Cookie Privacy Policy

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx







Auto e moto

Le avventure di Magda e Furio: amore, mi hanno graffiato l'auto!

Il modo più semplice e divertente per conoscere il mondo dell'assicurazione.

27 aprile 2015, Testo: Maurizio Cella

Magda: Furio, per caso ieri hai preso tu la mia macchina?!?!
Furio: Scusa Magda, mi stai parlando di quel catorcio blu che beve più olio che benzina? Comunque no, perché?
Magda: Vieni a vedere!!!

Magda afferra Furio per un braccio e lo trascina di corsa a controllare la sua automobile parcheggiata...

Furio: Ma è piena di graffi! Va beh, sarà stato qualche ragazzino... che pasticcio....fa niente dai....
Magda: Macchè ragazzino, deve essere stato quello del terzo piano che blocca sempre l'ascensore quando abbiamo le borse della spesa! Maledetto! E "fa niente, dai, un corno!", mica è la tua di macchina ad essere stata deturpata!
Furio: Sì ok, va bene.... quindi che facciamo?
Magda: Chiamiamo un' agenzia investigativa: con il luminol potrebbero risalire al DNA del nostro vicino!
Furio: Io ho un'idea diversa, piu' terra terra: vado a fare la denuncia ai Carabinieri per l'atto vandalico, porto la macchina dal carrozziere, chiamo il nostro agente di fiducia Helvetia spiegandogli il tutto e in una manciata di giorni la tua macchina è come prima. Che dici?
Magda: Sì... beh... anche questa è una possibile soluzione. E col vicino?
Furio: E il vicino lo invitiamo a pranzo e magari scopriamo che non è una così brutta persona.. può andare?
Magda: Ok Furio, ma se ricapita andiamo dall'agenzia investigativa!
Furio tu mi adori?
Furio: Sì Magda
Magda: E allora lo vedi che la cosa è reciproca?

 

Condividi questa pagina