365

Helvetia cookies

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti".
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

CONSIGLI DELL' ESPERTO

Garanzia furto, una tutela in più per la nostra casa

Valuta l'articolo

La casa, luogo sacro ed inviolabile per gli italiani, non risulta essere adeguatamente protetta. Che fare?
9 marzo 2017, Testo: Sergio Viola
Sergio Viola
Nato nel 1977, laureato in Scienze della Comunicazione, è giornalista pubblicista e lavora nel mondo delle media relation. Si occupa da oltre dieci anni di temi assicurativi. Dal 2016 cura la rubrica “I consigli dell’esperto” sul blog di Helvetia.

La casa per gli italiani è la base di tutto, il presupposto per una vita felice, una necessità. Un luogo quasi “sacro”, che si desidera possedere piuttosto che affittare: infatti, delle 31,2 milioni di abitazioni presenti nel paese (Fonte: ISTAT 2011) oltre il 70% è abitato dal proprietario dell’immobile.

Il paradosso è che, nonostante questo legame viscerale, gli italiani non garantiscono un livello di protezione adeguato per le unità abitative acquistate, mentre i rischi sembrano aumentare rispetto al passato.

 

FURTI IN AUMENTO

Basti pensare che negli anni della crisi economica si è assistito a un forte aumento di furti e rapine in abitazione e, più in generale, della criminalità predatoria. In particolare, nell’arco di dieci anni i furti avvenuti nelle case sono più che raddoppiati, passando dall’8,5 per 1.000 del 2004 al 17,9 per 1.000 del 2014 (Fonte: ISTAT-BES 2015).

Nel frattempo l’Italia resta un paese sottoassicurato, anche sul fronte della tutela della casa. Qualche esempio? Secondo l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici solo l’1,5% delle abitazioni è assicurato contro il rischio di terremoti, mentre il 42% risulta coperto dal rischio incendio (circa 13 milioni di immobili) solo perché si tratta di un’assicurazione obbligatoria in caso di stipula del mutuo. Troppo poco.

MEGLIO PROTEGGERSI

Perché acquistare un’assicurazione per la casa? Semplice, perché ci garantisce da situazioni in cui si può subire direttamente un danno, oppure essere chiamati a risarcire quello che è stato procurato ad altri: la sua funzione è limitare le conseguenze economiche che potrebbero derivarne.

Tra i numerosi rischi relativi all’abitazione vengono subito in mente incendio, furto e responsabilità civile, ma ne esistono altri rilevanti come i danni provocati da eventi atmosferici, la rottura degli impianti, la possibilità che qualcuno ci faccia causa e che quindi sia necessario provvedere alla  propria tutela legale.

In questa occasione, ci soffermiamo sul rischio di poter essere derubati e sulla possibilità di sottoscrivere un'assicurazione contro i furti, che costituisce un'ottima integrazione alle più normali strategie di prevenzione a difesa della propria abitazione, come la porta blindata e il sistema di allarme.

Essa prevede generalmente la copertura dei danni causati da furto, rapina, estorsione relativi al contenuto dell’abitazione e ai beni di uso domestico o personale.

In particolare, è possibile scegliere di essere indennizzati esclusivamente per i danni avvenuti all'interno della casa oppure, ove previsto dal contratto, anche per quelli avvenuti all’esterno, quando gli oggetti asportati sono nella disponibilità del contraente e dei suoi familiari conviventi (per esempio se si subisce uno scippo per strada).

Va sottolineato che esistono due differenti forme di assicurazione per questa polizza: in  primis, l'assicurazione a primo rischio assoluto, che non assicura l'intero valore dei beni esistenti nell'abitazione ma esclusivamente una somma concordata in fase di stipula del contratto; l'assicurazione a valore intero copre invece l'intero valore di ricostruzione  per i fabbricati o di riacquisto per i beni contenuti nella casa.

Infine, va ricordato che questa polizza prevede quasi sempre franchigie, scoperti e limiti d’indennizzo, in particolare per gioielli e preziosi. Pertanto, è sempre bene leggere con la massima attenzione il fascicolo informativo prima di sottoscrivere un contratto.

 

 

 

Valuta l'articolo

Scrivi un commento
Grazie per il tuo commento. Verrà visualizzato a breve.
Altri articoli
I danni arrecati involontariamente agli altri nel corso della vita quotidiana...ALTRO
Casa La sottoscrizione di una polizza casa è fondamentale per mettere al riparo la...ALTRO
L'Italia è al sesto posto in Europa per numero di furti in appartamento e...ALTRO