percentuale si attesta al 20%. Per questo motivo il Comune si è posto l’obiettivo esplicito di garantire la permanenza a lungo termine dei larici, non soltanto per motivi legati alla silvicoltura (sistemi radicali a fittoni e fascicolati) ma anche per l’aspetto del turismo. St. Moritz è nota per la spettacolare atmosfera autunnale e le sue foreste «dorate»: molti visitatori vengono infatti ad ammirare la vista maestosa e i colori dell’autunno.

Qui trovate informazioni dettagliate in merito alle aree rimboschite in Engadina.

Avviso di sicurezza per gli amici del bosco di protezione:

Le regioni in cui l’Helvetia ha piantato gli alberi sono descritte sul nostro sito web e possono essere visualizzate attraverso un link che rimanda a una carta geografica. I boschi di protezione sono situati generalmente in posizioni scoscese ed esposte, talvolta difficili da raggiungere. Non è nell’interesse dell’Helvetia Assicurazioni né delle autorità forestali responsabili consentire l’accesso dei visitatori ai boschi di protezione. Nel loro interesse vi preghiamo di evitare di recarvi personalmente nei boschi di protezione. A noi sta a cuore la loro sicurezza e la loro salute. Il numero progressivo e le firme sul Passaporto dell’albero confermano soltanto che l’Helvetia ha finanziato gli alberi alle autorità forestali competenti e che questi sono stati effettivamente piantati. I piccoli alberi appena piantati non dispongono di una numerazione individuale. A tutti coloro che desiderano recarsi in un bosco di protezione e sono interessati a ricevere le relative informazioni tecniche consigliamo i percorsi dei boschi di protezione creati sull’intero territorio svizzero e sostenuti dall’Associazione Svizzera d’Assicurazioni.

www.bosco-protezione-uomo.ch

Grazie per la vostra comprensione.  

Raccomandare questa pagina