Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto





Bosco di protezione «Valle dell'Albula» (GR)

Bosco di protezione Valle dell'Albula panorama

Il bosco protezione nel cantone Grigioni

Considerata la crescente mobilità, l'espansione e l'intensificazione dello sfruttamento umano e quindi il potenziale pericolo a insediamenti e infrastrutture, la funzione di protezione dai pericoli naturali è diventata una delle principali funzioni del bosco grigionese.

Con i boschi della ferrovia retica presso Muot, il comune di Bergün/Bravuogn gestisce una superficie boschiva complessiva pari a poco più di 3000 ettari, di cui circa l'80% è foresta di protezione con funzione protettiva diretta o indiretta. Oltre al capoluogo Bergün/Bravuogn, il bosco protegge le tre frazioni permanentemente abitate di Latsch, Stuls/Stugl e Preda, numerosi impianti e infrastrutture come la tratta dell'Albula della ferrovia retica, strade cantonali e comunali, diverse centrali idroelettriche e linee ad alta tensione, oltre a vari alpeggi e infrastrutture turistiche.

Grazie all'impegno dell'Helvetia a favore dei boschi di protezione, nelle seguenti regioni selezionate la foresta beneficia della messa a dimora di piante supplementari, al fine di consolidarne l'effetto di protezione a lungo termine.

Qui trovate informazioni dettagliate in merito alle aree rimboschite nella regione RhB Valle dell'Albula.

Chi desidera raccogliere impressioni circa il motivo e le ragioni della messa a dimora di ulteriori alberi, può percorrere il Sentiero didattico del legno Bergün oppure il Sentiero avventura della ferrovia retica Preda-Filisur. Su questi tragitti emergono chiaramente le sfide a cui sono confrontati quotidianamente i responsabili per la cura del bosco protettivo.

Raccomandare questa pagina