Mi interessano
?
Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
  • Assicurazione casa: quando quella del condominio non è sufficiente?

    27.01.2022 | Redazione interna | Photo by MIND AND I on AdobeStock
    La casa di proprietà rimane uno tra i beni più desiderati dagli italiani. Purtroppo rimane ancora tra i valori meno assicurati, analogamente a quanto avviene in generale per il proprio patrimonio.
polizza casa: integrazione polizza condominio

Assicurazione casa: quando quella del condominio non è sufficiente?

27.01.2022 | Redazione interna | Photo by MIND AND I on AdobeStock
polizza casa: integrazione polizza condominio
La casa di proprietà rimane uno tra i beni più desiderati dagli italiani. Purtroppo rimane ancora tra i valori meno assicurati, analogamente a quanto avviene in generale per il proprio patrimonio.
Ricerca l'agenzia
Massimo-Fedeli
Meteo estremo, ristrutturazioni sempre più spinte con materiali di costruzione innovativi, aumento dei dispositivi elettronici: siamo sicuri di avere le giuste attenzioni e protezioni per uno dei beni più importanti per gli italiani? In questo articolo vogliamo trattare l'argomento dal nostro punto di vista di assicuratori che tutti i giorni si confrontano con danni di varia natura. Dedichiamo due minuti per pensarci.
Massimo Fedeli, Direttore Danni Gruppo Helvetia Italia

Nonostante il tempo che occorre per accantonare il risparmio necessario all'acquisto, la propensione alla sicurezza, anche assicurativa, dei propri investimenti dai rischi, che possono metterne a repentaglio il valore in poco tempo, è ancora molto bassa.
Vi è da un lato una diffusa percezione di invulnerabilità (o addirittura di cancellazione dall'ordine delle possibilità), e dall'altro anche una convinzione che, per molte tipologie di rischio, la polizza del condominio sia la soluzione assicurativa ottimale.
Purtroppo spesso questo non si rivela corrispondente al vero.
Cerchiamo ora di capire perché sia importante avere l'assicurazione sulla casa anche per gli appartamenti in condominio, raggruppando le argomentazioni in tre macro-aree.

Assicurazione condominio a chi spetta la gestione del contratto e chi paga?

Il primo aspetto da considerare è relativo al fatto che la gestione di tutte le tematiche di carattere amministrativo, collegate alla polizza del condominio, sono in capo all'amministratore.
È l'amministratore che provvede al pagamento annuale dei premi, qualora il condominio abbia i fondi, e che provvede a denunciare il sinistro alla compagnia.
Tutta la corrispondenza della Compagnia, di Assicurazione, comprese eventuali lettere di recesso per sinistro, vengono inviate al suo indirizzo.
È sempre l'Amministratore che definisce inoltre la somma da assicurare, che richiede alla Compagnia l'attivazione delle diverse garanzie opzionali, che viene a conoscenza, per primo, di eventuali problemi relativi all'operatività della garanzia, che ha la copia originale del contratto.
È importante pertanto essere consapevoli della centralità della figura dell'Amministratore di Condominio per l'esistenza e l'operatività della polizza assicurativa globale fabbricati, anche per gli aspetti di tutela della propria abitazione.

Polizza condominiale e polizza privata: come funziona assicurazione condominio

La polizza Globale Fabbricati ha molte garanzie che si "sovrappongono" alla polizza della casa.
La polizza condominiale costituisce pertanto una buona protezione delle mura e dei relativi impianti.
In relazione alla protezione di questi beni, al fine di evitare una sovrapposizione completa con la polizza del condominio (quindi il pagamento di premi "doppi" per garanzie simili), è opportuno attivare, con specifica assicurazione casa, una copertura delle mura che operi nella forma a "primo rischio assoluto", anche per una somma inferiore al valore di ricostruzione a nuovo della propria porzione di fabbricato.
L'assicurazione a primo rischio assoluto prevede la liquidazione di un eventuale sinistro fino all'ammontare della somma assicurata in polizza. In caso di sinistro quindi la somma assicurata rappresenta il limite superiore che la compagnia si impegna a pagare, indipendentemente dal valore reale dei beni presi nel loro complesso. 
In questo modo ci si garantirebbe una protezione addizionale.
Per facilitare la comprensione, riportiamo un esempio:
Somma assicurata per il Fabbricato = € 100.000
Danno causato dall’incendio = € 30.000
Valore di ricostruzione a nuovo del Fabbricato al momento del sinistro = € 150.000
Forma "a valore intero"
Indennizzo = (€ 100.000 / € 150.000) x € 30.000 = € 20.000
Forma "a primo rischio assoluto"
Indennizzo = € 30.000 (il dato sul valore di ricostruzione a nuovo non assume rilievo)

Esistono inoltre alcune aree di "scopertura" nella polizza del condominio.
Il caso più noto è relativo ai danni al fabbricato (es : mura, parquet, ..) da acqua condotta a seguito di rottura di beni riferibili al contenuto dell'abitazione (es. elettrodomestici e relativi flessibili) e non da tubazioni del fabbricato.
Questo danno è normalmente escluso dalla polizza Globale Fabbricati, mentre viene ricompreso nell'assicurazione, a condizione che sia assicurata la partita fabbricato.

