Cookie Privacy Policy

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx







Agenzie
Helvetia

Emilio, Maurizio e Michele Maluta: da 3 generazioni assicuratori per passione

Prosegue la nostra rubrica dedicata alle agenzie helvetia e alla scoperta delle bellezze del territorio italiano.

9 febbraio 2017, Testo: Mara De Gaetano

Splende il sole a Costa Volpino. Una calda giornata di fine gennaio fa da cornice al nostro breve ma piacevolissimo soggiorno in Val Camonica. Ad aprire la porta dell'agenzia helvetia di Costa Volpino sono Maurizio e Michele Maluta, padre e figlio, uniti dall'amore verso il proprio lavoro e dalla passione che entrambi mettono ogni giorno per raggiungere la soddisfazione dei propri clienti.

Per "diritto d'anzianità", diamo la precedenza al signor Maurizio, storico agente Nationale Suisse che, con il suo sorriso e, a tratti, un filo di emozione, ci parla della sua vita e della sua smisurata passione per il disegno e per le vignette in particolare. "La mia è una famiglia di assicuratori sin dal 1965. Lo era mio padre Emilio, il quale aprì la sua agenzia proprio negli anni in cui l'assicurazione era diventata obbligatoria".

Una lunga carriera quindi, prima di cedere il testimone proprio a Maurizio, che ha iniziato nel 1972 come dipendente dell'Ufficio Sinistri dell'agenzia Ausonia di Brescia e poi come perito e liquidatore in Fata e Lloyd Adriatico. Tra la fine degli anni '70, inizi anni '80, approda in Nai sempre come liquidatore, fino al 1987, anno in cui ha aperto la propria agenzia in Val Camonica.

"L'assicuratore è ormai un professionista, con una funzione sociale importante. In una realtà abbastanza piccola come la nostra, è diventato un vero punto di riferimento. La gente entra in agenzia anche per fare domande che esulano dal contesto assicurativo".

Durante la nostra chiacchierata, è quasi impossibile non guardarsi attorno, in una stanza colma di opere d'arte ricche di originalità e genialità e vignette storiche di importante valore storico/culturale, ordinate con cura sui ripiani. "Tengo molto alla mia collezione – racconta Maurizio Maluta – ne ho più di 300 e, riguardandola, è come se ripercorressi la mia vita. Una volta era difficile dedicarmi alla mia passione a causa del poco tempo a disposizione, oggi, grazie a mio figlio, per fortuna riesco a ritagliare più spazio per me stesso".

Nel frattempo, ci mostra alcune delle sue creazioni e le riviste per cui collabora,tra cui "Il Candido" di Giovannino Guareschi, che ha dato i natali a Don Camillo e Peppone. "Da bambino invidiavo chi disegnava per il Candido ora, dopo più di 50 anni, questo sogno si è realizzato".

Concludiamo la nostra chiacchierata con un gradito omaggio, realizzato appositamente per noi, ma che vogliamo condividere con tutti voi in questa pagina. Nel frattempo, ci raggiunge Michele con la sua simpatia, abituato, sin da piccolissimo, a respirare "aria assicurativa". "Son cresciuto in questo mondo e sono contento di farne parte". Agonista di kick boxing, coltiva inoltre con passione la sua attività di allenatore e di arbitro, senza trascurare la sua amata moto e i viaggi. "Oltre che al lavoro, mi piace tantissimo dedicarmi allo sport e alla mia moto. Non perdo mai l'occasione per salire in sella e partire con i miei amici di sempre". Proprio Michele si trasforma in guida turistica, accompagnandoci a fare un piccolo ma istruttivo tour tra Costa Volpino e Lovere. Il panorama incantevole offerto dalle vallate e dal Lago d'Iseo, rende la passeggiata ancora più suggestiva.

Passando per la Basilica di Santa Maria in Valvendra, l'Accademia Tadini e Piazza Vittorio Emanuele II, ci godiamo al meglio questo meraviglioso scorcio della nostra bella Italia, prima di salutarci e rientrare a Milano.  

Condividi questa pagina