Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx







Tutela legale
Vacanze
Diritti

Vacanze all'estero con il camper? Attenzione agli imprevisti!

A volta una piacevole vacanza in camper con tutta la famiglia può essere rovinata da spiacevoli imprevisti. Ecco come comportarsi quando ci si trova all'estero.

15 giugno 2015, Testo: Redazione D.A.S.

 

Le vacanze in camper sono spesso sinonimo di libertà e di divertimento.
Ma può accadere che un incidente possa compromettere negativamente il nostro soggiorno …e le difficoltà si moltiplicano se ci si trova all’estero!

Scopriamo cosa è accaduto a Luigi, un assicurato D.A.S. in vacanza con il suo camper nuovo in Spagna.
Luigi, un cliente D.A.S. in viaggio in Spagna con il suo camper appena acquistato, rimane coinvolto in un tamponamento a catena.
Pur non avendo fortunatamente subito danni fisici, sin da un primo esame il mezzo appare fortemente danneggiato sia nella parte anteriore che in quella posteriore, al punto da costringere l’assicurato e la sua famiglia a ripararlo in loco per poterlo rimettere in circolazione ed utilizzarlo per il ritorno.
Una volta rientrato in Italia il cliente, avendo subito disagi e danni economici rilevanti, contatta la propria compagnia assicurativa e attiva la garanzia di tutela legale.

I professionisti D.A.S. innanzitutto, grazie alle proprie competenze linguistiche, recuperano direttamente le dichiarazioni dei testimoni e il verbale delle autorità spagnole, documento dal quale rilevano che il camper era stato colpito violentemente mentre era fermo in una rotatoria a causa del traffico urbano.
I legali si rivolgono quindi a CONSAP per dar seguito alla procedura di gestione dei sinistri avvenuti all’estero (c.d. Sinistri quarta direttiva) e recuperano il referente in Italia per la gestione del sinistro estero.
La normativa europea infatti ha da tempo previsto che, "se durante un viaggio all'estero in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde si è rimasti vittima di un incidente stradale provocato da un veicolo immatricolato e assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo, per chiedere il risarcimento dei danni subiti ci si può rivolgere non solo all'impresa di assicurazione estera del responsabile del sinistro ma anche al suo rappresentante in Italia (cosiddetto Mandatario)".

La specificità dei sinistri avvenuti all’estero, inoltre, si manifesta nel fatto che per valutare il torto e la ragione ci si deve rifare alla normativa della nazione ove il sinistro è avvenuto, quindi nel caso dell’assicurato D.A.S. alla legge spagnola. In caso di rotatorie anche in Spagna, similmente a quanto previsto in Italia, la precedenza spetta al veicolo che sta transitando nella rotonda e in tema di tamponamento a catena la responsabilità è dell’ultimo veicolo.
Il Mandatario individuato, con una prima offerta, riconosceva i danni alla parte posteriore del Camper, mentre escludeva quelli anteriori.
Le testimonianze raccolte dai legali di D.A.S. mostravano la piena ragione dell’assicurato e per questo i professionisti della Compagnia suggerivano a Luigi di non demordere.
Dopo un’accesa trattativa, tramite lettere e telefonate, i legali riuscivano a fare ottenere al cliente il risarcimento anche per la parte anteriore.
Affidarsi a personale esperto permette di risolvere le difficoltà nel miglior modo possibile evitando l’insorgere di situazioni spiacevoli e tutelando adeguatamente i propri diritti anche nell’ambito di problematiche insorte in un paese straniero.

D.A.S. è partner commerciale di Helvetia Italia Assicurazioni S.p.A.
 

Condividi questa pagina