Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx







Tutela legale
Vacanze
Diritti

Il bimbo si ammala? Addio vacanze!

Le vacanze pasquali sono un momento di relax e svago. Ma un imprevisto dell'ultimo minuto è sempre dietro l'angolo.

1 aprile 2015, Testo: Redazione D.A.S.

Viviana, cliente D.A.S. di Verona, aveva prenotato un breve soggiorno in Toscana per trascorrere qualche giorno con la famiglia per le vacanze di Pasqua.

Purtroppo la settimana antecedente la partenza, uno dei figli era stato ricoverato in ospedale per degli accertamenti, perché aveva la febbre alta da oltre tre giorni. Il bambino presentava un quadro clinico poco chiaro che richiedeva un periodo di osservazione e non rendeva possibile l’allontanamento dal luogo di residenza. Viviana ha prontamente contattato l’hotel per chiedere la restituzione della caparra versata di euro 600 (pari al 30% del costo pattuito per il soggiorno), ma nonostante i ripetuti solleciti, la struttura tergiversava.

Non sapendo più come muoversi,  Viviana ha contattato DAS si è affidata agli assistenti legali della Compagnia i quali hanno appurato che la conclusione dell’accordo era avvenuto tramite una  semplice e-mail.

I legali DAS hanno quindi spiegato all’assicurata che nel caso in questione Viviana poteva certamente ritenersi un consumatore ai sensi del Codice del consumo, che all’art. 3 stabilisce che è  consumatore la  “persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta”. In secondo luogo le hanno precisato che  l’accordo concluso poteva essere inquadrato come “contratto a distanza”, concluso grazie a una o più tecniche di comunicazione, appunto, a distanza, senza cioè la compresenza delle parti.

Nei contratti negoziati a distanza esiste nel Codice del Consumo un generale diritto di recesso, che tuttavia soffre di alcune eccezioni: in base all’art. 59, co 1, lett. n, il consumatore non ha diritto al recesso  per la fornitura di alloggi per fini non residenziali, il trasporto di beni, i servizi di noleggio di autovetture, i servizi di catering o i servizi riguardanti le attività del tempo libero qualora il contratto preveda una data o un periodo di esecuzione specifici. Nel caso in questione, quindi il consumatore- assicurato DAS non godeva purtroppo di tale diritto. Esaminato lo scambio di e-mail intercorse, tuttavia, i professionisti DAS hanno rilevato però che la struttura non l’aveva avvertita di questa circostanza né era dotata di un sito internet da cui tale informazione potesse essere desunta, come  invece sarebbero stati tenuti sempre in base al codice al Consumo (obbligo di informazione previsto all’art. 49, co 1, lett. m.).

I legali DAS hanno inoltre appurato che i motivi di salute dei famigliari stretti sono stati talvolta ritenuti dalla giurisprudenza elementi validi per risolvere contratti di viaggio, in ragione del fatto che  l’impossibilità di fruirne con  le persone care fanno venir meno la ragione stessa della vacanza. I legali della Compagnia, sulla base di questo quadro normativo e giurisprudenziale, hanno quindi  contattato la struttura, eccependo alla stessa di non aver dato al cliente tutte le informazioni previste dal Codice del Consumo, allegando la documentazione atta a comprovare la situazione clinica del  figlio dell’assicurata e chiedendo, in conclusione, la restituzione della somma di euro 600,00.

La struttura ha quindi immediatamente restituito l’intero importo, il bambino è stato dimesso e la Pasqua di Viviana, seppur passata a casa, è trascorsa molto serena.

D.A.S. è partner commerciale di Helvetia Italia Assicurazioni S.p.A

Condividi questa pagina