365

Helvetia cookies

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti".
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

CONSIGLI DELL'ESPERTO

Car sharing, devi sapere che...

Valuta l'articolo

Il car sharing è un’alternativa economica all’auto di proprietà. Ma cosa succede con l'assicurazione?
Giulia Benvenuto
Nata nel 1994, laureata in Linguaggi dei Media con la specializzazione nella comunicazione pubblicitaria presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel 2015 collabora con un magazine francese di informazione e intrattenimento online, nelle vesti di redattrice di articoli e testi pubblicitari, rivolti principalmente ad un target giovanile. Da Ottobre 2016 fa parte dell'ufficio Marketing di Helvetia, in qualità di stagista.

Non sempre è necessario avere un’auto propria – è possibile anche prenderla in locazione o condividerla. «Condivisione anziché proprietà» è la tendenza del momento ed è reso sempre più semplice grazie alle app e alle piattaforme su Internet. Uno studio del 2017 dell'Osservatorio sulla Connected Insurance di ANIA-BAIN, mostra come nel mondo siano presenti 5,8 milioni di utenti. In Italia, il numero degli utilizzatori di questo servizio cresce sempre più rapidamente: si parla infatti di 700mila membri, con 5764 macchine attive. Ma per viaggiare senza preoccupazioni è necessaria l’assicurazione, che entra in gioco in caso di sinistro. Al riguardo, occorre prestare attenzione ad alcuni punti.

Chi prende in locazione un’auto presso una classica impresa di car sharing, non deve pensare all’assicurazione. In questo caso sono infatti gli operatori a preoccuparsi delle relative assicurazioni. Poiché queste imprese sono anche proprietarie dei veicoli che offrono in locazione, dispongono anche delle relative coperture. In caso di sinistro, in qualità di locatari, siete completamente assicurati con coperture quali responsabilità civile, kasco e a scelta infortunio degli occupanti. I premi per queste assicurazioni sono già compresi nel prezzo di locazione. Si consiglia comunque di verificare sempre ciò che è incluso nel contratto e le eventuali franchigie che restano a proprio carico.

In caso di guasto: chi paga il danno?
Quando si verifica un guasto a un veicolo in locazione, solitamente si riceve assistenza immediata. Di principio la copertura assicurativa include il soccorso stradale, consigliando in un caso del genere di comporre il numero d’emergenza dell’operatore indicato nella documentazione. Anche i costi di riparazione normalmente sono a carico dell’operatore, poiché il locatario può presumere di aver ricevuto un veicolo perfettamente funzionante. Il locatario potrebbe essere ritenuto responsabile dei costi di riparazione tutt’al più se ha contribuito a causare il guasto trascurando determinati segnali. Ad esempio, se il cliente continua a guidare nonostante la spia rossa dell’olio sia accesa causando un danno al motore, questo può essergli addebitato.

Gli italiani amano il car sharing, ma conoscono rischi e tutele?                                                         

Non si può dunque dire che il car sharing non piaccia. Tuttavia gli utenti del nostro paese non sembrano del tutto consapevoli dei dettagli dell’assicurazione auto e delle conseguenze in caso di sinistro:

“I fruitori del servizio sono scarsamente consapevoli dei rischi cui sono esposti. E da parte delle società del settore servirebbe maggiore chiarezza nell’informare il grado di tutela degli utenti, alla luce delle grandi differenze in termini di coperture assicurative fornite dalle diverse società, che certamente impattano sui costi del servizio” come spiegato da Luca Franzi De Luca, il presidente di AIBA, Associazione Italiana Brokers di Assicurazione.

Devi sapere che..

· A bordo non è consentito fumare! L'auto rimarrà così pulita e profumata per il successivo cliente.

· Puoi terminare il noleggio in tutti gli spazi pubblici consentiti, compresi i parcheggi blu e gialli. Se però lasci la vettura al di fuori dell’area operativa potresti avere un costo aggiuntivo.

· Multa inaspettata? Attenzione alle zone ZTL! Il traffico è infatti limitato anche per le macchine a noleggio.

· L’unica modalità consentita per il trasporto degli animali è all’interno di gabbie chiuse, sistemate in sicurezza all’interno del bagagliaio.

· Se ti ritrovi al di sotto del 20% del carburante puoi fare rifornimento presso i relativi benzinai convenzionati ricevendo un bonus per utilizzare la vettura per un tempo superiore.  

· E se dovessi dimenticare un oggetto personale (ad esempio, un cellulare) nell'auto noleggiata? Non ti resta che contattare il servizio clienti e bloccare la vettura utilizzata, con ovviamente i relativi costi.

Valuta l'articolo

Scrivi un commento
Grazie per il tuo commento. Verrà visualizzato a breve.
Altri articoli
La casa, luogo sacro ed inviolabile per gli italiani, non risulta essere...ALTRO
I danni arrecati involontariamente agli altri nel corso della vita quotidiana...ALTRO
Casa La sottoscrizione di una polizza casa è fondamentale per mettere al riparo la...ALTRO