Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

Mi interessano
?
Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
Viaggi

Vacanze 2019: c’era una volta il last minute

La prenotazione anticipata delle vacanze può farci risparmiare, ma per metterci al riparo da un eventuale annullamento è consigliabile pensare a una polizza viaggio come Helvetia OK Travel.

14/01/2019, Autore: Marcello Andreetti

Come già sottolineato dalla società di ricerche GfK, in occasione della Bit - Borsa Internazionale del Turismo 2018, gli italiani pensano alle vacanze con largo anticipo.
Non solo in senso figurato, ma più concretamente prenotando i propri viaggi molti mesi prima della partenza. Si tratta del cosiddetto “advance booking”. Un fenomeno che cresce del 7-8% all’anno.
Vi ricordate quando andava di moda il last minute? Questo è il suo esatto contrario, tanto che si potrebbe persino definire “first minute”.
Ma perché l’approccio alle vacanze si è completamente invertito in pochi anni?
Se con il last minute gli operatori cercavano di occupare i posti rimasti vuoti, coprendo almeno le spese di gestione, con l’advance booking è cambiata la cultura della prenotazione: la garanzia di una vendita con largo anticipo viene “premiata” con uno sconto.
Secondo GfK questa tendenza sarebbe dovuta a un clima di maggior serenità generale che favorisce una ripresa della cosiddetta “autoconcessività”, particolarmente favorevole per il settore Travel.
Probabilmente vero, ma senza dubbio sono anche altri i motivi che ci spingono a decidere la meta delle vacanze estive quando siamo ancora in pieno inverno.

I vantaggi dell’advance booking

Risparmio economico a parte, chi prima arriva meglio alloggia: prenotare in anticipo permette infatti di scegliere con calma la destinazione preferita, in un ampio ventaglio di offerte, senza doversi preoccupare della disponibilità in alcuni periodi. Quindi in molti ne approfittano.
Oltre a ciò, viene anche eliminato il fattore stress: non dovendo fare tutto di fretta, si elimina l’ansia dell’ultimo minuto. Si può discutere con calma dell’itinerario con i compagni di viaggio pianificando ogni dettaglio, comprese le prenotazioni ai musei, eventuali formalità amministrative e sanitarie, come visti, vaccinazioni, ecc., senza il rischio di dimenticare qualcosa.
Non ultimo, nell’advance booking va considerato il gusto di assaporare la partenza un po’ alla volta. Non è forse vero che l’attesa del piacere è più bella del piacere stesso?
Avere in tasca il biglietto per il viaggio aiuta a sognare, a vedersi già nel luogo prescelto, a immaginare quello che vedremo e che faremo. Stimola ad approfondire su internet, cercare informazioni e curiosità, scoprire aspetti meno noti del Paese che andremo a visitare.

Una sicurezza in più

In una vacanza ben organizzata non può mancare la sicurezza di un’assicurazione viaggio su misura per noi. Helvetia OK Travel è una polizza viaggio estremamente versatile e personalizzabile, che ti permette di scegliere la protezione più adatta al tuo viaggio, con la grande praticità di poterla acquistare on-line, ovunque e in qualunque momento, sapendo che sarà subito valida.
Ok Travel ti offre ad esempio la garanzia di un’assistenza 24 ore su 24, o del rimborso delle spese mediche, oppure ancora dell’indennizzo per furto del bagaglio o per ritardi e mis-connection del volo. Senza contare che si può scegliere anche la copertura per Responsabilità Civile verso terzi, oltre alla possibilità di ottenere un rimborso nell’eventualità di annullamento della partenza, molto utile quando si prenota diversi mesi prima.

Scopri di più su Helvetia OK Travel e calcola direttamente il tuo preventivo

Le mete “cool”

Ma in definitiva dove indirizzano i propri istinti di viaggiatore la maggior parte degli italiani?
Per quanto riguarda l’Italia, Puglia, Riviera Romagnola e Isola d’Elba hanno fatto la parte del leone nel 2018, mentre all’estero le mete più gettonate sono state Grecia, Spagna e Portogallo.
Inoltre, secondo un sondaggio condotto dal portale di prenotazioni aeree Skyscanner, tra le mete nuove emerse nel 2018 ci sono stati diversi Paesi europei poco frequentati dal turismo di massa, piuttosto economici ma non di meno suggestivi, come Bulgaria e Albania, che hanno visto rispettivamente una crescita turistica del 52% e del 14%.
Fuori dall’Europa, anche Marocco, Israele e Giordania, con un + 20% di media, riscuotono un ottimo gradimento, grazie all’apertura di nuove rotte low-cost.
Anche i volumi di ricerca di Google per lo scorso anno confermano il gradimento di mete alternative come Albania e Croazia, anche se la località turistica più cliccata in assoluto dagli italiani in rete risulta la Sardegna.

Riassumendo

  • Il cosiddetto advance booking, ovvero la prenotazione in anticipo, è sempre più diffuso tra i viaggiatori italiani: costi inferiori e meno stress le chiavi del suo successo.
  • Tra le mete estere più gettonate spiccano Grecia e Spagna, ma anche Bulgaria, Albania e Marocco.    
  • La polizza viaggio Helvetia OK Travel, modulabile a seconda delle esigenze e del tipo di viaggio, ti offre la tranquillità un ampio ventaglio di coperture: dal rischio di annullamento della partenza a eventuali spese per imprevisti di salute durante la vacanza. Così dovrai pensare solo a goderti la preparazione del viaggio.

Per saperne di più
Condividi questa pagina