Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

  • Mi interessano
    ?
    Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
Link1
xxxx
Auto e moto

Sicurezza bambini in auto: le 5 regole d’oro.

Assicurare correttamente i bambini al seggiolino auto e utilizzare i nuovi dispositivi anti abbandono è sempre fondamentale, ma scopri altre 5 cose che devi fare per migliorare la loro sicurezza in auto.

11/07/2019, Autore: Marcello Andreetti

Gli ultimi dati Istat dicono che in Italia nel 2017 più di 8.000 bambini sono rimasti feriti gravemente a causa di incidenti stradali; nella maggior parte dei casi perché non assicurati efficacemente al seggiolino auto o perché seduti accanto al guidatore in condizioni di totale vulnerabilità.
Lo ricorda anche il Ministero dei Trasporti con la campagna “Bimbi in auto”, realizzata insieme a Polizia e associazioni pediatriche per sensibilizzare i guidatori sull’importanza di utilizzare sempre il seggiolino auto nel modo corretto, anche per brevi spostamenti.
Seggiolini auto e cinture devono naturalmente essere omologati ai sensi di legge, oltre che della misura adatta alle dimensioni dei bambini e montati sul sedile in maniera idonea.

Seggiolini auto – Cosa dice la legge

A proposito di legge, c’è da dire che negli ultimi anni molto è stato fatto per migliorare il livello di sicurezza dei bambini, e anche la normativa seggiolini auto va in questa direzione.
Molte sono le specifiche date dai legislatori utili per scegliere il seggiolino su misura per il nostro bambino e anche la tecnologia può essere d'aiuto.
Quando si trasporta un bambino di età inferiore ai 4 anni, potrebbe infatti essere conveniente utilizzare un apposito dispositivo di allarme volto a prevenirne l’abbandono.
Si tratta in pratica di strumenti elettronici in grado di lanciare l’allarme se dovessimo dimenticarci il bimbo a bordo quando ci allontaniamo dall’autovettura.
Questa terribile disattenzione, che i medici chiamano amnesia dissociativa, è causata da una sorta di blackout mentale che in periodi di forte stress potrebbe purtroppo capitare a chiunque.

Helvetia Guida Sicura & Tippy

Sicurezza e tranquillità in auto significa anche poter contare su un’assicurazione affidabile e completa per te e per le persone che trasporti.
Ad esempio, con Helvetia Guida Sicura puoi scegliere la garanzia della polizza infortuni conducente (l’unico soggetto escluso dalla copertura delle normale r.c. auto), che garantisce un indennizzo a guidatore e passeggeri in caso di infortunio dovuto a incidente stradale, ma anche in fase di salita o discesa dall’auto.
Helvetia Guida Sicura ti offre inoltre un doppio vantaggio: oltre a tutelarti dalle conseguenze di ogni imprevisto alla guida, ti regala anche la certezza di proteggere al meglio il tuo bambino. Acquistando infatti l’assicurazione, riceverai in omaggio Tippy, l’innovativo cuscinetto tecnologico prodotto da Digicom, che ti avverte via smartphone se il bimbo è rimasto a bordo, e in caso di necessità è in grado di avvertire i numeri d’emergenza.

Per approfondire leggi anche

Helvetia Guida Sicura & Tippy

LE 5 REGOLE

Ecco poche semplici norme da osservare per la sicurezza del tuo bambino: non costano fatica e possono prevenire molti gravi infortuni.

Seggiolino sempre

Naturalmente è la prima regola in assoluto. Come sottolineato dalla campagna ministeriale, anche per tragitti brevissimi usa sempre il seggiolino e non tenere il piccolo in braccio. I piccoli spostamenti e le ridotte velocità sono solo apparentemente più innocui: nel caso di impatto a 56 Km/h un bambino del peso di 15 kg produce una forza d’urto pari a 225 kg. Impossibile trattenerlo con le braccia!
Come accennato sopra, il seggiolino deve poi essere omologato, della giusta taglia e montato correttamente; le cinture vanno tenute sempre allacciate e infine deve disporre del nuovo sistema elettronico anti-abbandono.

Niente distrazioni

Il bambino bloccato sul seggiolino potrebbe piangere o strillare, ma tu devi avere il “cuore di pietra” e non distrarti mai dalla guida voltandoti per assecondarlo o consolarlo.
Di cellulare poi neanche a parlarne, capito? È grave sempre usarlo in auto: lo è doppiamente se trasporti tuo figlio.

Attenzione all’airbag

L’azionamento dell’airbag può essere estremamente pericoloso per i bambini sotto i 16 mesi di età, perciò va disattivato quando il seggiolino viene montato sul sedile anteriore (meglio comunque in senso contrario a quello di marcia).
Per i più grandicelli l’airbag deve invece essere attivo e il seggiolino va montato nel senso di marcia, preferibilmente sul sedile posteriore, che le statistiche indicano come più sicuro.

Sì al peluche e alla sosta merendina! No al lecca-lecca!

Per allietare il viaggio dei più piccoli e la loro “prigionia” sul seggiolino, meglio utilizzare l’orsacchiotto preferito e lasciar perdere caramelle, succhi di frutta con la cannuccia o altri oggetti rigidi che potrebbero causare lesioni in caso di brusca frenata.
In verità sarebbe opportuno non dar loro da mangiare in assoluto, perché in caso di soffocamento accidentale non saremmo reattivi nel soccorso e in ogni caso probabilmente ci distrarremmo dalla guida.

Caldo & freddo

Anche quando fuori fa fresco, l’abitacolo dell’auto parcheggiata al sole può diventare un “forno” in breve tempo.
Il caldo molto intenso può rappresentare un pericolo per i bimbi, perciò in questi casi avvia il motore e accendi l’aria condizionata a macchina ferma per qualche minuto prima di entrare… L’ambiente per questa volta ti perdonerà.
Attenzione però a non esagerare dal lato opposto: l’aria condizionata non va diretta sul viso e la temperatura non deve essere troppo bassa (meglio non scendere sotto i 20 gradi). Prima dell’arrivo ricordati infine di spegnerla e di aprire i finestrini, per evitare bruschi sbalzi di temperatura.


Per saperne di più
Condividi questa pagina