Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx
Polizze Vita
Consigli dell'esperto
Previdenza complementare

Polizza Vita Multiramo, investimento e risparmio assicurato

Polizze Vita o prodotti di investimento? Come possiamo tutelare al meglio i nostri risparmi?

11 aprile 2017, Testo: Sergio Viola

“Come posso far crescere il patrimonio avendo la garanzia di non mandare in fumo quanto faticosamente guadagnato? A chi mi posso affidare?”. A queste domande cercano di rispondere periodicamente analisti finanziari, giornalisti specializzati ed esperti che giudicano la situazione economica, i mercati e le opportunità di investimento nel nostro paese.

Titoli di Stato, depositi bancari, libretti postali, investimenti immobiliari e imprenditoriali, azioni e obbligazioni. Non è facile scegliere la strada giusta: molto dipende dagli obiettivi, dalla liquidità e dalla propensione al rischio del risparmiatore/investitore. Inoltre, è basilare la solidità del soggetto a cui si affida il denaro (es. Stato, Banche).

In questo particolare periodo storico, le imprese di assicurazione offrono buone garanzie ai risparmiatori. Basti pensare che recentemente l’European Insurance and Occupational Pensions Authority (EIOPA) ha condotto delle indagini sulla tenuta economica delle compagnie italiane, ricavandone un giudizio estremamente positivo. Giudizio condiviso anche da IVASS, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni.

Negli ultimi anni, peraltro, gli italiani hanno dato fiducia alle imprese assicuratrici, che hanno registrato una raccolta premi da record nel ramo vita nel 2015 (quasi 115 miliardi di euro; Fonte: ANIA), anche per il grande sviluppo che hanno avuto i prodotti finalizzati al risparmio e all’investimento.

PUNTARE SU RISPARMIO O INVESTIMENTO? MEGLIO ENTRAMBI

All’interno del blog abbiamo spiegato che le polizze vita consentono di rispondere a differenti bisogni personali e familiari: infatti, possono costituire una forma di protezione dai rischi legati a una malattia o a una morte prematura, diventare un sostegno per la vecchiaia come pensione integrativa o rappresentare un’opportunità di risparmio/investimento. Approfondiamo quest’ultima tipologia di assicurazione.

Se si vuole incrementare il proprio capitale senza rischiare si può scegliere un prodotto rivalutabile, che consente di impiegare una somma o un piano di versamenti in una forma di risparmio o in una rendita integrativa caratterizzati dalla garanzia di rendimento minimo. In questo caso, la rivalutazione della prestazione dipende dal rendimento ottenuto dalle gestioni assicurative separate, che prevedono investimenti in titoli a reddito fisso.

Diversamente, i prodotti assicurativi dedicati all’investimento sono meno sicuri per gli assicurati ma potenzialmente più gratificanti. Si tratta infatti di polizze il cui rendimento del capitale è legato all’andamento di fondi interni assicurativo e/o fondi esterni (assicurazioni vita unit-linked) o indici finanziari (assicurazioni vita index-linked).

Quindi, rischiare o non rischiare? In realtà, le compagnie di assicurazione offrono anche dei prodotti che consentono allo stesso tempo di “blindare una parte del premio e metterne in gioco il resto”. Si tratta delle Polizze Vita Multiramo, che presentano sia una componente rivalutabile che una componente unit-linked.

In sostanza, acquistando questo prodotto, il Contraente può scegliere di allocare il premio – che può essere versato all’impresa di assicurazione in un’unica soluzione oppure tramite premi annui ricorrenti, con la possibilità di effettuare anche versamenti aggiuntivi nel corso della durata del contratto - tra più opzioni: in parte a favore di una componente garantita che investe in gestione separata, il restante a favore di un’opzione più dinamica legata a fondi interni assicurativi e/o a fondi esterni. Per il Contraente in ogni caso resta aperta la possibilità di adeguare e modificare le sue scelte nel corso della durata del contratto, nel rispetto dei limiti previsti dal prodotto.

Riguardo quest’ultimo aspetto, va sottolineato che questo tipo di prodotto solitamente viene configurato a vita intera e pertanto la sua durata coincide con la vita dell’assicurato. Peraltro, è generalmente possibile richiedere il riscatto parziale o totale del capitale assicurato trascorso un certo periodo di tempo dalla stipula del contratto.

Condividi questa pagina