Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
Link1
xxxx







Polizze Vita
Consigli dell'esperto
Helvetia

Polizze vita - Istruzioni per l'uso

Per poter sottoscrivere una polizza vita in maniera consapevole è utile seguire alcune istruzioni d'uso. Ecco un vademecum per essere soddisfatti della propria assicurazione.

10 settembre 2014, Testo: Federica Tosi

 

Per poter sottoscrivere una polizza vita in maniera consapevole evitando poi di ritrovarsi con coperture non adeguate alle proprie esigenze è utile tenere in considerazione il presente vademecum. Di seguito alcuni passaggi fondamentali per poter essere – incredibilmente – soddisfatti della propria assicurazione:

1. Scegliere da chi comprare:

la scelta è molteplice, si passa dalla propria agenzia di fiducia, dai promotori finanziari, dai broker, direttamente dagli sportelli della propria banca e negli ultimi anni anche online. Per essere sicuri si può consultare sul sito dell’autorità di vigilanza delle imprese di assicurazione IVASS, l’elenco aggiornato delle Compagnie autorizzate. (www.ivass.it).

2. Scegliere il tipo di polizza:

prima di sottoscrivere una polizza vita è fondamentale, perché il contratto sia effettivamente utile, valutare il tipo di prodotto che meglio si addice alle proprie esigenze. Esistono, infatti, diverse tipologie di polizze sulla vita:

- polizze che salvaguardano la propria famiglia in caso di prematura scomparsa del capofamiglia;
- polizze che corrispondono un capitale o una rendita vitalizia ai beneficiari in caso di decesso dell’Assicurato;
- polizze che permettono un accumulo di denaro erogato a scadenza o in caso di decesso dell’Assicurato;
- polizze che servono per garantirsi anche in età avanzata il mantenimento del proprio tenore di vita;
- polizze che servono per integrare la pensione statale;
- polizze di investimento legate all’andamento dei mercati finanziari.

3. Compilare il Questionario di Adeguatezza:

una volta selezionato l’intermediario ed il tipo di polizza desiderato è importante rispondere ad una serie di domande sulla propria situazione famigliare, economica e sui bisogni che si intende soddisfare con la sottoscrizione della polizza. E’ utile fornire tutte le informazioni richieste perché in questo modo è possibile effettuare un vero controllo di rispondenza tra bisogni e tipologia di polizza selezionata.

4. Farsi fare un preventivo:

può essere utile farsi predisporre dei preventivi e confrontarli con quelli di diverse Compagnie per poter scegliere in maniera consapevole. Attenzione Il consenso all’utilizzo dei vostri dati per la gestione della polizza è obbligatorio, mentre è facoltativo quello per attività commerciali o statistiche.

5. Leggere la documentazione contrattuale:

la lettura della documentazione contrattuale è importante per capire le caratteristiche ed il funzionamento della polizza.

Ricordate che le polizze vita rendono disponibile una serie di vantaggi fiscali, quali ad esempio la detraibilità del premio o della parte di premio destinata alla copertura di morte o invalidità (es. le cosiddette Temporanee Caso morte) o la deducibilità fiscale dei premi (ES. Piani Individuali pensionistici), ovvero l’esenzione dei capitali liquidati in caso di decesso dall’imposta sulla successioni e dall’imposta sulle plusvalenze Importante è però conservare il documento di polizza (è il contratto che viene firmato) e tutta l’ulteriore documentazione che vi viene consegnata all’atto della sottoscrizione.

In caso non siate soddisfatti della gestione della polizza e vogliate effettuare un reclamo troverete tutte le informazioni utili in un apposito articolo della documentazione contrattuale (Prospetto d’Offerta o Fascicolo Informativo a seconda del prodotto sottoscritto) con indicate le tempistiche, i destinatari ed i documenti necessari da inviare. A tal riguardo IVASS ha pubblicato sul proprio sito internet una guida ai reclami nella quale indica modi, tempi e autorità a cui rivolgersi e riporta anche un fac-simile di lettera di reclamo, rendendo più facile ai Clienti tale pratica.

Ricordiamo, infine, che le Autorità di Vigilanza (IVASS, CONSOB e COVIP) nonché ANIA (l’Associazione di Categoria delle Assicurazioni) hanno istituito, sui propri siti, una sezione dedicata alle domande più frequenti, alla raccolta della normativa emanata ed a tanti altri argomenti inerenti il mondo assicurativo. La consultazione dei siti può essere un buon punto di partenza sia per i Clienti che per i professionisti che si trovano a dover tutelare i propri clienti.

La conoscenza è la miglior via verso la soddisfazione, dedicate un piccolo momento alla lettura ed alla consultazione della documentazione e sarete soddisfatti e non rimborsati!.
 


Per saperne di più
Condividi questa pagina