Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
  • Pianificare per tempo per acquistare casa

    15.02.2022 | Melanie Frei
    Fortunato chi può realizzare il sogno di acquistare una casa propria; la forte domanda tuttavia ha causato in varie zone l’aumento dei prezzi. È quindi essenziale pensare per tempo alla propria disponibilità finanziaria. Fissate ora il vostro obiettivo di risparmio
1283906059

Pianificare per tempo per acquistare casa

15.02.2022 | Melanie Frei
1283906059
Fortunato chi può realizzare il sogno di acquistare una casa propria; la forte domanda tuttavia ha causato in varie zone l’aumento dei prezzi. È quindi essenziale pensare per tempo alla propria disponibilità finanziaria. Fissate ora il vostro obiettivo di risparmio

Finanziare un immobile

Per l’acquisto di un’abitazione ad uso proprio, gli istituti finanziari concedono di norma un’ipoteca pari all’80% della somma d’acquisto o di costruzione dell’immobile, mentre l’acquirente deve versare il restante 20% attingendo a mezzi propri. Chi dunque vuole acquistare una casa o un’abitazione di proprietà non può fare a meno di costituire capitale proprio.

Investimenti e risparmio fiscale

Il pilastro 3a rappresenta un’eccellente possibilità di costituire del capitale per l’acquisto di una casa e allo stesso tempo risparmiare sulle imposte. Banche e assicurazioni offrono prodotti adeguati, spesso abbinati a investimenti in titoli. Scegliendo una soluzione assicurativa, grazie all’esonero dal pagamento dei premi si può beneficiare della prosecuzione del processo di risparmio anche in caso d’incapacità di guadagno. In tal modo raggiungerete di sicuro il vostro obiettivo di risparmio. E se dovessero cambiare i vostri piani in merito all’acquisto di un immobile, avrete in ogni caso ben investito il vostro denaro in vista della previdenza per la vecchiaia.

Utilizzare il denaro della cassa pensione

Parte del capitale destinato all’acquisto della casa può provenire dalla previdenza professionale (cassa pensione). Pertanto, se si vuole risparmiare a questo scopo, conviene anche effettuare dei versamenti facoltativi nella cassa pensione, che tra l’altro comportano anche un vantaggio fiscale. Occorre tuttavia tenere conto dei requisiti in materia di fondi propri, del periodo di blocco e delle imposte; va infatti ricordato che

  • Non tutto il capitale proprio può provenire dalla cassa pensione: almeno il 10% del prezzo d’acquisto deve corrispondere a quello che viene definito capitale proprio «vero», costituito dal denaro depositato sul conto di risparmio o dai ricavi derivanti dalla vendita di titoli, avere del pilastro 3a, anticipi ereditari o donazioni.
  • Chi versa facoltativamente nella cassa pensione, trascorso un periodo di blocco di tre anni, può prelevare del capitale per l’acquisto di una casa.
  • La somma prelevata dalla cassa pensione è imponibile.

In genere il finanziamento con l’avere della cassa pensione è un passo che va ben ponderato. Al momento della concessione del credito vi consigliamo di discutere la possibilità della costituzione in pegno. E verificate assieme a un esperto la garanzia in caso di decesso e incapacità di guadagno nonché le conseguenze al pensionamento.

Supporto dalla famiglia

Non sempre è possibile finanziare autonomamente l’acquisto di una casa propria: spesso donazioni o un anticipo ereditario integrano la somma risparmiata. Talvolta gli immobili vengono anche trasferiti a familiari, come ad esempio quando una giovane coppia rileva la casa genitoriale. In ogni caso conviene discutere per tempo la questione in famiglia, palesando apertamente le esigenze di ognuno.

Anticipo ereditario: tutto quello che c’è da sapere

  1. Si tratta di una elargizione del testatore (genitori, nonni) che decide di trasferire agli eredi parte della loro quota ereditaria mentre è ancora in vita.
  2. L’anticipo ereditario va stabilito nel testamento ed è soggetto all’obbligo di collazione per non svantaggiare altri eredi legittimi (ad es. sorelle e fratelli).
  3. Un anticipo ereditario è soggetto a imposta e i regolamenti a riguardo variano da cantone a cantone.

Capitale proprio derivante da donazione

I genitori possono sostenere economicamente i figli per l’acquisto di una casa anche ricorrendo a una donazione. A differenza dell’anticipo ereditario, in caso di decesso la donazione non è soggetta all’obbligo di collazione se il donatore ne dispone la cancellazione nei confronti degli altri eredi. Tale disposizione va comunque stabilita nel testamento. Chiarite inoltre l’ammontare dell’imposta sulla donazione.

Se i genitori vendono casa ai propri figli ad un valore commerciale inferiore rispetto a quello effettivo si parla di «donazione mista». Attenzione: in caso di successione la «donazione mista» è collegata all’obbligo di collazione perché la differenza fra il prezzo di vendita e il valore commerciale viene considerata come anticipo ereditario.

Risparmiate per la vostra futura casa

Pensate già oggi alla vostra casa di domani. L’Helvetia offre le più adeguate possibilità d’investimento per conseguire i vostri obiettivi di risparmio.

Siamo a vostra disposizione

Fissa un appuntamento
Richiedi una consulenza
Fissate un appuntamento per una consulenza
Error.
Utilizza la posizione attuale

Anche questo potrebbe interessarvi

Abbonatevi alla newsletter e vincete fantastici premi

Riceverete con regolarità le ultime «stories» direttamente nella vostra mailbox e, con un po’ di fortuna, potrete vincere un buono acquisto Digitec del valore di CHF 250.
Abbonatevi subito
Selezionare l'appellativo.
Specificare il nome.
Specificare il cognome.
Si prega di specificare l'indirizzo e-mail.
Si prega di compilare il campo.
Si prega di compilare il campo.
Si prega di accettare le informazioni sulla protezione dei dati.
Si prega di compilare il campo.
Protetto da Google reCAPTCHA Privacy - Termini