Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

  • Mi interessano
    ?
    Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
Link1
xxxx
Aziende

INimpresa: assicurazione incendio per l’azienda

Oltre al rispetto delle norme di sicurezza, l’unico modo per tutelarsi contro i danni da incendio in azienda è stipulare un’assicurazione specifica come Helvetia INimpresa.

07/10/2019, Autore: Marcello Andreetti

Gli incendi sono eventi ovviamente imprevedibili, a cui non si può essere preparati, e quando colpiscono sono dolori.
Quando ci giunge notizia di un incendio scoppiato in una fabbrica, in un’azienda o in altra impresa, il pensiero corre subito all’incolumità delle persone, sempre prioritaria, ma anche i danni economici e le ripercussioni per l’attività rappresentano in questi casi un problema comunque molto serio per l’imprenditore e, di conseguenza, per i lavoratori.
È stato calcolato che siano proprio incendi ed esplosioni a causare ogni anno i maggiori danni alle aziende nel mondo, con perdite superiori ai 14 miliardi di euro.
Prevenzione e rispetto delle norme di sicurezza sono indispensabili per limitare i rischi, ma a volte non sono sufficienti a evitare il danno, così diventa fondamentale poter contare sulla copertura di una garanzia specifica come quella offerta dall’assicurazione multirischio Helvetia INimpresa.

Molti rischi, una soluzione

Helvetia INimpresa è una polizza composta da 7 sezioni di garanzia differenti, che puoi acquistare anche singolarmente, in base alle coperture che ritieni più utili per le caratteristiche della tua azienda.
Oltre ai danni da incendio, fulmine, scoppio, nonché da perdite d’acqua, eventi atmosferici e atti vandalici, puoi scegliere se proteggerti contro i danni da furto, da infortuni, da Responsabilità Civile o da D&O e da Cyber Risk, e infine puoi decidere se avere un supporto di Tutela Legale per la difesa dei tuoi interessi in caso di necessità.
Un ventaglio di coperture così ampio da garantirti su ogni fronte uno svolgimento totalmente sereno dell’attività aziendale.

Per saperne di più su

Helvetia INimpresa

Garanzia incendio: cosa copre?

Più specificamente, la sezione di garanzia Incendio e altri danni ai beni di Helvetia INimpresa prevede una copertura contro i danni da incendio, fulmine, scoppio, fenomeni elettrici, acqua e, se hai sottoscritto la formula All Risks, anche contro i danni da atti vandalici e dolosi, eventi atmosferici e altro ancora… il tutto a favore di:
Fabbricati - Quando sei il proprietario dei locali in cui si svolge l’attività.
Rischio Locativo – Quando i locali sono presi in affitto.
Contenuto dell’azienda – Anche se di proprietà di terzi, come ad esempio macchinari, attrezzature e altri beni in leasing, archivi, documenti e merci.
Nella copertura incendio sono infine compresi i danni causati dall’incendio a cose di terzi, oltre alle eventuali spese di demolizione e sgombero.

Quali sono le cause principali

Nelle aziende italiane, sono circa 1.000 ogni anno gli incendi e le esplosioni che richiedono l’intervento dei Vigili del Fuoco.
Le cause possono essere moltissime, spesso però non sufficientemente conosciute: da un cortocircuito a un’anomalia di funzionamento di qualche macchinario, da un mozzicone di sigaretta che si credeva spento e buttato nel cestino, fino ai prodotti per la pulizia non adeguatamente conservati…
Impossibile elencarle tutte, ma per semplicità possono essere raggruppate in 4 tipologie:

Errore umano e negligenza
La componente umana involontaria, sia sotto forma di errori gravi, sia di semplice distrazione o di procedure non corrette, è alla base di molti episodi di incendi provocati “tecnicamente” da cause diverse. Una adeguata formazione del personale verso una maggiore consapevolezza è dunque la forma più efficace di prevenzione.

Guasti elettrici
Le cause di origine elettrica sono le più comuni (30% dei casi). Ciabatte, prolunghe o prese non a norma sono assolutamente da evitare, se non si vogliono correre inutili rischi. Naturalmente è anche indispensabile la periodica manutenzione di impianti e apparecchiature elettriche.

Materiali infiammabili
Liquidi e altre sostanze combustibili, rappresentano un serio pericolo, se non stoccati e gestiti correttamente.
Depositare tali materiali (ma anche semplicemente accumulare la carta) in luoghi non idonei, o utilizzarli senza le dovute cautele, può provocare danni irreparabili.

Dolo
Purtroppo tra le cause di incendio non sono da escludere neppure gli atti vandalici e dolosi; in questo caso l’unica prevenzione consiste in un efficiente sistema di controllo e sicurezza in caso di violazioni degli edifici aziendali.

Al fuoco! Cosa fare se…

Quando si sviluppa un incendio sul luogo di lavoro bisogna sapere esattamente cosa fare, seguendo procedure precise: agire nel modo giusto potrebbe salvare la vita a noi e agli altri.
La cosa più importante è non farsi prendere dal panico, avvisando subito se possibile gli addetti all’emergenza o direttamente i Vigili del Fuoco al numero d’emergenza 115.
Per minimizzare i rischi bisogna poi attenersi scrupolosamente alle procedure d’evacuazione previste dal Piano d’emergenza. In generale, se l’incendio si sviluppa in un edificio a più piani, i primi a doverlo lasciare sono i lavoratori più in alto, sempre secondo le direttive dei responsabili evacuazione.
Nel caso l’incendio sia già sviluppato, mentre si cerca di raggiungere un’uscita per evitare il fumo è consigliato camminare stando chinati, con un tessuto bagnato su bocca e naso.
Un’utile strategia in questi casi è quella di formare una catena con gli altri colleghi tenendosi per mano, evitando le scale principali e gli ascensori.
Un ultimo consiglio: gli estintori vanno utilizzati soltanto da chi ne conosce perfettamente il funzionamento, e il getto non va in nessun caso indirizzato verso le persone.


Per saperne di più
Condividi questa pagina