Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
Link1
xxxx







Tutela legale
Sport
Sci
Diritti
Infortuni

Infortunio sulle piste da sci: tutela e risarcimento

Vediamo come assicurarsi un risarcimento in caso di infortunio sulle piste da sci.

7 gennaio 2015, Testo: Redazione D.A.S.

 

Come tutelarsi e richiedere un risarcimento in caso di infortunio sulle piste da sci?

Si è rivolto ai professionisti di D.A.S. un cliente che si è recato in montagna per godersi qualche giorno di svago all’insegna dello sci.

Giovanni ha raccontato che durante una discesa è stato travolto da uno sciatore di nazionalità inglese e ha riportato delle lesioni personali e grossi danni all’attrezzatura. Il cliente ha informato il consulente di D.A.S. che una volta rientrato a casa ha provveduto a quantificare i danni all’attrezzatura e le spese mediche vive. Ha sostenuto inoltre di aver tentato ripetutamente di contattare lo sciatore inglese ma senza ottenere risposta, probabilmente a causa dei dati incompleti o errati forniti dalla controparte. A seguito dei numerosi tentativi falliti, si è dunque rivolto alla Compagnia per richiedere assistenza legale.

I professionisti di D.A.S. si sono subito interessati al caso di Giovanni e si sono fatti spiegare dettagliatamente la dinamica dell’incidente. Giovanni ha dichiarato di essere stato improvvisamente investito dopo essere giunto a valle. Lo sciatore inglese proveniva a forte velocità da un tracciato densamente trafficato e non ha rispettato il segnale di precedenza.

La parola all'esperto: la normativa sugli infortuni sulla neve

L’assistente legale ha spiegato a Giovanni che esiste una regola riconosciuta sia dalle associazioni dei maestri di sci, sia dai regolamenti degli impianti sciistici, che specifica quanto segue: “lo sciatore a monte il quale, per la posizione dominante, ha la possibilità di scelta del percorso, deve tenere una direzione che eviti il pericolo di collisione con lo sciatore a valle”. Per cui, quando uno sciatore a valle viene investito, salvo che non concorra a cagionare un danno con una condotta a sua volta imprudente, è lo sciatore a monte che viene riconosciuto come responsabile.

Alla luce di queste considerazioni Giovanni ha il diritto di richiedere il risarcimento per i danni subiti.

Infortuni sulla neve: la richiesta di risarcimento

Gli esperti di D.A.S., effettuato un ulteriore tentativo di contatto dello sciatore inglese via telefono e via e-mail senza esito, hanno interpellato l’assicurazione del danneggiante che tuttavia li ha informati di non potersi attivare su istanza di un terzo ma di poter procedere solo a seguito di espressa richiesta di risarcimento da parte del proprio assicurato.

L’assistente legale ha ritenuto pertanto opportuno rivolgersi alla consorella D.A.S. UK, Compagnia del Gruppo D.A.S. International con sede a Bristol, che tempestivamente si è attivata per rintracciare e fornire tutti i dati del soggetto danneggiante. In possesso di queste informazioni all’assistente è stato possibile procedere con l’invio delle raccomandate di sollecito alla controparte.

Messo alle strette dalle diverse missive ricevute dal servizio di D.A.S., lo sciatore inglese ha finalmente provveduto ad aprire la vertenza con la propria assicurazione, garantendo così un equo risarcimento a Giovanni.

D.A.S. è partner commerciale di Helvetia Italia Assicurazioni S.p.A.
 


Per saperne di più
Condividi questa pagina