Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

Mi interessano
?
Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
Ti piace vincere?

Iscriviti o accedi all'area riservata My Helvetia e partecipa al nostro concorso! In palio ogni giorno 3 Buoni Amazon.it da 25€ l'uno!

Sci

Con TrackSki lo scarpone diventa “smart” e ti dice quanto sei bravo

Helvetia presenta il suo rivoluzionario sensore da applicare agli scarponi, in grado di analizzare il livello di abilità dello sciatore.

09/12/2019, Autore: Marcello Andreetti

In un’epoca in cui tecnologie sempre più sofisticate sono presenti praticamente in ogni aspetto della nostra vita, anche lo sport si fa sempre più “tech” e si pratica con regole completamente nuove.
Tecniche di allenamento, activity tracking, analisi dei parametri fisici e delle prestazioni…
In tantissime discipline, e a ogni livello, i dispositivi wearable sono ormai entrati a far parte della consuetudine per la maggior parte degli sportivi.
E lo sci non può certo essere da meno.
Una vera rivoluzione in questo campo arriva da Helvetia e dal suo TrackSki, un avanzatissimo sensore da applicare agli scarponi, in grado di tracciare la performance dello sciatore.
Analizzando una serie di parametri, quali velocità in ingresso e uscita di curva, angolo di piegamento, simmetria delle gambe, conduzione e tenuta, TrackSki riesce a individuare il livello di abilità di ciascuno, in base alla scala di valutazione della FISI - Federazione Italiana Sport Invernali, indicando le aree di miglioramento.

 

Ski smart, ski safe

Questo sensore ha enormi potenzialità per la preparazione degli atleti professionisti, ma l’aspetto forse più interessante riguarda i semplici appassionati.
Lo strumento rappresenta ad esempio un validissimo supporto all’intervento del maestro di sci, che può così lavorare con gli allievi basandosi su parametri oggettivi e certi.
Un altro parametro indicato da TrackSki è poi il livello di affaticamento dello sciatore: dato fondamentale per la sicurezza in pista, considerando che l’85% degli incidenti sugli sci avviene verso fine giornata, proprio a causa della stanchezza.
La tecnologia si mette dunque al servizio di prestazione, divertimento e sicurezza, ma non basta: per una protezione a 360° ci vuole anche una polizza sci completa e versatile, per non lasciare nulla al caso e non farsi trovare impreparati nel caso di imprevisti.

 

TrackSki & Easy Ski: due rivoluzioni in una

La rivoluzione di TrackSki si sposa perfettamente con le innovazioni introdotte da Helvetia Easy Ski: un’assicurazione sci che permette agli utenti un elevato livello di personalizzazione delle coperture, e può essere stipulata esclusivamente per il periodo di effettivo utilizzo, anche per un solo
giorno.

È così che gli utilizzatori di TrackSki potranno assicurare con Helvetia Easy Ski la propria giornata di sci in pochi secondi, direttamente dalla App collegata al sensore, usufruendo di un ampio ventaglio di garanzie, quali ad esempio il rimborso delle spese mediche a seguito di infortunio, Responsabilità Civile, assistenza e soccorso in toboga ed elicottero.

Fai ora il tuo preventivo

Calcola il premio in base alle tue esigenze che sono uniche come il tuo divertimento in montagna e acquista online la tua assicurazione in pochi click.

Come funziona TrackSki

Il sensore TrackSki dispone di una sofisticata piattaforma inerziale, che trasforma lo scarpone in uno strumento “smart”, in grado di ricostruire ed interpretare tutti i movimenti dello sciatore. TrackSki può dialogare con lo smartphone tramite connessione bluetooth, grazie all’App dedicata, e questo naturalmente ne allarga di molto le prospettive, soprattutto in ambito “social”.
Oltre a utilizzare i dati per migliorare la performance e aumentare il livello di sicurezza, sarà infatti possibile condividere i propri parametri e partecipare a sfide e competizioni di gruppo.

Potrai provare l'innovativo sensore durante le tappe del Tour delle Alpi e durante gli eventi che Helvetia ha organizzato insieme a Nordica:

  • il 28 e 29 dicembre a Bormio;
  • l'11 e 12 gennaio a Madonna di Campiglio;
  • il 29 febbraio e 1 marzo a Folgaria.

 

Rivoluzione Ski-Tech: MyPass

Se la tecnologia sta creando uno scenario in grado di semplificare la vita agli sciatori, rendendo più appagante la loro passione, è anche merito di un’altra interessante innovazione chiamata MyPass Sci.
Si tratta di una vera e propria soluzione “Pay per use”, che attraverso l’apposita card permette il riconoscimento e l’accesso automatico alle piste: in questo modo lo skipass non va pagato in anticipo, e inoltre si elimina la necessità di fare la fila agli sportelli.
In pratica la card effettua automaticamente il conteggio del tempo sciato, applicando la tariffa più conveniente del comprensorio e addebitando l’importo corrispondente direttamente sulla carta di credito, senza alcuna maggiorazione.
Anche in questo caso, Helvetia si è dimostrata attenta e pronta a supportare ogni innovazione tecnologica, per regalare un’esperienza migliore sotto ogni aspetto nella pratica dello sci.
L’accordo tra Helvetia e Mypass Sci prevede infatti la possibilità per chi acquisterà la card MyPass di sottoscrivere direttamente da App anche la polizza Easy MyPass, con il vantaggio di pagare il premio solo per il periodo di effettivo utilizzo.
Per saperne di più: mypass.ski


Per saperne di più
Condividi questa pagina