Integrazione assicurazione condominio: assicurazione casa cosa deve comprendere? 

Passiamo infine alla disamina delle garanzie tipiche dell'assicurazione casa, che non trovano corrispondenza in un prodotto per il condominio.
Il primo aspetto da considerare è la copertura di tutto ciò che non riguarda le mura, ma il contenuto degli immobili, ovvero tutto quanto esistente all'interno dei locali (mobilio, apparecchiature elettroniche, gioielli e beni personali in genere).
Il contenuto può essere assicurato nella forma "a valore intero"  (più difficile da determinare in quanto la somma assicurata dovrebbe corrispondere al costo necessario per riacquistare tutto quanto esistente nei locali) o, in alternativa, nella forma "a primo rischio assoluto". Quest'ultima ha un costo superiore alla forma "a valore intero" ma evita eventuali errori nella determinazione della somma assicurata.

I beni esistenti nei locali, oltre che essere valori da proteggere, possono anche costituire una fonte di rischio per danni a terzi.
Immaginiamo, ad esempio, un corto circuito nella lavastoviglie, attivata sovente prima di uscire di casa per trovare il lavaggio ultimato al rientro, che può essere causa di incendio mentre l'assicurato si trova fuori dai locali. Prima del rientro è probabile che l'incendio si sia esteso nellall'appartamento dell'assicurato e ad negli altri appartamenti. Anche laddove il fuoco non abbia danneggiato le proprietà altrui, è probabile che ci possano essere danni da fumo.
Questi rischi possono essere coperti, solo in parte, dalla polizza Globale Fabbricati, e a condizione che sia richiamata la garanzia di Responsabilità Civile della conduzione delle singole unità immobiliari (anche in questo caso, per le opportune verifiche, è necessario informarsi presso l'Amministratore di Condominio).
Ove attivata, tale garanzia avrà un massimale limitato, che potrebbe non essere sufficiente in alcuni casi: si pensi ad esempio ai grattacieli, ai fabbricati dove vivono persone facoltose, potenzialmente proprietarie di  importanti collezioni d'arte.È pertanto fondamentale valutare adeguatamente il rischio di potenziali danni a terzi.
La risposta assicurativa a questa tematica, ad integrazione della polizza Globale Fabbricati, è l'assicurazione casa, attraverso cui l'assicurato può scegliere il massimale più idoneo alla specifica esposizione ai rischi, sia per l'ambito generale della Responsabilità Civile Famiglia / Fabbricato, sia per il ricorso terzi da incendio.

Un ultimo, non marginale, aspetto è relativo alle spese di demolizione e sgombero, ovvero a tutti i costi necessari per sgomberare le parti distrutte o danneggiate da un evento dannoso.
Nelle polizze Globale Fabbricati è previsto un limite che copre tutte le unità immobiliari coinvolte nel danno e pertanto il proprietario della singola unità immobiliare potrebbe trovarsi a sostenere costi extra, che potrebbero invece essere adeguatamente coperti da idoneo massimale all'interno del prodotto della casa.

Per una copertura completa e per essere tutelati in caso di rischi imprevisti è importante trovare il giusto equilibrio e la giusta integrazione tra assicurazione condominio e assicurazione casa.

Hai mai pensato alla protezione della tua abitazione?
A volte la polizza del condominio può non bastare...

  • © 2022 Helvetia Compagnia Svizzera d'Assicurazioni SA - P.IVA 01462690155 - Iscr. Albo Gruppi Ass. n° ord. 031 - Helvetia Vita S.p.A. - P.IVA 03215010962 - Società soggetta alla Direzione ed al Coordinamento della Helvetia Compagnia Svizzera d'Assicurazioni SA Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Società con Socio Unico - Iscr. Albo Imprese Ass. n° 1.00142 - Iscr. Albo Gruppi Ass. n° ord. 031 - Helvetia Italia Assicurazioni - C.F.02446390581 - P.IVA 07530080154 - Società soggetta alla Direzione ed al Coordinamento della Helvetia Compagnia Svizzera d'Assicurazioni SA Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Società con Socio Unico - Iscr. Albo Imprese Ass. n° 1.00062 - Iscr. Albo Gruppi Ass. n° ord. 031 - Società soggette alla vigilanza dell'IVASS (www.ivass.it)
    · 
  • Via Cassinis, 21
    · 
  • 20139 Milano
    · 
  • 02 5351.1